Benedetto XVI

 

 

 

 

 

 Indice analitico:

 

» Austria, Viaggio in, 7-9 Settembre 2007
» Elezioni Nuovo pontefice 19 Aprile 2005

» Enciclica: Deus caritas est
» Germania, 9-14 Settembre 2006
» Giovanni Paolo II

» Giussani Don Luigi
» Natale 2006
» Pedofilia
» Polonia, Viaggio in 
» Senza Radici

 

 

 

 

» Terrasanta, Viaggio in,  8-15 Maggio 2009
» Turchia, Viaggio in, 28 Novembre - 1 Dicembre 2006
   

 

 

Torna a Indice analitico

Il papa a Torino, 2 Maggio 2010

Ordinazione cinque nuovi vescovi  (sabato, 12 settembre 2009 ) BENEDETTO XVI ... Gesù ha riassunto tutti questi molteplici aspetti del suo Sacerdozio nell'unica frase:  "Il Figlio dell'uomo non è venuto per farsi servire, ma per servire e dare la propria vita in riscatto per molti" (Mc 10, 45). Servire e in ciò donare se stessi; essere non per se stessi, ma per gli altri, da parte di Dio e in vista di Dio:  è questo il nucleo più profondo della missione di Gesù Cristo e, insieme, la vera essenza del suo Sacerdozio. Così, Egli ha reso il termine "servo" il suo più alto titolo d'onore. Con ciò ha compiuto un capovolgimento dei valori, ci ha donato una nuova immagine di Dio e dell'uomo. Gesù non viene come uno dei padroni di questo mondo, ma Lui, che è il vero Padrone, viene come servo. Il suo Sacerdozio non è dominio, ma servizio:  è questo il nuovo Sacerdozio di Gesù Cristo al modo di Melchisedek.
 San Paolo ha formulato l'essenza del ministero apostolico e sacerdotale in maniera molto chiara. Di fronte ai litigi, che c'erano nella Chiesa di Corinto tra correnti diverse che si riferivano ad Apostoli diversi, egli domanda:  Ma cosa è mai un Apostolo? Cosa è mai Apollo? Che cosa è Paolo? Sono servitori; ciascuno come il Signore gli ha concesso (cfr 1 Cor 3, 5). "Ognuno ci consideri come servi di Cristo e amministratori dei misteri di Dio. Ora, ciò che si richiede agli amministratori è che ognuno risulti fedele" (1 Cor 4, 1s). A Gerusalemme, nell'ultima settimana della sua vita, Gesù stesso ha parlato in due parabole di quei servi ai quali il Signore affida i suoi beni nel tempo del mondo, e vi ha rilevato tre caratteristiche del servire nel modo giusto, nelle quali si concretizza anche l'immagine del ministero sacerdotale. Gettiamo infine ancora un breve sguardo su queste caratteristiche, per contemplare, con gli occhi di Gesù stesso, il compito che voi, cari amici, siete chiamati ad assumere in quest'ora.
La prima caratteristica, che il Signore richiede dal servo, è la fedeltà. Gli è stato affidato un grande bene, che non gli appartiene. La Chiesa non è la Chiesa nostra, ma la sua Chiesa, la Chiesa di Dio. Il servo deve rendere conto di come ha gestito il bene che gli è stato affidato. Non leghiamo gli uomini a noi; non cerchiamo potere, prestigio, stima per noi stessi. Conduciamo gli uomini verso Gesù Cristo e così verso il Dio vivente. Con ciò li introduciamo nella verità e nella libertà, che deriva dalla verità. La fedeltà è altruismo, e proprio così è liberatrice per il ministro stesso e per quanti gli sono affidati. Sappiamo come ...

UDIENZA GENERALE  (Mercoledì, 2 settembre 2009 ),BENEDETTO XVI
Dopo una lunga pausa, vorrei riprendere la presentazione dei grandi Scrittori della Chiesa di Oriente e di Occidente del tempo medioevale, perché, come in uno specchio, nelle loro vite e nei loro scritti vediamo che cosa vuol dire essere cristiani. Oggi vi propongo la figura luminosa di sant’Oddone, abate di Cluny: essa si colloca in quel medioevo monastico che vide il sorprendente diffondersi in Europa della vita e della spiritualità ispirate alla Regola di san Benedetto. Vi fu in quei secoli un prodigioso sorgere e moltiplicarsi di chiostri che, ramificandosi nel continente, vi diffusero largamente lo spirito e la sensibilità cristiana. Sant’Oddone ci riconduce, in particolare, ad un monastero, Cluny, che nel medioevo fu tra i più illustri e celebrati ed ancora oggi rivela attraverso le sue maestose rovine i segni di un passato glorioso per l’intensa dedizione all’ascesi, allo studio e, in special modo, al culto divino, avvolto di decoro e di bellezza. ... Sant’Oddone è stato una vera guida spirituale sia per i monaci che per i fedeli del suo tempo. Di fronte alla “vastità dei vizi” diffusi nella società, il rimedio che egli proponeva con decisione era quello di un radicale cambiamento di vita, fondato sull’umiltà, l’austerità, il distacco dalle cose effimere e l’adesione a quelle eterne. Nonostante il realismo della sua diagnosi circa la situazione del suo tempo, Oddone non indulge al pessimismo: “Non diciamo questo – egli precisa – per precipitare nella disperazione quelli che vorranno convertirsi. La misericordia divina è sempre disponibile; essa aspetta l’ora della nostra conversione”. Ed esclama: “O ineffabili viscere della pietà divina! Dio persegue le colpe e tuttavia protegge i peccatori”.

LETTERA DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI, AI VESCOVI DELLA CHIESA CATTOLICA , RIGUARDO ALLA REMISSIONE DELLA SCOMUNICA, DEI 4 VESCOVI CONSACRATI DALL'ARCIVESCOVO LEFEBVRE , Dal Vaticano, 10 Marzo 2009

Discorso di Benedetto XVI ai vescovi americani, Avvenire 18.04.08
«L’America è una terra di grande fede. La vostra gente è ben conosciuta per il fervore religioso ed è fiera di appartenere ad una comunità orante. Ha fiducia in Dio e non esita ad introdurre nei discorsi pubblici ragioni morali radicate nella fede biblica. […] Anche se è vero che questo paese è contrassegnato da un genuino spirito religioso, la sottile influenza del secolarismo può tuttavia segnare il modo in cui le persone permettono che la fede influenzi i propri comportamenti. È forse coerente professare la nostra fede in chiesa alla domenica e poi, lungo la settimana, promuovere pratiche di affari o procedure mediche contrarie a tale fede? […] Occorre resistere ad ogni tendenza a considerare la religione come un fatto privato. Solo quando la fede permea ogni aspetto della vita, i cristiani diventano davvero aperti alla potenza trasformatrice del vangelo. […] Le presone hanno oggi bisogno di essere richiamate allo scopo ultimo dell’esistenza. Hanno bisogno di riconoscere che dentro di loro vi è una profonda sete di Dio. […] Il tipo di secolarismo dell’America pone un problema particolare: mentre permette di credere in Dio e rispetta il ruolo pubblico della religione e delle chiese, sottilmente tuttavia riduce la credenza religiosa al minimo comune denominatore. La fede diviene accettazione passiva che certe cose “là fuori” sono vere, ma senza rilevanza pratica per la vita quotidiana».

«Il Papa da Bush. “Dio benedica l’America”» M. Politi, La Repubblica, 17.04.08
«Sul prato della residenza presidenziale si svolge un incontro da cartolina. Joseph Ratzinger, oggi romano pontefice, è salutato da 21 salve di cannone e proclama: “Arrivo da amico”, elogiando l’America “generosa” nel rispondere ai bisogni umani immediati, favorire lo sviluppo e soccorrere vittime di catastrofi naturali. Il presidente protestante George W. Bush lo omaggia in latino: “Pax tecum. L’America ha bisogno del vostro messaggio. Conservateci nelle vostre preghiere”. […] Papa Benedetto XVI accantona graziosamente differenze e contrasti tra la visione internazionale della santa sede e la politica dell’amministrazione Bush. Come se non ci fosse la guerra in Iraq […] Papa Ratzinger […] si dice convinto che gli Stati Uniti appoggeranno gli sforzi internazionali per risolvere i conflitti e promuovere il progresso. “God bless America!”. […] Papa e Presidente insieme sul palco, nel segno dei grandi valori. La foto di gruppo – a pochi mesi dalle elezioni presidenziali - è perfetta.».

«Il Papa sbarca negli USA “Mai più preti pedofili”» L.Accattoli, Corriere della Sera, 16.04.08
«Washington –“Grande sofferenza” e “profonda vergogna” per la Chiesa “e per me personalmente”. […] Benedetto XVI dice […] con il sentimento di un uomo o di un cristiano comune: “E’ difficile per me comprendere come sia stato possibile che questi preti abbiano tradito in questo modo la loro missione”. […] Si tratta poi di “Fare giustizia” e di “Aiutare le vittime che sono state così profondamente colpite“, di “aiutarle in ogni modo possibile”. […] Per essere convincente fornisce dettagli pratici: sono state fatte “visite apostoliche nei seminari” e si sono adottati criteri di “discernimento” per fare in modo che “solo le persone sane possano essere ammesse al sacerdozio”.».

L’aiuto non sia filantropia ma amore evangelico, Benedetto XVI, L’Osservatore Romano, 01.03.2008

La fede non è un peso ma una liberazione per l'uomo, L'Osservatore Romano, 08.02.2008

La franchezza di rassegnarsi  al mistero Davide Rondoni, Il Tempo, 29.01.2008

La visita di Benedetto XVI a Napoli. L'amore e la ragione in quel bacio alla reliquia, Davide Rondoni, Avvenire, 23.10.2007

Benedetto XVI rievoca la figura del cardinale Leo Scheffczyk e il clima irrequieto degli anni Sessanta. Ratzinger: dopo il Concilio fui troppo timoroso,  Cresceva la confusione nella Chiesa, era a rischio la vitalità della fede. Dovevo osare di più. Nelle discussioni teologiche dell'epoca circolavano tesi in contrasto con la tradizione e ci trovammo in una situazione difficile. Johannes Nebel, Corriere della Sera, 20.10.2007

«Papa assediato. L'ultima su Ratzinger? E' un teologo ignorante (Parte 1 e Parte 2) . Tutti contro Ratzinger. Accusato di omofobia, di coprire i preti pedofili e persino di essere un teologo poco preparato. Ma il suo Gesù scala le classifiche e affascina la gente. Nel libro del pontefice si sente Qualcuno parlare al cuore: non sostituisce i Vangelo, ma costringe a riprenderli in mano. Cristo ci appare come un contemporaneo » Renato Farina, Libero, 03-06-2007

«In occasione della celebrazione  in Italia la Giornata per la vita. BENEDETTO XVI. ANGELUS.» Piazza San Pietro Domenica, 4 febbraio 2007

«DISCORSO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI AL CORPO DIPLOMATICO ACCREDITATO PRESSO LA SANTA SEDE» Sala Regia, Lunedì, 8 gennaio 2007

«L'introduzione del libro "Gesù di Nazaret" di Papa Benedetto XVI. Una sapienza che sgorga dalla condizione di Figlio. Un brano dell'inizio: Il ritratto del Nuovo Testamento getta uno sguardo dentro l'esistenza di Gesù.» Avvenire, 22.11.2006

«La prefazione del libro "Gesù di Nazaret" di Papa Benedetto XVI. Situazione drammatica per la fede se è vago il volto di Colui che la fonda» Avvenire, 22.11.2006

«VISITA DEL SANTO PADRE ALLA PONTIFICIA UNIVERSITÀ GREGORIANA. DISCORSO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI. Senza ambiguità il dialogo tra religioni»  Venerdì, 3 novembre 2006

Rapiti dalla bellezza cerchiamo quel volto, Davide Rondoni, Avvenire, 02.09.2006

«ANGELUS»   Sua Santità Benedetto XVI,  Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo, Domenica, 1 Ottobre 2006

LA DOLCEZZA DI BENEDETTO XVI CORREGGE UNA CERTA DERIVA MORALISTICO-INQUISITORIALE DI QUESTI ANNI, E se la smettessimo di parlare solo di ovuli, spermatozoi, omosessualità e annunciassimo che Dio si è fatto uomo ed è venuto ad abitare fra noi ? Basta parlare (e straparlare) di sesso. Vorrei dirlo anche alla pur brava Lucetta Scaraffia che ieri sul “Corriere della sera” ha firmato una paginata sui cattolici e gli embrioni orfani (come se gli “embrioni congelati” fossero di per sé un problema attinente al cattolicesimo). Forse non ce ne siamo accorti, ma Benedetto XVI sta dando una virata decisa alla Chiesa. Non solo, per esempio, tornando alla libertà di pregare secondo l’antica Messa tradizionale. Ma anche al mondo ecclesiastico, per fermare un..., Libero, 1/09/2006

Udienza generale, 23 agosto 2006

«Obbedienza al PAPA è obbedire a CRISTO stesso» Massimiliano Mercuri, 22.08.20065

Intervista del Santo Padre in preparazione al Suo prossimo Viaggio Apostolico in Germania. 5 agosto 2006

Appello per il Medioriente. Luglio 2006

ECCO LA VERA RAGIONE DEI MEA CULPA: LUI, IL GRANDE AMORE DELLA VITA…, Messori sbaglia: Ratzinger non va contro Wojtyla…, AntonioSocci.it, 27.05.2006

Il maestro Bertinotti corregge il Papa, Marina Corradi, Avvenire, 17.05.2006

Austria, Viaggio in, 7-9 Settembre 2007

Torna a Indice analitico

 

 

 

«Il Papa in Austria per chiederci un cambio di rotta» Luigi Geninazzi, Avvenire,  06.09.2007

 

 

Elezione Nuovo Pontefice 19 Aprile 2005

Torna a Indice analitico

«Un mese senza Wojtyla. Di lui ci resta tutto» Davide Rondoni, Avvenire, 03.05.2005

«La lingua del Papa. Ghigliottina dello spirito» Davide Rondoni, Avvenire, 26.04.2005

«Quello sguardo capovolto» Franco Bechis, Il Tempo, 25-04-2005

«Santa Messa imposizione del Pallio e consegna dell'Anello del Pescatore per l'inizio del Ministero Petrino del Vescovo di Roma. Omelia di di Sua Santità Benedetto XVI» Piazza San Pietro, Domenica, 24 aprile 2005

«Il gusto della partita. Nel gioco del Papa» Davide Rondoni, Avvenire, 22.04.2005

«Incontro di Sua Santità Benedetto XVI con gli Eminentissimi Signori Cardinali presenti in Roma. Discorso di Sua Santità Benedetto XVI» Sala Clementina, Venerdì, 22 aprile 2005

«MISSA PRO ECCLESIA. Primo Messaggio di Sua Santità Benedetto XVI AL TERMINE DELLA CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA CON I CARDINALI ELETTORI IN CAPPELLA SISTINA»  Mercoledì, 20 aprile 2005

«CAPPELLA PAPALE. MISSA PRO ELIGENDO ROMANO PONTIFICE. OMELIA DEL CARDINALE JOSEPH RATZINGER DECANO DEL COLLEGIO CARDINALIZIO» Patriarcale Basilica di San Pietro, Lunedì 18 aprile 2005

 

 

Enciclica: Deus caritas est

Torna a Indice analitico

 

«La prolusione al Consiglio Permanente della CEI. Animati dalla carità sulle frontiere di oggi. Le pagine della "Deus caritas est" trovano la loro forza nel prendere sul serio alcune grandi domande e alcune sfide che nascono dal sentire comune e dalla cultura in cui viviamo. Il nostro Paese verso le elezioni. Particolare attenzione va riservata alla salvaguardia del primato e della centralità della persona umana», Avvenire, CARD. CAMILLO RUINI, 21.03.2006

Il caso serio dell'Amore (cosa ha un Papa da dire sul fatto più importante e più bistrattato della vita) «ALL'INIZIO DELL'ESSERE CRISTIANO NON C'è UNA DECISIONE ETICA O UNA GRANDE IDEA, BENSì L'INCONTRO CON UNA PERSONA». COSì SCRIVE BENEDETTO XVI NELLA SUA PRIMA ENCICLICA, 'DEUS CARITAS EST'. D'AFFETTO DISCUTIAMO TUTTI I GIORNI, MA QUANDO NE ABBIAMO UDITO PARLARE COME EROS E AGAPE, ESTASI E TRADIMENTO? UN GIORNALISTA DI RADIO RADICALE E IL RETTORE DI UN LICEO FANNO I CONTI CON LE PAROLE DEL PONTEFICE, di Rufi Enrico, Tempi n.6 del 02/02/2006

Con la carità contro lo statalismo. Il Papa rilancia la dottrina sociale, Don Roberto Colombo, Il Riformista, 26.01.2006

Così amore e carita di Dio, in Cristo, diventano umanità, Luigi Negri, Il Giorno, 26.01.2006

L'elogio dell'eros e la leggenda dell'inquisitore, Il Giornale, 26.01.2006

Amore ed eros secondo Papa Ratzinger, Renato Farina, Avvenire, 26.01.2006

L'avventura in una parola, Davide Rondoni, Avvenire, 26.01.2006

La nuova enciclica del Papa: "Deus caritas est"

   

Germania, 9-14 Settembre 2006

Torna a Indice analitico

«UDIENZA DEL SANTO PADRE AD AMBASCIATORI DEI PAESI A MAGGIORANZA MUSULMANA ACCREDITATI PRESSO LA SANTA SEDE E AD ALCUNI ESPONENTI DELLE COMUNITÀ MUSULMANE IN ITALIA»   Sua Santità Benedetto XVI,  25  Settembre 2006

«ANGELUS, 24 settembre 2006»   Sua Santità Benedetto XVI,  Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo, Domenica, 24 settembre 2006

«UDIENZA GENERALE. Viaggio Apostolico a München, Altötting e Regensburg»  Piazza San Pietro, Sua Santità Benedetto XVI, Mercoledì 20 settembre 2006

«ANGELUS» Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo, Sua Santità Benedetto XVI, Domenica, 17 settembre 2006

«VIAGGIO APOSTOLICO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI  A MÜNCHEN, ALTÖTTING E REGENSBURG  (9-14 SETTEMBRE 2006). INCONTRO CON I RAPPRESENTANTI DELLA SCIENZA : Fede, ragione e università. Ricordi e riflessioni» DISCORSO DEL SANTO PADRE, Aula Magna dell’Università di Regensburg, Martedì, 12 settembre 2006

«VIAGGIO APOSTOLICO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI  A MÜNCHEN, ALTÖTTING E REGENSBURG  (9-14 SETTEMBRE 2006). OMELIA DEL SANTO PADRE» Spianata della Neue Messe, München, Domenica, 10 settembre 2006

 

   

Giovanni Paolo II

Torna a Indice analitico

«MESSA ESEQUIALE PER IL DEFUNTO ROMANO PONTEFICE Giovanni Paolo II. OMELIA DELL'EM.mo Card. Joseph Ratzinger»  Piazza San Pietro, Venerdì, 8 aprile 2005

   

Giussani Don Luigi

Torna a Indice analitico

«Funerale di don Luigi Giussani. Omelia del cardinale Joseph Ratzinger, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede», Duomo di Milano, 24 Febbraio 2005

   

Natale 2006

Torna a Indice analitico

«UDIENZA GENERALE: Mistero del Natale»  Aula Paolo VI, Mercoledì, 3 gennaio 2007

«MESSAGGIO URBI ET ORBI DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI NATALE 2006»  Santo Natale, 25 dicembre 2006

«SANTA MESSA DI MEZZANOTTE. SOLENNITÀ DEL NATALE DEL SIGNORE. OMELIA DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI»  Basilica Vaticana, Domenica 24 dicembre 2006

   

Pedofilia

Torna a Indice analitico

 

 

Più grande del peccato, Tracce, 1 Aprile 2010

Nella Chiesa c'è chi usa gli scandali per abolire il celibato il Giornale, martedì 30 marzo 2010

Un attacco al Papa dietro le false accuse del New York Times il Giornale, venerdì 26 marzo 2010

Dichiarazione del direttore della Sala Stampa della Santa Sede L'osservatore romano, venerdì 26 marzo 2010

«Onda mediatica»: la frenesia livida di sporcare, piegare e colpire Avvenire, venerdì 26 marzo 2010

Il Papa messo in croce Il Tempo, venerdì 26 marzo 2010

L'abbraccio del Padre, più forte anche del peccato più grave Avvenire, venerdì 26 marzo 2010

Lettera ai Cattolici D'Irlanda, Benedetto XVI, 19 Marzo 2010
   

Polonia, Viaggio in 

Torna a Indice analitico

«Discorso del Santo Padre in visita al campo di Auschwitz

«Lettera al Corriere di don Carrón. Il discorso di Benedetto XVI ad Auschwitz: ha colto il cuore del problema indicando la strada», Corriere della Sera, 31.05.2006

«Le ingiuste critiche al discorso del Papa. Satana ad Auschwitz », Ernesto Galli Della Loggia, Corriere della Sera, 30.05.2006

«"Un gran discorso", perchè, sopratutto da parte ebraica, non si può addossare una colpa a tutto un popolo. L'insostenibile accusa di revisionismo», Giorgio Israel, Il Foglio, 30.05.2006

«VIAGGIO APOSTOLICO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI IN POLONIA. Discorso del Santo Padre in visita al campo di Auschwitz», Auschwitz-Birkenau, 28 maggio 2006

«La presunzione dei migliori. Il Papa dice: perdono. Non piegare il passato sulla contemporaneità nazionale», Davide Rondoni, Avvenire, 26.05.2006

   

Senza Radici

Torna a Indice analitico

«SENZA RADICI - Europa, relativismo, cristianesimo, islam, di Marcello Pera e Joseph Ratzinger» am, 1 marzo 2005

   

Terrasanta, Viaggio in,  8-15 Maggio 2009

Torna a Indice analitico

 

 

Brani dei discorsi di Benedetto XVI in Terra Santa, 28.05.2009

Se il Papa chiede una patria per i palestinesi Renato Farina, Libero, 14.05.2009

Il saluto di padre Pizzaballa  custode di Terra Santa Pierbattista Pizzaballa, L'Osservatore Romano, 13.05.2009

La supplica del Papa:  «Pace in Medio Oriente» Davide Rondoni, Il Tempo, 12.05.2009

Int. a P. Pizzaballa:  «Senza i fedeli cristiani  non c'è Gerusalemme» Giacomo Galeazzi, La Stampa, 12.05.2009

Un dialogo senza ambiguità Angelo Panebianco, Corriere della Sera, 11.05.2009

   

Turchia, Viaggio in, 28 Novembre - 1 Dicembre 2006

Torna a Indice analitico

Divina Liturgia nella festa di sant’Andrea Apostolo. «Rinnovare il comune impegno della piena comunione fra due Chiese», Istanbul, 30 novembre 2006. «I nostri sforzi per edificare legami più stretti fra la Chiesa Cattolica e le Chiese Ortodosse sono parte di questo compito missionario. Le divisioni esistenti fra i cristiani sono uno scandalo per il mondo e un ostacolo per la proclamazione del Vangelo. Alla vigilia della propria passione e morte, il Signore, attorniato dai discepoli, pregò con fervore che essi fossero uno, così che il mondo possa credere».

Benedetto XVI e Bartolomeo I. Dichiarazione congiunta , Fanar, 30.11.2006. «Il fraterno incontro che abbiamo avuto è opera di Dio […]. Rendiamo grazie all’autore di ogni bene che ci permette di sentirci fratelli e di rinnovare il nostro impegno in vista della piena comunione […]. Tale impegno ci viene da nostro Signore e dalla nostra responsabilità di pastori della Chiesa […]. Come pastori abbiamo innanzitutto riflettuto sulla missione di annunciare il Vangelo […]. Non possiamo ignorare la crescita della secolarizzazione, del relativismo, perfino del nichilismo […]. Per questo motivo dobbiamo rafforzare le collaborazioni e la nostra testimonianza comune davanti a tutte le nazioni».

«Le due religioni del laicismo» Massimo Introvigne, Il Giornale, 29.11.2006

«Il Patriarca di Venezia. E' questa la via di Benedetto XVI. Il coraggio di andare a Istambul. Il meticciato di civiltà, processo doloroso ma inevitabile» di Alessandro Barbano e Maia Lombardi, Il Messaggero, 26.11.2006