Terme "Bruno Marazzita"
...dopo circa un secolo di varie vicissitudini umane, di passaggi di proprietà e di cambi di gestione ...lo stabilimento termobalneare di Galatro tornava ad essere di proprietà del comune grazie all'opera instancabile del Sindaco Bruno Marazzita... Anche il nuovo palazzo delle Terme è stato ideato e voluto dall’amministrazione con a capo il Sindaco Bruno Marazzita ... che resterà nella storia di Galatro come il più importante ed il più rappresentativo amministratore di tutto il secolo appena concluso ...  il Sindaco Bruno Marazzita disinteressato e coraggioso “difensore civico”.

 

 

 

 

 

VII Incontro Mondiale Famiglie, Milano, 2012: «La Famiglia: il lavoro e la festa» :
DISCORSI BENEDETTO XVI

Sito ufficiale www.family2012.com
 

 

 

 

Benedetto XVI

> Libano, 14-16.09.12

> VII Incontro Mondiale Famiglie, Milano, 1-3.06.12

> Assemblea CEI: Il dono prezioso della fede, 24.05.12

> Arezzo: Nuovo sapore all'intera società civile, 13.05.12
> Educare i giovani alla giustizia e alla pace, 12.01.12
> Laici, cioè cristiani
, 25.11.11
>
In Calabria
9.10.11

> In Germania, 22-25.09.11
Brani scelti

> XXVI Giornata Mondiale della Gioventù, Madrid (Spagna), 18-21.08.11 

> B16 - XXVI Giornata Mondiale Gioventù: L'uomo è veramente creato per ciò che è grande , 06.09.10

> B16 in Gran Bretagna 16-19.09.10

> B16 a Torino  2.05.10

> B16, REGINA CÆLI,  Piazza San Pietro,  16.05.2010

> B16 ai Cattolici D'Irlanda, 19.03.10

> Più grande del peccato , Tracce, Aprile 2010

> Quei peccati dei preti, ferita profonda bisogna tornare alla lezione di Cristo, J. Carron La Repubblica, 4.04.10

 

 

Giuliano Ferrara

RADIO LONDRA

 

 

 

Why not

> Fango. Quando la macchina va in panne
Intervista ad Antonio Saladino, il principale indagato, la «nuova Tangentopoli» italiana risoltasi in un clamoroso flop 29.10.10

> Perché De Magistris non ci crede più
Il giornalista del Corriere sedotto e abbandonato dal giustiziere di Catanzaro rievoca la sua misteriosa metamorfosi. «Iniziata in campagna elettorale» 29.10.10
> Una Bufala finita nel nulla02.03.10
>L’accusatore finisce sotto accusa 16.03.10
 

 

 

 

 

 

 

 

Pellegrinaggio Papa BXVI
in Terrasanta,
8-15 Maggio 2009

Il programma

Servizi di Tempi.It

Servizi di Avvenire

Brani dei discorsi

 

 

 

 

Zibaldone

 

 In evidenza

 

 

 

 

Domenica  28 Ottobre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Rabbunì, che io veda di nuovo!» New York, La Liturgia di Domenica 28 Ottobre 2018, XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

La religione dovesse essere insegnata a scuola?, Domenica 28 Ottobre 2018
Alla domanda se la religione dovesse essere insegnata a scuola, il poeta Rainer Maria Rilke rispose:<< Il modo in cui la religione si avvicina agli uomini è attraverso attacchi successivi. Essa non è mai entrata nella vita di alcuno se non sotto forma dell'inatteso, dell'indicibile, del non premeditato. Quindi come potrebbe entrare nella scuola, se non in incognito?>> Fabrice Hadjadj (cit. in "Che cos'è la Verità?" ed. LINDAU pag.27 €12)

 

 

 

 

 


 

La Corte costituzionale pretende il suicidio assistito della democrazia

di Pietro Piccinini

Il gioco poco coraggioso dei giudici sul caso Dj Fabo-Cappato. Lo scacco al Parlamento. Il rovesciamento della realtà che motiva i fan della "morte dignitosa"

Reddito di cittadinanza meridionale

di Caterina Giojelli

Il M5S promette che il 47 per cento delle famiglie destinatarie del reddito di cittadinanza saranno del centro-nord. Invece saranno molte di meno

«Ministro, io voglio lavorare. Del reddito di cittadinanza non me ne faccio niente, è chiaro?»

di Leone Grotti

Proteste dei lavoratori del Terzo Valico, bloccato dai grillini. «L'opera è già stata completata al 32 per cento, fermarla sarebbe un disastro». Intervista a Barbara Cerutti (Filca Cisl) 

In Trentino è venuto giù il muro cattoprogressista

di Emanuele Boffi

La culla dell'alleanza tra la sinistra e la Chiesa è andata in frantumi. La Lega, stando ferma, ha dovuto solo lucrare sugli attacchi boomerang dei suoi avversari

La società dell'armistizio 
Che cosa c'è nel numero di Tempi di ottobre

«Ci accontentiamo di un bel girotondo sul mondo per sentirci in pace. Stiamo danzando su una polveriera». E poi uno speciale sulla scuola paritaria, un’intervista a Rod Dreher e un approfondimento sull’omosessualità nella Chiesa

«Il male del nostro tempo è l’iperindividualismo»

di Rodolfo Casadei

«Molti hanno tentato di mettere acqua nel vino della verità, allo scopo di mantenere alto il numero di coloro che frequentano la Chiesa, ma questo non funziona». Intervista al primate d’Olanda Willem Jacobus Eijk

Crisi del matrimonio: il giorno in cui abbiamo disimparato a scrivere una storia d’amore

di Carlo Caffarra

Che cosa c’entrano con la «disistima del matrimonio» la nostra idea distorta di libertà, il divorzio tra ragione e affettività, l'equiparazione di tutte le unioni. Grande lezione di Caffarra

Lo studio di Quattroruote non è scientifico ma la cannabis “light” fa male davvero

di Leone Grotti

La rivista ha fatto guidare tre persone sotto l'effetto della droga "leggera", riscontrando alterazioni. Il test non è rigoroso, ma «non prendiamoci in giro: la marijuana che ora si può vendere legalmente è pericolosa»

«Milano città per la vita»

Luigi Amicone assieme a De PasqualeParisi e Matteo Forte ha presentato in Comune a Milano una mozione di verifica della legge sull'aborto e per aiutare i Cav

 

 

 

Toninelli, il ministro Iena

di Emanuele Boffi

Il ministro bravo a fare i video e che dorme in piedi anche quando è insonne parla, parla, parla, ma non fa

«Sarebbero questi i sostenitori dell’utero in affitto?»

di Caterina Giojelli

Intervista a Elena Donazzan, titolare di istruzione, lavoro e pari opportunità in Veneto. Dopo aver condannato la maternità surrogata, ha ricevuto messaggi di questo tenore: «Io intanto carico il fucile per ammazzarla»

Il film sul processo al dottor Gosnell, il serial killer dell’aborto (cioè «un sicario»)

di Pietro Piccinini

Recensione del film sul processo a Kermit Gosnell, il ginecologo condannato all'ergastolo in America per gli orrori commessi nella sua clinica abortiva

«La marijuana legale renderà il Canada più disumano e ingiusto»

di Leone Grotti

Solo la conferenza episcopale canadese ha osato criticare la legalizzazione dell'uso ricreativo della marijuana in Canada, dove ieri hanno aperto circa 200 rivenditori ufficiali

Milano fa la splendida, ma tira aria di fine impero

di Luigi Amicone

Trovo che voglia dire qualcosa il cranio di una bambina del primo secolo rinvenuto durante gli scavi in un cantiere MM4. L’hanno chiamata «Europa». Chissà perché

Eutanasia, il Canada punta a sopprimere i bambini senza dirlo ai genitori

di Caterina Giojelli

L'ospedale pediatrico di Toronto getta le basi per la "buona morte" infantile. E norma la possibilità di somministrarla ai minori senza il consenso dei familiari, nel nome del diritto alla privacy

Il reddito di cittadinanza non abolirà la povertà

di Leone Grotti

I centri per l'impiego che dovrebbero trovare lavoro a 5 milioni di persone non funzionano e, come ricordato dalla Caritas a Di Maio, «la povertà non è solo mancanza di reddito»

 

 

Sinodo, la testimonianza di un cristiano iracheno: «Le preghiere non ci bastano»

di Leone Grotti

La testimonianza di Safa Al Alkoshy: «Ogni volta che un iracheno parla, tutti piangono e applaudono. Poi tornano a casa e si scordano tutto. Senza aiuti concreti, il cristianesimo in Iraq sparirà»

Le scuole paritarie sono dei cantieri sempre aperti. Lo Stato dia vera autonomia

di Marco Lepore

Lo Stato deve mollare la gestione e dare vera e completa autonomia alle scuole, a tutte le scuole, riservandosi il compito di controllore. È ora di uscire dal sistema rigidamente centralistico

A Molenbeek i musulmani preferiscono i socialisti al partito Islam. E c’è un motivo

di Leone Grotti

Il Ps guidato da Catherine Moureaux, figlia dello storico borgomastro di Molenbeek, ha conquistato il 31% dei voti. Il partito Islam appena l'1,8%

Bono Vox, lo sbandieratore dell’Ue (da buon elusore irlandese)

di Rodolfo Casadei

Il frontman degli U2 fa l'europeista e fa bene: grazie all'Unione la sua Irlanda ha vinto la palma di paradiso fiscale numero uno del pianeta

Ecco cosa potrebbe accadere ora ad Asia Bibi e perché

di Leone Grotti

O sarà liberata e i giudici aspettano di farla espatriare in segreto prima di annunciare l'assoluzione. Oppure la faranno marcire in prigione fino alla morte naturale

Nigeria. Stato islamico uccide ostaggio: «E Leah Sharibu sarà la nostra schiava»

di Redazione

I terroristi dell'Iswap avevano tre ostaggi e l'ultimatum lanciato al governo scadeva ieri. Hauwa Leman è stata uccisa perché «apostata». La cristiana 15enne diventerà schiava degli islamisti

Leggi

 

 

 

 

 


L’Italia come è, come viene raccontata

di Robi Ronza

L’Italia felix e  quella di mafia e corruzione, Corriere del Ticino (Svizzera italiana), 25 ottobre 2018

La quasi simultanea pubblicazione da un lato di Italia felix di Andrea Illy e dall'altro della "Ricerca sulla percezione e la presenza di mafie e corruzione", commissionata dal Leggi il resto dell'articolo

 

Conviene al governo correre già adesso all’ arrembaggio? Magari sì, ma resta poi da vedere se convenga anche all’ Italia

di Robi Ronza

Perché il governo Lega / 5 Stelle ha scelto di attaccare già quest’anno il vecchio ordine costituito, e quindi anche l’attuale Commissione Europea, invece di Leggi il resto dell'articolo

 

Il mito del riscaldamento globale, la scuola, “La Stampa” e le donne: buona notte signor Lenin, o magari no

di Robi Ronza

Per dare un idea di quanto il sistema massmediatico continui ad essere condizionato dalla cultura “giacobina”, che finora vi predomina, ho pensato Leggi il resto dell'articolo

 

 

 

Conviene al governo correre già adesso all’ arrembaggio? Magari sì, ma resta poi da vedere se convenga anche all’ Italia

Perché il governo Lega / 5 Stelle ha scelto di attaccare già quest’anno il vecchio ordine costituito, e quindi anche l’attuale Commissione Europea, invece di farlo l’anno prossimo usando i suoi primi mesi al potere per meglio prepararsi allo scontro? Tanto più alla vista di quanto sta accadendo è il caso di domandarselo.

 

Adesso ci si deve augurare che a Salvini il successo non faccia perdere la testa

di Robi Ronza

Adesso ci si deve augurare  che a Matteo Salvini e alla sua Lega il successo non faccia perdere la testa. Sia in Trentino che nell’Alto Adige/SüdTirol -- le due Leggi il resto dell'articolo

 

 


Governo: il problema non è quello che fa, ma se è in grado di farlo

di Robi Ronza

Nell’ establishment, e quindi nei giornali più diffusi e nei telegiornali delle tv private più importanti, l’attività del governo Conte, giunto ora alla cruciale tappa Leggi il resto dell'articolo

 

 

 

 

Domenica  21 Ottobre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Il Figlio dell’uomo è venuto per dare la propria vita in riscatto per molti» New York, La Liturgia di Domenica 21 Ottobre 2018, XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

Gli uomini amano la verità, 21 Ottobre 2018
 <<Gli uomini amano la verità allorché si rivela, e l'odiano allorché li rivela>>
Sant'Agostino

(cit. da Fabrice Hadjadj in "Che cos' é la verità? " ed. Lindau pag 39 €12)

 

 

 

 

Venerdì 19  Ottobre  2018

   
 
@ Gli amici di Carmelo Cordiani : «QUANDO NOI VEDREMO TUTTO, SAN NICOLA! Era da qualche giorno che il banco davanti a San Nicola era vuoto. Eppure Carmelo non aveva fato altro che raccomandarsi con i suoi amici di andare a trovare il suo Santo protettore, specialmente ora che doveva continuamente rifare il tagliando. Così gli piaceva ricordare i suoi continui viaggi della speranza per rimettere in sesto il suo corpo martoriato. Pieni di dolore e tristezza ci sedemmo al solito posto, ma neanche il tempo di aprire bocca che subito il Santo sbottò.», Galatro, Sabato 19 Ottobre 2013

 

 

 

NELL'ANNIVERSARIO DELLA SALITA AL CIELO DI

CARMELO CORDIANO

Galatro, Sabato 19 Ottobre 2013

 

 

 

 

Domenica  14 Ottobre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Vendi quello che hai e seguimi» New York, La Liturgia di Domenica 14 Ottobre 2018, XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

il problema di dare una definizione del 'bene', Domenica 14 Ottobre 2018
La maggior parte degli uomini che vivono sulla terra non si pone il problema di dare una definizione del 'bene'.
In che cosa consiste questo 'bene?
'Bene' per chi?
Di chi?
Esiste un 'bene' comune, che si applica a tutti gli uomini, tutte le bandiere, tutti i generi di vita?
Oppure il mio bene per te è male, il bene del mio popolo è male per il tuo?
Esso è eterno, immutabile, oppure il bene di ieri si trasforma oggi in male e il male di ieri, oggi si è trasformato in bene?
Vasilij Grossman

(cit. da E. Piccinini in "Il fuoco sotto la cenere"pag.52 ed.SEF €14)

 

 

 

 


Sabato 13 ottobre

Esteri

Lesbo. «Offende i migranti»: abbattuta da ignoti la croce
di Leone Grotti

Olanda, ucciso con l'eutanasia un neonato
di Leone Grotti

Asia Bibi. «Il problema non è la blasfemia, ma l'ideologia islamica»
di Leone Grotti

Tempi

«La società dell'armistizio». Cosa c'è sul nuovo numero di Tempi
di Redazione

 

Politica

Anziché abolire la povertà, Di Maio non potrebbe abolire le code?
di Giovanni Minegi - Emanuele Boffi

Una Chiara sconfitta per la Torino Olimpica
di Marco Margrita

Interni

Il giudice che sdoganò la stepchild, ora ci fa la predica sui genitori possessivi
di Caterina Giojelli

«Universitari per la vita» aggrediti alla Sapienza di Roma
di Universitari per la vita


Scuola. Valorizziamo di più le comunità: se lo Stato le soffoca si fa male da solo
di Leone Grotti

 

Formigoni

Noi non siamo ex formigoniani perché non si può essere ex amici
di Emanuele Boffi

Chi ha le palle di difendere Formigoni
di Redazione

Cosa non quadra nella condanna di Formigoni
di Redazione


Sabato 22 Settembre

Droga

I miti (falsi) sulla cannabis "light" e i danni (veri) della legalizzazione
di Rodolfo Casadei

Parigi. «L'apertura della stanza del buco mi ha rovinato»
di Leone Grotti

 

Società

Svezia, vietato insegnare che «uomini e donne sono diversi»
di Caterina Giojelli

Per qualcuno l'aborto è più aborto che per gli altri
di Pietro Piccinini

Maschio o femmina? I bambini inglesi non sanno più chi sono
di Caterina Giojelli


 

Chiesa

L'Opzione Benedetto e la critica di Camisasca: «Risposta viene da Dio»
di Rodolfo Casadei

L'accordo tra Cina e Vaticano, anche se firmato, resta «impossibile» 
di Leone Grotti

 

Nel 2028 a Utrecht resteranno 20 parrocchie. Nel 2014 erano 232
di Leone Grotti

 

 

 

Mercoledì 10 ottobre

Asia Bibi

«Se sarà assolta, mio padre Salman Taseer otterrà giustizia»
di Leone Grotti

L'udienza finale del processo: «Sono certo, verrà liberata»
di Leone Grotti

Aborto

Perché i progressisti si stracciano le vesti per Verona
di Rodolfo Casadei

«Non farò aborti e se l'Irlanda me lo vieta affronterò le conseguenze»
di Leone Grotti

Esteri

Il destino dei cristiani non sarà diverso da quello degli ebrei
di Rodolfo Casadei

«Se gli studenti che accusano Kavanaugh domani saranno giudici, siamo nei guai»
di Caterina Giojelli


«Prendi la tua barella e va'». Esce il libro di suor Bernadette, miracolata a Lourdes
di Leone Grotti

«Boko Haram ammazzerà Leah in ottobre»
di Caterina Giojelli

 

 

 

 

 

 


Europa, gasdotti e Mediterraneo: la grossa carta in mano all’Italia di cui non parla nessuno

di Robi Ronza

L’Italia e i gasdotti del Mediterraneo, Corriere del Ticino, 10 ottobre 2018

Una cruciale partita politico-diplomatica -- di cui ben poco si parla -- è in corso nel Mediterraneo. La posta in gioco sono i nuovi grandi gasdotti diretti da sud e da sudest verso il mercato europeo,  e l’Italia Leggi il resto dell'articolo

 

Da Brasilia a Roma passando per Bruxelles: il buono dell’ondata internazionale di risentimento contro la sinistra storica e l’urgenza di una sua purificazione

di Robi Ronza

La vittoria del liberale Jair Bolsonaro sul laburista Fernando Haddad al primo turno delle elezioni presidenziali in Brasile conferma che l’ondata internazionale di risentimento contro la sinistra storica Leggi il resto dell'articolo

 

L’anglicizzazione dell’italiano: un pessimo segnale

di Robi Ronza

L’anglicizzazione dell’italiano corrente: un grave caso di inquinamento cui vale la pena di porre rimedio con urgenza”, scrivevamo nell’ormai lontano 6 novembre 2011 in una nota  che si ritrova anche in questo sito.  Da allora ad oggi tale processo non soltanto non si è fermato ma anzi non cessa di procedere. Con conseguenze talvolta persino comiche ma nella sostanza sempre più preoccupanti.

Leggi il resto dell'articolo

 

 

A che cosa serve avere il coltello dalla parte del manico se poi la sua lama è di pasta frolla?

di Robi Ronza

 

A che cosa serve avere il coltello dalla parte del manico se poi la sua lama è di pasta frolla? E’ questa la domanda che Salvini e di Di Maio dovrebbero cominciare a farsi. Leggi il resto dell'articolo

 

Riusciranno Di Maio e Salvini ad andarsi a riprendere il cappello che hanno lanciato al di là del muro?

di Robi Ronza

Di Maio e Salvini hanno lanciato il cappello al di là del muro, e ora devono andarselo a riprendere. Questo vecchio modo di dire irlandese spiega bene, mio avviso, la situazione in cui il governo giallo-verde Leggi il resto dell'articolo

 


Formigoni

di Robi Ronza, 22 settembre 2018

Con l’accusa  di aver ricevuto delle “tangenti” di cui non è stata trovata alcuna traccia, ma decidendo  che fossero tali degli inviti a cene Leggi il resto dell'ar

Dopo Salisburgo. Europa sì, ma quale? Di certo non questa

di Robi Ronza, 20 settembre 2018

Quello che si è concluso oggi a Salisburgo tra i capi di Stato e di governo dell’Unione Europea era un vertice informale. Ciò significa che Leggi il resto dell'articolo

 

 

 

 

Domenica  7 Ottobre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «L’uomo non divida quello che Dio ha congiunto» New York, La Liturgia di Domenica 7 Ottobre 2018, XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

Se non c'è alcun Creatore, perché c'è l'Universo e non il Nulla? Domenica 7 Ottobre 2018
Se non c'è alcun Creatore,
perché c'è l'Universo e non il Nulla?
E se tutto nasce dal Caos,
perché tutto sulla Terra è misurabile
e obbedisce a precise e immutabili
leggi fisiche, chimiche, matematiche
che noi scienziati abbiamo potuto scoprire
e scopriamo di continuo?
Albert Einstein

(cit. da V.Messori in "Quando il cielo ci fa segno" pag.113 ed. Mondadori €17)

 

 

 

 

Domenica  30 Settembre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Chi non è contro di noi è per noi. Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala» New York, La Liturgia di Domenica 30 Settembre 2018, XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

Il mondo ... senza Dio è un assurdo, Domenica 30 Settembre 2018
Il mondo con Dio è un mistero,
senza Dio è un assurdo:
io preferisco il mistero...
Enzo Piccinini

(cit. in "Il fuoco sotto la cenere" pag.18 ed.SEF €14)

 

 

 

 

 

Mercoledì 26 Settembre

Società

Volete un bambino? C'è la fiera dell'utero in affitto a Bruxelles
di Leone Grotti

Thomas Evans, l'ultimo avventuriero del mistero di Alfie
di Caterina Giojelli

La Francia fa un altro passo verso la creazione di figli senza padri
di Leone Grotti

Premium

Il maestrale di fine agosto e l'estate che muore
di Marina Corradi

Ne ucciderà più la lentezza del terremoto
di Vittorio Robiati Bendaud

Interni

Intervista a Formigoni: «Si sono inventati il reato di amicizia»
di Caterina Giojelli

Scuola, quanto spende lo Stato per un liceo? «10.000 euro a studente»
di Redazione

Chiesa

Associazione patriottica: «Chiesa cinese resta indipendente» dal Papa
di Leone Grotti

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
 

SCOZIA

Posted: 25 Sep 2018 08:52 AM PDT

«Nel 2017, per la prima volta, la Società umanista scozzese ha sposato più persone della Chiesa di Scozia. All’altare umanista si sono presentate 3.283 coppie, contro le 3.166 unioni celebrate in chiesa. Secondo un recente sondaggio, riporta il Guardian, il 59 per cento degli scozzesi si dichiara ateo o non religioso, un dato che raggiunge il 69 per cento se si considerano solo le persone sotto i 44 anni (…). Quando nel 2013 il matrimonio gay è stato approvato nel paese, infatti, è stato necessario modificare la definizione di matrimonio e oltre alle nozze civili e religiose è stata creata una terza categoria, definita “Belief Marriage“, sotto la quale rientrano anche i matrimoni umanisti. E quelli Jedi, “religione” alla quale appartengono oltre 14 mila scozzesi» (Tempi.it, 14.8.18).

 

TG1

Posted: 20 Sep 2018 09:22 AM PDT

Il 9 agosto 2018 il Tg1 riportava la vittoria del fronte antiabortista al senato argentino, mostrando le manifestazioni di piazza: di giubilo i prolife, di sdegno i prochoice, gli uni e gli altri separati a viva forza dalla polizia. Il Tg1, nel breve commento, riferiva che nel Paese ci sono 500mila aborti clandestini all’anno, con parecchie morti. Domanda: se sono clandestini, come faceva a saperlo? Forse le agenzie riportano solo i dati forniti da una delle parti? Boh.

 

 

 

 

 


Infrastrutture: il mistero (nient’affatto buffo) della guerra in val di Susa e della pace in val d’Adige

di Robi Ronza
Trasporti, urgenza del Nord Italia, Corriere  del Ticino, 27 settembre 2018 

La firma il 6 giugno scorso, a poche settimane dall’ entrata in carica del nuovo governo Lega/5 Stelle,  del contratto per la costruzione del tratto di linea ad alta velocità, Tav, fra Brescia e Verona era stato visto in Italia come un buon segno. Ora girano voci sulla possibilità di qualche colpo di freno, ma almeno per il momento non sembrano molto fondate; tanto più che il tragico crollo a Genova del ponte Morandi ha fatto paradossalmente venire alla ribalta la necessità delle (buone) infrastrutture nel mondo in cui viviamo. Chi temeva che, con la salita al potere dei 5 Stelle, l’ammodernamento a lungo atteso delle infrastrutture del Nord Italia potesse subire una battuta d’arresto ha perciò tirato un sospiro di sollievo.
Leggi il resto dell'articolo

 

Governo: quello che gli manca e che non può farsi da sé

di Robi Ronza, 27 settembre 2018
La storia infinita – che soltanto la sua sostanziale drammaticità impedisce di definire comica – del decreto riguardo al ponte di Genova, e la guerra in corso tra i partiti al potere e larghi settori della burocrazia ministeriale 
Leggi il resto dell'articolo

 

Migranti: qualche puntino sulla “i”

di Robi Ronza, 25 settembre 2018
Il sintomo di un grave disagio cui va posto rimedio: le migrazioni irregolari e non programmate dall’ emisfero Sud verso l’Europa sono in sostanza questo. Considerarle invece 
Leggi il resto dell'articolo

 

 

 

 

Domenica  23 Settembre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Il Figlio dell’uomo viene consegnato… Se uno vuole essere il primo, sia il servitore di tutti» New York, La Liturgia di Domenica 23 Settembre 2018, XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

Il nostro cuore, Domenica 23 Settembre 2018
 <<Il mondo dello Spirito non è sbarrato
E' il nostro cuore a essere chiuso>>.
Johann Wolfgang Goethe

(cit. da V.Messori in "Quando il cielo ci fa segno" ed.Mondadori pag.20 €17)

 

 

 

 

Domenica  16 Settembre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Tu sei il Cristo… Il Figlio dell’uomo deve molto soffrire» New York, La Liturgia di Domenica 16 Settembre 2018, XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

e tuttavia la creatura non sia Dio, Domenica 16 Settembre 2018
.....come è possibile che da Dio che è tutto, nasca il qualcosa della creatura, così che Dio sia il tutto della creatura e tuttavia la creatura non sia Dio?
Eric Przywara

(cit. in Marcello Paradiso "Il blu e il giallo" nota di pag.47 ed.Effatà €14)

 

 

 

 


 

Sabato 15 Settembre

News

Tempi ha un nuovo sito. E qui vi spieghiamo come funziona di Tempi

Premium

Anche il diavolo ha paura del libro di Enzo Piccinini
di Berlicche

Scuola

Buon anno scolastico. Amate la pienezza della libertà
di Luca Montecchi

Lo Stato tratta gli insegnanti delle scuole paritarie come docenti di serie B
di Filomena Pinca

 

Società

«Non voglio la Luna. Rivoglio la Terra, Susan e i miei figli»
di Caterina Giojelli

Volete uccidervi con l'eutanasia fai da te? Il New York Times vi insegna come
di Leone Grotti 

 

Neonati appesi all'amo "gender x"
di Caterina Giojelli 

Esteri

Trump continua a vendere armi all'Ucraina per indebolire la Russia
di Rodolfo Casadei

In Nigeria torna l'incubo del Califfato di Boko Haram
di Leone Grotti

 

Interni

Se la chiusura domenicale non c'entra con Dio è inutile
di Rodolfo Casadei

 

 Tuesday 11 September

News

"Tutti dovrebbero fare un po' di galera nella vita". Cosa c'è su Tempi
di Tempi

Tempi ha un nuovo covo. Come abbonarsi al mensile
di Redazione

Interni

Servirebbe un uragano Katrina per cambiare il nostro modo di intendere la scuola
di Gianmario Forneris - Emanuele Boffi

Una scuola è un'opera se c'è un popolo che la sostiene
di Franco Viganò

A qualcuno interessa se i docenti passano dalle paritarie alle statali?
di Tommaso Tornaghi - Emanuele Boffi

Politica

Quale razzismo vede l'Alto commissario Onu?
di Redazione

Esteri

Lo Stato (islamico) nello Stato (francese)
di Leone Grotti

"Spiarli per il loro bene", il business delle paure scolastiche
di Caterina Giojelli

Belgio, bambino di 11 anni con la fibrosi cistica riceve l'eutanasia. Scelta "libera"?
di Leone Grotti

Chiesa

La Chiesa di Inghilterra è a un passo dall'estinzione
di Leone Grotti

 

Tuesday 04 September

Chiesa

Tutto fa brodo per macellare la Chiesa
di Luigi Amicone

Oggi viene beatificata Anna Kolesarova, martire a 16 anni per la castità
di Marek Ondrej

Cultura

La stella e la mezzaluna. Il lungo viaggio per tornare a casa
di Emanuele Boffi

Società

Non tutti in Belgio vogliono morire
di Leone Grotti

Esteri

Caos in Libia. La Francia è spregiudicata, ma l'Italia si conferma troppo timida
di Redazione

Tutto pronto in Siria per la battaglia finale di Idlib
di Redazione

«Il mio cuore sanguina. In Cina stiamo tornando alla Rivoluzione Culturale»
di Shen Xianfeng

«Se Corbyn diventerà premier, gli ebrei lasceranno in massa l'Inghilterra»
di Leone Grotti

Il medico specialista della fecondazione padre di 40 figli (a loro insaputa)
di Redazione

Nigeria. Pastore protestante bruciato vivo insieme alla moglie e ai tre figli
di Leone Grotti

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
 

REALMADRID

Posted: 15 Sep 2018 07:07 AM PDT

Dalla newsletter Une minute avec Marie (7 agosto 2018): «La domenica dopo la vittoria della Coppa dei Campioni il 26 maggio 2018, Zinedine Zidane e i giocatori della sua squadra spagnola, il Real Madrid, si sono recati alla cattedrale di Santa María La Real de La Almudena, a Madrid, per presentare il loro trofeo alla Santa Vergine».

 

AFRICA

Posted: 10 Sep 2018 07:44 AM PDT

«L’umanitarismo non riduce la povertà. Anzi. Ingrassa i corrotti, arricchisce i dittatori, abitua la gente a mendicare. Quando non allunga le guerre. Sono gli economisti africani a denunciarlo. In mezzo secolo, a partire dalle indipendenze, l’Africa ha usufruito a vario titolo di aiuti finanziari per oltre mille miliardi di dollari senza che questo abbia portato a una riduzione della povertà. Al contrario, tra il 1970 e il 1998, periodo in cui sono affluiti nel continente i maggiori contributi dall’estero, la povertà è salita dall’11 al 66 per cento» (Rassegna Stampa, 12.7.18).

 

FANATISMO

Posted: 05 Sep 2018 08:48 AM PDT

«Quando si parla di fanatismo religioso si dovrebbe anche ricordare la prima misura antiecclesiastica della Rivoluzione Francese e cioè la proibizione di incensare, durante le funzioni liturgiche, i sacerdoti, i fedeli e le salme dei defunti, in quanto l’incenso doveva essere adoperato solo per rendere onore all’Essere Supremo (sic!)». Alberto Leoni, “Storia della guerre di religione”, Ares, p. 209.

 

 

 

 

La Vandea de “La Stampa” e quella della storia. Cronache di una mistificazione che non conviene a nessuno.

di Robi Ronza,10 settembre 2018 
“La rivincita della Vandea” è uno dei titoli più significativi di una doppia pagina che oggi l’autorevole quotidiano torinese La Stampa 
Leggi il resto dell'articolo

 

 

Lega e 5 Stelle: le ragioni della loro solida alleanza provvisoria

di Robi Ronza, 14 settembre 2018
Lega e 5 Stelle: così alleati, così diversi, Corriere del Ticino, 13 settembre 2018

Due cruciali scadenze rendono sempre più complessa la partita in corso in Italia tra Lega e 5 Stelle, adesso alleati di governo, ma in prospettiva destinati a divenire i due opposti poli Leggi il resto dell'articolo

 

Il ponte di Genova e il paese di Pulcinella

di Robi Ronza, 6 settembre 2018
Quanto sta accadendo a Genova dà la spiacevole sensazione che l’Italia sia il paese di Pulcinella, ossia ciò che avrebbe tutti i numeri per non 
Leggi il resto dell'articolo

 

Governo alla prova. Riusciranno i nostri eroi a venirne fuori? Speriamo di sì (anche se al momento non riusciamo a vedere come)

di Robi Ronza,  3 settembre 2018
Venerdì prossimo, 7 settembre, si riunisce a Bruxelles l’Eurogruppo, composto dai ministri dell’Economia e delle Finanze dei 19 Stati membri dell’Unione Europea che hanno adottato l’euro; e il giorno dopo 
Leggi il resto dell'articolo

 


Il memoriale contro Papa Francesco e le lettere di Santa Caterina da Siena ai Papi del suo tempo: un confronto salutare

di Robi Ronza
La vicenda del memoriale diffuso da alcuni giorni -- in cui un alto prelato critica Papa Francesco fino a chiederne le dimissioni -- mi ha richiamato alla memoria il caso delle lettere che Santa Caterina da Siena scrisse ai Papi del suo tempo per sollecitarli a combattere la corruzione nella Chiesa di allora.
Sono andato a rileggermele, e consiglio di fare lo stesso a tutti, compresi l’autore del memoriale e coloro che stanno aiutandolo a dargli tutta l’eco mediatica possibile. Né guasterebbe, per chi sia in grado di farlo adeguatamente, un paragone tra la Chiesa del secolo XIV e quella di oggi, non solo con le sue molte ombre ma anche con tutta la sua moltissima luce.
Un confronto tra quel memoriale e tali lettere è quanto mai salutare. Dà infatti tutta la misura di come iniziative del genere possano venire prese o meno con amore alla Chiesa e con rispetto consapevole per la sua natura e per la sua sostanza; ad majorem Dei gloriam oppure a gloria propria. Con questo non è che i problemi spariscano, ma ciononostante cambia tutto.
31 agosto 2018

 

8170

di Robi Ronza
Colpi di scena e non-politica dell'Europa, Corriere del Ticino, 27 agosto 2018
E’ una vicenda davvero senza precedenti in Italia, ma forse nel mondo, quella che vede ora il ministro dell’Interno in carica, 
Leggi il resto dell'articolo

 

 

 

 

 

Domenica  9 Settembre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Fa udire i sordi e fa parlare i muti» New York, La Liturgia di Domenica 9 Settembre 2018, XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

In tutti i mestieri non si è pagati per il lavoro più importante, Domenica 9 Settembre 29018
Se sei insegnante, ti pagano per andare a scuola, ma per andare a scuola con passione non ti pagano.
Il problema della passione è tuo.
In tutti i mestieri non si è pagati per il lavoro più importante: la crescita di sé , diventare più veri.
Ciò che costituisce veramente il lavoro è il suo fondo di gratuità, cioè la ricerca del vero e la testimonianza a esso come scopo della vita.
[....]
Se non sappiamo innanzi tutto noi a cosa serva la nostra vita, come possiamo far capire ai ragazzi perché serve la loro?
E' l'indifferenza che uccide la scuola.
E' l'estraneità che impedisce l'educazione.
Giancarlo Cesana

(cit. in "Ed io che sono?Tra psicologia ed educazione" pag.115 ed. La Fontana di Siloe €10)

 

 

 

 

Domenica  2 Settembre  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Trascurando il comandamento di Dio, voi osservate la tradizione degli uomini» New York, La Liturgia di Domenica 2 Settembre 2018, XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

LA ragione come misura della realtà, Domenica 2 Settembre 2018
Nell'esperienza, la realtà - <<una realtà che ci è data, in cui ci si imbatte, [che] non è creata da noi>>
- emerge al nostro sguardo umano.
Che cosa è allora la ragione?
<<E' quel livello della creazione in cui essa è consapevole di sé [......]
Questa autocoscienza genera la definizione di ragione>>.
Ecco, è precisamente questo che si è incrinato:
la ragione, invece di essere coscienza della realtà che si mostra nell'esperienza,
è divenuta "misura" della realtà;
la ragione ha cominciato a imporre all' esperienza i propri confini,
a sottomettere cioè l'esperienza alle proprie "misure".
Juliàn Carròn

(cit. in "Esercizi della Fraternità di Comunione e Liberazione 2018" pag.42 in www.clonline.org )

 

 

 

 

Tuesday 28 August

Chiesa

Papa Francesco a chi dovrebbe consegnare le sue dimissioni?
di Alfonso Indelicato - Emanuele Boffi

News

"Chi siamo noi per educare?". Cosa c'è sul nuovo Tempi
di Tempi

Esteri

«In Svezia la libertà religiosa è a rischio ma la curiosità verso la fede rinasce»
di Rodolfo Casadei

«I cristiani devono lottare per restare in Iraq. Questo è il nostro compito»
di Leone Grotti

Società

La cosa più bella del libro di Piccinini è Piccinini stesso
di Emanuele Boffi

L'unico vero supereroe del Meeting porta il saio al Villaggio ragazzi
di Caterina Giojelli

Meeting. Giobbe e il problema del dolore «creato dal cristianesimo»
di Leone Grotti

Gian, il gigante della carità
di Caterina Giojelli

Chiesa

«Giussani mi ha insegnato a sfidare la cultura dominante»
di Leone Grotti

Cultura

Jean Valjean, uno «strano santo»
di Caterina Giojelli

Interni

Gli eroi dimenticati del terremoto
di Vittorio Robiati Bendaud

 

Saturday 11 August

News

“Kamikaze”. Cosa c’è su Tempi
di Tempi

Regala Tempi a un amico
di Tempi

Politica

L'attacco twitter a Mattarella è una fake news
di Emanuele Boffi

Cultura

«Un giornalista e il suo giornale sono responsabili davanti ai lettori o davanti alla storia?»
di Aleksandr Solženicyn

Esteri

«Perché, invece di curarmi, continuate a propormi di morire con l'eutanasia?»
di Leone Grotti

Eutanasia in Belgio. Ogni giorno vengono uccise 7 persone
di Ferdinando Cancelli

L'Argentina boccia l'aborto. «Il nascituro ha diritto di vivere nel nostro paese»
di Redazione

Cina. «Xi Jinping al posto di Gesù nelle case grazie alla riforma del pensiero»
di Leone Grotti

Armi, dollari e tanta ipocrisia. Cosa svela la crisi dell'estate tra sauditi e Canada
di Leone Grotti

Società

Scozia. Lezioni di gender ai bambini di cinque anni: «Il sesso lo decidi tu»
di Redazione


 

 

 Friday 31 August

Esteri

Pakistan. La storia di Binish Paul, gettata da un palazzo perché non ha voluto convertirsi all'islam
di Leone Grotti

Siria. I curdi chiudono le scuole cristiane
di Rodolfo Casadei

Il Belgio scopre l'esistenza delle lettere di san Paolo. E si indigna
di Leone Grotti

Cultura

Con la maschera di Spiderman all'inferno di Dante
di Caterina Giojelli

Ecco perché abbiamo ancora bisogno dei giornali di carta
di Rodolfo Casadei

Chiesa

Australia, Chiesa: «Legge impraticabile, non violeremo il segreto confessionale»
di Leone Grotti

Interni

Le Dat sono la via italiana all’eutanasia
di Giuliana Ruggieri

Il Deserto dei Tartari

È possibile una democrazia illiberale?
di Rodolfo Casadei

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
 

ARCOBALENO

Posted: 25 Aug 2018 10:11 AM PDT

La bandiera arcobaleno comparve per la prima volta nel 1525. Era quella degli anabattisti di Turingia guidati dal predicatore Thomas Müntzer. Il quale «era riuscito a penetrare in Mühlhausen prendendovi il potere e instaurando una repubblica di stampo protocomunista che degenerò, ben presto, nel caos più completo» (Alberto Leoni, “Storia delle guerre di religione”, Ares, p. 72).

 

STREGONERIA

Posted: 30 Aug 2018 06:45 AM PDT

«In tutta l’Europa i processi per stregoneria dal XVI al XVIII secolo furono, probabilmente, 110mila, con 60mila condanne a morte. Ora il punto interessante è che metà di questi processi avvenne in Germania (…) mentre in Spagna e in Italia vi furono 10mila processi con pochissime condanne a morte». «E il merito di tale, relativa, mitezza fu il tanto vituperato tribunale dell’Inquisizione con il suo rigore procedurale. Di conseguenza nei Paesi in cui la Chiesa cattolica fu cancellata e perseguitata si assistette a una maggiore irrazionalità proprio perché a correggere il sentire popolare non vi erano la struttura e l’organizzazione di Roma» (Alberto Leoni, “Storia delle guerre di religione”, Ares, p. 99).

 

 

 

Amatrice e l’esempio (ignorato) del Friuli
di Robi Ronza
Il secondo anniversario del terremoto -- che nel 2016 devastò Amatrice e altre località appenniniche ai confini tra Lazio, Abruzzo e Umbria -- è stato in questi giorni occasione per momenti di commosso ricordo e di preghiera. Si mancherebbe però 
Leggi il resto dell'articolo
Robi Ronza | 24 agosto 2018

 

 

Consigli di lettura di mezza estate
di Robi Ronza
Sino alla fine del corrente mese di agosto pubblicherò cose nuove su queste pagine meno frequentemente del solito.
Segnalo che la circostanza può però essere una buona occasione per...esplorare l'ampio archivio del sito. Lo si può fare molto facilmente avvalendosi del suo motore di ricerca interno, attivabile tramite la finestrella a destra qui a fianco.
Suggerisco poi di andare a vedere la sezione "Antologia" che contiene testi di particolare respiro. Vedo che tra di essi vengono suscitano tra l'altro particolare interesse Fatti e idee del Novecento: uno sguardo d'insieme e Luigi Giussani, 1922-2005.
Robi Ronza | 22 agosto 2018

 

 

 

 

 

Domenica  26 Agosto  2018

   
 

La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna» New York, La Liturgia di Domenica 26 Agosto 2018, XXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

 Esiste al mondo una punizione che possa far espiare il crimine commesso contro di noi?, Domenica 26 Agosto 2018
<< Credo nel Dio d'Israele, anche se ha fatto di tutto perché non credessi in lui.
[....]
Perciò concedimi, Dio, prima di morire,[.....] di chiederTi ragione, per l'ultima volta nella vita.
Tu dici che abbiamo peccato?
Di certo è così.
Che perciò veniamo puniti?
posso capire anche questo.
Voglio però sapere da Te:
Esiste al mondo una colpa che meriti un castigo come quello che ci è stato inflitto?
Tu dici che ripagherai i nostri nemici con la stessa moneta?
Sono convinto che li ripagherai, e senza pietà, anche di questo non dubito.
Voglio però sapere da Te:
Esiste al mondo una punizione che possa far espiare il crimine commesso contro di noi?
Tu dici che ora non si tratta di colpa e punizione, ma che hai nascosto il Tuo volto,
abbandonando gli uomini ai loro istinti ?
Ti voglio chiedere, Dio, e questa domanda brucia dentro di me come un fuoco divorante:
Che cosa ancora, sì, che cosa ancora deve accadere
perché Tu mostri nuovamente il Tuo volto al mondo?>>
Zvi Kolitz

(cit. in: "YOSSL RAKOVER SI RIVOLGE A DIO" pag.24 ed. Adelphi €10)

 

 

 

 

Domenica  19 Agosto  2018

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda» New York, La Liturgia di Domenica 19 Agosto 2018, XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

Vedete, io non vi farò perdere niente di quello che vi ho dato, Domenica 19 Agosto 2018
Chi afferma che, di fronte a una calamità, la presenza di Dio va cercata principalmente o esclusivamente nell'azione altruista dei soccorritori e nel desiderio di giustizia di chi investiga le responsabilità umane della catastrofe, è già un ateo anonimo, anche se si professa cristiano o comunque credente religioso.
Non si può antropomorfizzare integralmente Dio senza alla fine perderlo.
La posizione cristiana è quella che per esempio don Luigi Giussani riassume in un testo scritto a commento della festa dell'Assunzione, che quest'anno è caduta il giorno dopo la tragedia di Genova:
<< Con il mistero dell'Assunzione il Signore dice: " Vedete, io non vi farò perdere niente di quello che vi ho dato, di quello che avete usato, di quello che avete gustato, persino di quello che avete usato male, se voi sarete umili di fronte a me.
Beati i poveri di spirito, cioè: se voi riconoscete che tutto è grazia, che tutto è misericordia, perché i vostri criteri sono niente, il mio criterio è tutto">>
Rodolfo Casadei

(cit. in "Cosa c'entra Dio col crollo del ponte Morandi?" in www.tempi.it 16 Agosto 2018)

 

 

 

 

 

 

@

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
 

BOH

Posted: 20 Aug 2018 11:18 AM PDT

Su AffariItaliani.it del 3 luglio 2018 leggo: «Due italiani ritenuti responsabili dell’aggressione ai danni di due dipendenti Atm compiuta lo scorso 13 maggio (a Milano, ndr) sono stati arrestati». I loro nomi: «Lorenzo Pierre Lablache, di 23 anni, e Leon Wisem Mohamed Touil, di 25». Boh.

 

CHAMBOURCY

Posted: 15 Aug 2018 06:49 AM PDT

A Chambourcy, in Francia, «i responsabili di un supermercato Carrefour hanno acconsentito alla pretesa dei musulmani in città di rimuovere i prodotti israeliani dagli scaffali, giudicando la vendita “un affronto ai clienti musulmani”» (Lorenza Formicola, La Nuova Bussola Quotidiana, 20.6.18). Nessuna piaggeria ma solo business: i musulmani a Chambourcy sono tanti, gli ebrei pochissimi. C’è anche da dire che gli islamici durante la ramadan spendono fino al 30% in più, per via delle mangiate serali.

 

SEVINTERESSA

Posted: 12 Aug 2018 11:12 AM PDT

Il direttore della Scuola “Spes-F” di Napoli, destinata ai nuclei socialmente disagiati e con tanti figli a carico, prof. Paolo Buonaiuto, sarà ospite martedì 14 agosto della trasmissione di Giuseppe Brienza “Temi di dottrina sociale della Chiesa”, in onda su Radio Mater dalle ore 17.30 alle 18.30. Il tema della puntata sarà “Scuola e Dottrina sociale della Chiesa” e, partendo dal magistero della Chiesa e in particolare quello di Papa Francesco sui temi dell’educazione, ripercorrerà anche una delle esperienze più interessanti del pensiero sociale cattolico italiano qual è stato il Codice di Camaldoli (1943). Per ascoltare in streaming la puntata o cercare le frequenze nazionali FM della radio si può consultare il sito: www.radiomater.org.

 

 

PANTHEON

Posted: 10 Aug 2018 10:34 AM PDT

«Era il 609, il 13 di maggio quando, dopo che l’imperatore bizantino Foca glielo aveva donato, che papa Bonifacio IV consacrò il Pantheon in Roma per renderlo una chiesa cristiana. Il 13 maggio si compì il rito di esorcismo, come raccontano le cronache dell’epoca. Il pontefice era posto di fronte al portone d’ingresso e recitava le formule sacre per scacciare i demoni che si celavano all’interno del Pantheon. Le loro urla atterrirono la folla e solo Bonifacio IV ebbe la forza necessaria a resistere a quelle visioni demoniache. Quando il rito fu concluso, la chiesa venne consacrata alla Madonna e prese il titolo di Santa Maria del Martiri» (Aleteia.org, 18 giugno 2018).

 

 

 

 

Le vittime del viadotto Morandi, il ponte di San Luís Rey e il mistero della loro morte

di Robi Ronza
Tante cose si sono potute umanamente dire e si sono dette a proposito del tragico crollo a Genova del viadotto Morandi, e anch’io nel nostro piccolo ho detto qualcosa. Al di là di tutto resta però intatto Leggi il resto dell'articolo
18 agosto 2018

 

La tragedia del viadotto di Genova, il governo e l’ alibi, sempre comodo, del capro espiatorio

di Robi Ronza
Quando lo scorso 13 agosto scrivevo in queste pagine di quanto la pessima abitudine di prendere il cane per la coda sia una storica debolezza della vita pubblica del nostro Paese ovviamente non potevo immaginarmi che il mattino dopo, Leggi il resto dell'articolo;
Robi Ronza | 16 agosto 2018


Augurio per dopo Ferragosto: che tanto dal governo quanto dalle opposizioni vengano proposte serie su cui aprire un dibattito serio

di Robi Ronza
 Nell’epoca di Twitter, Facebook e compagnia bella nella quale siamo ormai immersi, la pessima abitudine di prendere i cani per la coda, non da oggi una tipica debolezza della vita pubblica del nostro Paese, ha purtroppo trovato Leggi il resto dell'articoloRobi Ronza | 13 agosto 201


Il voto dell’Argentina contro l’aborto e l’imbarazzo di “Avvenire”

Questa mattina la notizia della bocciatura della proposta di legalizzazione dell’aborto da parte del Senato argentino era nel titolo di apertura della prima pagina di BBC News, il sito Leggi il resto dell'articolo
Robi Ronza | 9 agosto 2018


Il governo alla prova delle “grandi opere”

Corriere del Ticino, 8 agosto 2018
Come era prevedibile, il caso delle cosiddette “grandi opere” sta mettendo a dura prova la sopravvivenza del governo Lega / 5 Stelle in carica a Roma dallo scorso primo giugno. La sorte dell’acciaieria Ilva di Taranto, la battaglia dei “verdi” contro Leggi il resto dell'articolo
Robi Ronza | 8 agosto 2018

 

 

 

 

Domenica  12 Agosto  2018

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo» New York, La Liturgia di Domenica 12 Agosto 2018, XIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

quello che passa attraverso di noi, Domenica 12 Agosto 2018
Non c'è un altro segno della bontà di Dio, della misericordia di Dio, dell'amore di Dio, se non quello che passa attraverso di noi.
Kevin Joseph Farrell

(cit. in "Esercizi della Fraternità di Comunione e Liberazione" libretto pag.40 in www. clonline.org)

 

 

 

 

 

Domenica  5 Agosto  2018

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!» New York, La Liturgia di Domenica 5 Agosto 2018, XVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

SE L'IDEALE DELLA VITA È LA RIUSCITA TUTTO È PRETESTO DELL'AFFERMAZIONE DI TE, Domenica 5 Agosto 2018
Se l'ideale della vita è la riuscita, ciò significa che tutto c'è come pretesto  della tua affermazione, dell'affermazione di te.
L'affermazione di sé è un amor proprio che non ci lascia la minima capacità di adeguarci all'altro o di perdonare.
Laddove una suscettibilità ipertrofica sia appena toccata, ci si mette ad urlare.
Luigi Giussani

(cit. in "La convenienza umana della fede" pag.153 ed. Bur-Rizzoli €14)

 

 

 

 

 

«Un giornalista e il suo giornale sono responsabili davanti ai lettori o davanti alla storia?»
Lo squilibrio fra la libertà di fare il bene e di fare il male, il giuridismo che assicura la mediocrità, lo slogan menzognero «tutti hanno il diritto di sapere tutto» della stampa. A dieci anni dalla morte, la lezione che Solženicyn diede ad Harvard
Aleksandr Solženicyn 
3 agosto, 2018


 

Congo, torna la paura di Ebola

Una nuova epidemia nel nord-est del paese ha già causato la morte di una ventina di persone. È la decima da quando il virus ha infierito per la prima volta nel 1976
Redazione 
3 agosto, 2018


 

 

@ «Solo riscoprendo le radici cristiane, l’Europa non dovrà più temere l’islamismo»

Parla il cardinale Vinko Puljic, arcivescovo di Sarajevo e primate della Chiesa della Bosnia-Erzegovina. La comunità internazionale «non ha offerto ai cattolici lo stesso aiuto concesso ad altri gruppi»
Redazione 
1 agosto, 2018

 

 

Il diritto a non emigrare e i numeri di un fenomeno epocale

Esiste un bene comune costruito su una identità culturale che va protetta, ma fa parte di questa identità accogliere e integrare, contro l’egoismo e l’individualismo
Marco Invernizzi 
30 luglio, 2018

 

Sull’immigrazione non ragioniamo con la pancia

Schierarsi è doveroso, ma non può essere l'esito di un pregiudizio, di un a priori che prescinde dalla verità dei fatti. Lettera
Elena Fruganti 
4 agosto, 2018

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammiller

RAMADAN

Posted: 05 Aug 2018 08:21 AM PDT

«Hani Shamshoun Girgis, fotografo cristiano di 31 anni, dipendente del quotidiano Tahrir, è stato fermato il 5 giugno alla stazione di Giza (Egitto, ndr) dalla polizia. Quando gli agenti, dopo aver frugato nel suo zaino, hanno trovato all’interno una bottiglietta d’acqua l’hanno accusato di non osservare il Ramadan. «Si sono arrabbiati e mi hanno portato alla stazione di polizia ferroviaria come se fossi un criminale. Nell’ufficio un agente mi ha detto: “Perché ti porti dietro una bottiglietta d’acqua durante il Ramadan?”. Io gli ho risposto che non digiunavo perché sono cristiano, allora ha cominciato a insultarmi e mi ha detto che dovevo considerarmi in stato di fermo fino al calar del sole» (Tempi.it, 15.618).

AFRICA

Posted: 30 Jul 2018 08:58 AM PDT

«Dalla fine della colonizzazione europea, ogni anno decine di miliardi di dollari, quasi tutti forniti dall’UE, dai suoi stati membri, da Gran Bretagna e Stati Uniti, si riversano sul continente (africano, ndr) per realizzare progetti di sviluppo, far fronte alle emergenze umanitarie, saldare debiti pubblici, pagare le spese elettorali, assistere sfollati e rifugiati, tenere aperti e funzionanti ospedali e scuole, riempire le casse statali, mantenere le missioni di peacekeeping, tenere incollati ai tavoli negoziali i portavoce dei gruppi armati e dei governi in guerra, combattere il terrorismo islamico…» (Anna Bono, La Nuova Bussola Quotidiana 8.6.18).

 

 

 

 

Perché la Rai ha urgente bisogno di un presidente che non sia un amico degli amici
Nel “profilo” Facebook  dove i contenuti di questo sito vengono automaticamente ripubblicati, alcune mie recenti osservazioni sullo scontro politico attorno alla nomina Leggi il resto dell'articolo
Robi Ronza | 4 agosto 2018 

 

La battaglia pro o contro Marcello Foa alla Rai: l’ultima grande occasione che Berlusconi sta perdendo
di Robi Ronza

Schierandosi a fianco del Pd contro la convalida della nomina di Marcello Foa a presidente della Rai Silvio Berlusconi sta perdendo la sua ultima occasione per dimostrare ciò che purtroppo non ha mai dimostrato: ossia di volere davvero la rivoluzione liberale che a parole ha sempre promesso, ma poi non ha mai fatto. In base a tale promessa il suo partito diventò la forza politica di maggioranza relativa. Poi però, ogni volta che è stato il momento di qualche decisione-chiave, Berlusconi si è mosso in direzione opposta sperperando tutto il grande consenso democratico che aveva raccolto. E anche questa volta, con un partito ormai in disfacimemto, sta andando ancora nella medesima direzione.

Il nocciolo della questione non è che cosa Foa pensi su ogni possibile problema; tanto più che per nessuno dei suoi predecessori l’opinione pubblica venne mai sollecitata ad una tale minuta analisi. E anche l’eventuale sgarbo di Salvini, che lo avrebbe scelto senza consultarsi con Forza Italia (di cui gli occorrevano i voti per la successiva convalida in Parlamento), conta molto meno del fatto che con Foa per la prima volta alla presidenza della Rai ci sarebbe un vero “outsider” e un vero liberale nel senso originario della parola. Qualcuno cioè con cui si romperebbe la catena di un ordine costituito sin qui incrollabile che è anche più antico della prima Repubblica. Un ordine costituito che risale addirittura ai tempi in cui la Rai si chiamava ancora Eiar ed era la pietra angolare della propaganda del regime fascista. L’ideologia del “servizio pubblico”, un tempo solo radiofonico e oggi radiotelevisivo, che l’establishment della Rai invoca a ogni piè sospinto a tutela dei propri innumerevoli privilegi, altro non è infatti che la frettolosa riverniciatura democratica data nel 1945-46 al vecchio monopolio radiofonico del regime fascista per traghettarlo armi e bagagli nella rinata democrazia italiana.

Tanto ghiotto era tale monopolio che i partiti dell’Italia democratica non seppero resistere alla tentazione di tenerselo per loro. Più tardi, venuto meno il monopolio con la nascita delle radio e delle Tv private, restò tuttavia alla Rai una specie di primogenitura che dura ancora oggi, e che i contribuenti italiani continuano  a pagare a caro prezzo. Frattanto, nel passaggio dalla prima alla seconda Repubblica, l’influsso sulla grande azienda dapprima del  Pci e poi dei suoi eredi diventò predominante. Perciò, salvo alcune lodevoli ma limitate eccezioni, oggi il “messaggio” complessivo della Rai si colloca tutto all’interno della cultura laica-radicale in cui gli eredi di Marx sono oggi in massa naufragati, con tutto il tipico misto di moralismo a senso unico e di nichilismo gaio che la caratterizza.

Finché resta il “servizio pubblico radiotelevisivo” con tutto quel che costa, urge pertanto una grande riforma. Ovviamente non per fare l’opposto bensì per garantire davvero quella “informazione completa, obiettiva, imparziale ed equilibrata”, e quello spazio “al maggior numero possibile di opinioni, tendenze, correnti di pensiero politiche, sociali e culturali presenti nella società”, che in una sua nota sentenza la Corte Costituzionale sancì la Rai si dovesse impegnare per “agevolare la partecipazione dei cittadini allo sviluppo sociale e culturale del Paese”.
In questo quadro la battaglia per la presidenza della Rai è ovviamente uno scontro epocale, ma perché decidere a priori di perderlo?
2 agosto 2018
Robi Ronza | 2 agosto 2018


La battaglia per la Rai, ma anche tutto il resto

Con le elezioni dello scorso 4 marzo, e con la nascita del governo Lega / 5 Stelle, anche l’Italia è stata raggiunta dall’ onda di un movimento di dimensioni intercontinentali. Un movimento Leggi il resto dell'articolo
Robi Ronza | 30 luglio 2018

 

 

 

 

 

Domenica  29 Luglio  2018

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Distribuì a quelli che erano seduti quanto ne volevano» New York, La Liturgia di Domenica 29 Luglio 2018, XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

IL RIUSCIRE NELLA VITA COME IDOLO, Domenica 29 Luglio 2018
 [...]il senso della vita come riuscita,
il riuscire nella vita, dove il contenuto è fissato dal singolo.
Riuscire: che malinconico squallore c'è nell'applicazione di questo criterio[..]
E' questo il primo idolo della mentalità moderna, che penetra come piovra
negli interstizi della nostra vita personale e familiare:
la riuscita, il demone dalla riuscita, in qualunque senso,
dal riuscire ad avere la donna al riuscire ad avere figli,
al riuscire ad avere soldi, al riuscire ad avere la salute.
E' il riuscire come idolo.
Luigi Giussani
(cit. in "La convenienza umana della fede" pag.152 ed. Bur-Rizzoli €14)

 

 

 

 

 

Wednesday 25 July

News

“Kamikaze”. Cosa c’è su Tempi
di Tempi

Regala Tempi a un amico
di Tempi

Società

Detransitioner, la nemesi del politicamente corretto
di Rodolfo Casadei

Fate l’amore non la pillola
di Assuntina Morresi

Il mezzo busto gay che ridicolizza la Chiesa
di Caterina Giojelli

Interni

Antonio Gozzi: «Ilva? Una vicenda di ordinaria follia italiana»
di Leone Grotti

Perché ci preoccupa il sì a un farmaco per bambini nel limbo gender fluid
di Centro Studi Livatino

Esteri

«Sono l'ultimo ebreo del Pakistan. Anche i miei fratelli mi hanno ripudiato»
di Leone Grotti

Salvate Leah, «nelle mani di Boko Haram da 150 giorni perché cristiana»
di Leone Grotti

Boko Haram attacca in Ciad
di Redazione

Spagna, le grandi battaglie di un governo che «confonde la grammatica col machismo»
di Rodolfo Casadei

Sicuri che l'Isis in Iraq sia stato sconfitto?
di Leone Grotti

Nicaragua, il fallimento dell'ideologia e la crisi dell'io
di Aldo Trento

Nicaragua, «la Chiesa è perseguitata dal regime»
di Redazione

Nicaragua. «Masaya è sotto una pioggia di proiettili. Cattolici, aiutateci»
di Redazione

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammiller

DUEPOPOLI

Posted: 25 Jul 2018 09:38 AM PDT

«La rivalità tra Fatah e Hamas ha portato a una situazione in cui i palestinesi hanno due mini-stati separati: uno governato da Fatah in Cisgiordania, e un altro governato da Hamas nella Striscia di Gaza» (Lorenza Formicola, La Nuova Bussola Quotidiana 7.6.18). Due popoli due stati? Facciamo tre…

 

 

 

 

Novità in “Le caricature di Marina Molino”

di Robi Ronza

Angela Merkel, Giuseppe Conte, Emmanuel Macron

 

Robi Ronza | 29 luglio 2018

Sergio Marchionne: un’uscita di scena che anche personalmente mi dispiace

di Robi Ronza

 

Senza altro aggiungere alla notizia delle critiche condizioni di salute di Sergio Marchionne -- salvo lo sconcerto per il mistero se non la censura sulle cause per cui è in fin di vita -- rimando a quanto già scrissi di lui in varie occasioni dal 2010 in avanti.

Scrivendo il suo nome nella finestrella del motore di ricerca interno di questo sito, visibile  a destra qui a fianco, si può raggiungere tutto quanto scrissi di lui. Segnalo in particolare due miei commenti a suo riguardo pubblicati rispettivamente il 2 settembre 2010 e il 30 aprile 2014.

Mai lo incontrai di persona, ma ne avevo una stima confermata anche da notizie a suo tempo avute su di lui a Toronto da persone che l'avevano conosciuto sin da quando era ragazzo. Anche per questo il suo venir meno mi dispiace.
Robi Ronza | 23 luglio 2018

 

 

 

I quattro bruscolini del “decreto dignità”, il cardinale Bassetti, e la famiglia come unico vero motore per uscire dalla crisi

di Robi Ronza

Di buono c’è che con il cosiddetto Decreto dignità ( decreto legge n.87 del 12 luglio 2018, “Disposizioni urgenti per Leggi il resto dell'articolo
Robi Ronza | 26 luglio 2018

 

 

 

 

Domenica  22 Luglio  2018

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Erano come pecore che non hanno pastore» New York, La Liturgia di Domenica 22 Luglio 2018, XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

Cos'è Amare? Domenica 22 Luglio 2018
Amare è affermare l'altro.
La vita dell'uomo è amore,
perché è affermare qualcosa di più grande di sé .
E' nel sacrificio che questo viene a galla.
Il sacrificio è la rinuncia alla affermazione di una propria misura,
ed è nel perdere la mia misura che io affermo la misura di un Altro.
Luigi Giussani

(cit. in "La convenienza umana della fede" pag. 144 ed. Bur-Rizzoli € 14)

 

 

 

 

 

Friday 13 July

Sport

Mondiali. Perché la grande stampa tifa Francia in finale
di Leone Grotti

Chiesa

Il dialogo con l'islam o è fondato su verità e carità o non è
di Jean-Louis Tauran

Economia

Tra 10 anni l'India sarà la terza potenza economica del mondo
di Rodolfo Casadei

Cultura

Islam e dialogo: un'esigenza critica assoluta
di Samir Khalil Samir

Esteri

India. Petizione per liberare i cristiani incarcerati dopo i pogrom dell'Orissa
di Leone Grotti

Siria. Assad sempre più vicino a vincere la guerra
di Redazione

Nicaragua, esercito attacca chiese e vescovi. «Mai visto nulla di simile»
di Redazione

«Allahu Akbar, cacciamo gli infedeli». Cristiani ancora sotto attacco in Egitto
di Leone Grotti

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammiller

ACCOGLIENZA

Posted: 20 Jul 2018 08:31 AM PDT

«Viviamo da anni sotto il ricatto morale dell’accoglienza. Gli emigranti irregolari arrivano senza visto, senza documenti, illegalmente, per il viaggio in clandestinità si rivolgono a organizzazioni criminali, per di più quasi tutti mentono all’arrivo sul motivo per cui hanno lasciato il loro paese e addirittura forniscono false identità. (…) Tra il 2015 e il 2017 sono sbarcati in Italia più di 454.000 stranieri irregolari. Per loro è stato creato un nuovo, complesso apparato assistenziale che provvede ai loro bisogni: le cure mediche necessarie, alloggio, vestiario, vitto, denaro per le piccole spese, trasporti, attività del tempo libero, opportunità di frequentare gratuitamente corsi di lingue e di avviamento al lavoro. 83.970 di loro hanno chiesto asilo nel 2015, 123.482 nel 2016 e 130.119 nel 2017. Lo hanno ottenuto solo 3.555 nel 2015, 4.940 nel 2016 e 6.578 nel 2017. Ma ai richiedenti respinti è data facoltà di ricorrere in appello e in cassazione usufruendo del gratuito patrocinio e poiché le spese legali sono sostenute dallo Stato italiano quasi tutti presentano ricorso prolungando in questo modo di anni il diritto di risiedere in Italia, fino alla sentenza definitiva. Poi quelli a cui lo status di rifugiato è negato dovrebbero essere rimpatriati e a maggior ragione dovrebbero esserlo, e in tempi brevi, gli emigranti che non presentano richiesta di asilo. Né gli uni né gli altri sono profughi, per raggiungere l’Italia hanno violato leggi nazionali e internazionali, gravano per miliardi di euro ogni anno sul bilancio nazionale senza prospettive di integrazione economica e quindi neanche sociale. (…) Alla volta dell’Italia invece partono, non per fame né in fuga per la vita, dei giovani convinti di trovarci l’Eldorado, disposti a spendere migliaia di dollari per raggiungerlo: in Italia è tutto gratis, in Italia si guadagnano tanti soldi. “Qui la gente non parte perché non ha niente – diceva già nel 2015 il ministro dei senegalesi all’estero, Souleymane Jules Diop – se ne va perché vuole di meglio e di più”. I governi di altri stati africani lo confermano» (Anna Bono, La Nuova Bussola Quotidiana 7.6.18).

 

CHIESA&CLIMA

Posted: 15 Jul 2018 08:10 AM PDT

«Sul sito della diocesi di Torino è ben reclamizzato un incontro che si terrà il prossimo 22 giugno nel capoluogo piemontese co-organizzato dalla Congregazione dei Padri Barnabiti dal titolo “Ritorno al manicomio: il negazionismo climatico nell’era di Trump”. Relatore è un fondamentalista del cambioclimatismo, Michael Mann. Secondo la diocesi di Torino e i padri Barnabiti, dunque, chi mette in discussione la teoria di un cambiamento climatico causato principalmente dalle attività umane è un pazzo, anche un po’ filonazista (il riferimento al negazionismo non è certo casuale)» (Riccardo Cascioli, La Nuova Bussola Quotidiana 7.6.18).

 

SUICIDIO

Posted: 10 Jul 2018 09:14 AM PDT

«Non c’è mai stata nessun’altra epoca dove si è parlato così tanto di suicidio e dove il suicidio è così praticato. Di tutti i tipi, spontaneo e assistito» (blog di Silvana De Mari, 26 marzo 2018).

 

 

 

 

L’ennesima aggressione a Paolo Savona è aggressione al diritto d’informazione: stravolto dai media il suo intervento in Parlamento
http://www.vietatoparlare.it/lennesima-aggressione-a-paolo-savona-e-aggressione-al-diritto-dinformazione-stravolto-dai-media-il-suo-intervento-in-parlamento/

 

SAVONA, ILVA E NOMINE/ L'attacco al Governo di chi vuole svendere l'Italia
Con la nomina di Fabrizio Palermo si disinnesca un fronte caldo per il Governo, che continua a essere sotto attacco. Al momento invece è l'unico che può difendere i paese. GIULIO SAPELLI
http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2018/7/21/SAVONA-ILVA-E-NOMINE-L-attacco-al-Governo-di-chi-vuole-svendere-l-Italia/831397/

 


Governo del cambiamento, fatti non parole. Cambio n. 1 : la politica estera passa al ministro dell’Interno

di Robi Ronza

Il trio della politica estera italiana, Corriere del Ticino*, 19  luglio 2018

Ritenendo di non poter mancare alla finale della Coppa del mondo di calcio, lo scorso 15 luglio il ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, si è recato privatamente a Mosca. Già che era lì ha fatto due chiacchiere con il ministro russo dell’Interno, Vladimir Kolokoltsev, concludendo la giornata con una conferenza stampa nella sede della Tass, l’agenzia di notizie ufficiale un tempo sovietica e oggi russa.
Leggi il resto dell'articolo, Robi Ronza | 20 luglio 2018

 


Dopo Helsinki: Trump e la sfida che l’Europa farebbe bene a raccogliere

di Robi Ronza
Ieri a Helsinki, durante la conferenza stampa convocata dopo la conclusione dei colloqui fra Trump e Putin, a un giornalista 
Leggi il resto dell'articol,
Robi Ronza | 17 luglio 2018


I proclami di Salvini, i tiri mancini di Mattarella, e la politica di cui il nostro Paese avrebbe davvero bisogno

di Robi Ronza
Riuscirà l’attuale governo a sopravvivere alla sin qui confermata incapacità dei due leader della maggioranza di passare dal ruolo Leggi il resto dell'articolo, Robi Ronza | 13 luglio 2018

 

 

 

 

 

 

Domenica  15 Luglio  2018

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Prese a mandarli» New York, La Liturgia di Domenica 15 Luglio 2018, XV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

Il  contenuto della fede, Domenica 15 Luglio 2018
Riconoscere Cristo è il contenuto della fede.
La fede è riconoscere questa Presenza grande che è la realtà di tutto,
il senso di tutto quello che facciamo.
La fede è data ad alcuni perché rifluisca sugli altri.
Per questo la fede in noi deve diventare un movimento dentro la società.
[.....]
Cristo ha scelto quelli che sono stati chiamati a sentirlo, a capirlo, a viverlo.
Lui ha scelto noi.
<<Non voi avete scelto me, io ho scelto voi, e vi ho mandati>>:
ecco il movimento che inizia;
<< e vi ho mandati affinché facciate frutto>>:
ecco il rifluire nella società e nell'umanità;
<< e il vostro frutto rimanga>>;
ecco la Chiesa che si costruisce nel tempo.
Il problema della vita è Cristo,
il problema della società è Cristo,
il problema del tempo - personale e collettivo - è Cristo
Luigi Giussani

(cit. in "La convenienza umana della fede" pag. 257 ed. Bur-Rizzoli €14 )

 

 

 

 

Domenica  8 Luglio  2018

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Un profeta non è disprezzato se non nella sua patria» New York, La Liturgia di Domenica 8 Luglio 2018, XIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO B)

 

Memorare, di Pino Mulone

La mentalità che ci circonda, Domenica 8 Luglio 2018
 Un fattore da non dimenticare, che pesa sulla nostra gracilità e debolezza,
è la mentalità che ci circonda.
Nella Lettera ai Romani, san Paolo, parlando di una società senza Dio, dice:
<< Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami;
le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in rapporti contro natura.
Egualmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di
passione gli uni per gli altri, commettendo atti ignominiosi con uomini,
ricevendo così in se stessi la punizione che si addiceva al loro traviamento.
E poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio,
Dio li ha abbandonati in balìa di una intelligenza perversa,
sicché commettono ciò che è indegno [e così diventano] colmi d'ogni sorta di ingiustizia,
di malvagità, di cupidigia, di malizia, pieni di invidia, di omicidio, di rivalità, di frode, di malignità;
diffamatori, maldicenti, nemici di Dio, carichi di oltraggio vicendevole, superbi, fanfaroni,
ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, insensati, sleali, senza cuore [con l'apparenza di pietà,
in fondo, sono ] senza misericordia.
E pur conoscendo il giudizio di Dio, che cioè gli autori di tali cose meritano la morte,
non solo continuano a farle, ma anche teorizzano che sono giusti coloro che le fanno>>.
Noi siamo circondati da questo mondo, quel mondo per cui Cristo non prega come dice il Vangelo di san Giovanni.
Perciò noi, fuscelli dentro questa tormenta che da tutte le parti ci investe,
come faremo a resistere,
come faremo a ricominciare sempre?
Luigi Giussani

( cit. in "La convenienza umana della fede" pag.16 ed. Bur-Rizzoli €14)

 

 

 

 

 

Friday 06 July

Società

«Attenti, non possiamo lasciare a giudici e medici potere di vita e di morte»
di Caterina Giojelli

«Mia figlia Louise ha la sindrome di Down. Ecco cos'è l'inclusione in Francia»
di Caroline Boudet

Interni

Assolta la farmacista che si rifiutò di vendere la "pillola del giorno dopo", ma c'è poco da festeggiare
di Rodolfo Casadei

Esteri

Carceri, il modello Trump conviene a tutti (anche a noi che non ne parliamo)
di Caterina Giojelli

Centrafrica. La strategia di colpire i sacerdoti e il sacrificio di padre Gbagoua
di Leone Grotti

Londra accoglie i rifugiati siriani, ma solo se sono musulmani
di Redazione

Strage in Nigeria. «Shock enorme. Una vacca non può valere più di un uomo»
di Redazione

Il coraggio di un deputato che difende i cristiani perseguitati in Egitto
di Redazione

 

 

 

Wednesday 04 July

Politica

Decreto dignità. «Solo slogan. L'impatto sul nuovo mercato del lavoro sarà nullo»
di Caterina Giojelli

«Decreto dignità? Giusto favorire la stabilità, ma servono gli investimenti»
di Leone Grotti

Società

Il Belgio è pronto a depenalizzare «completamente» l'aborto
di Redazione

Vegani difendono i macellai musulmani: «Non attaccateli, non siamo islamofobi»
di Redazione

Interni

Tutti antirazzisti con la pelle degli altri
di Caterina Giojelli

Esteri

Strage in Nigeria. «L'imam ha nascosto noi cristiani in moschea e ci ha salvati»
di Leone Grotti

Il Deserto dei Tartari

Anche Merkel e Macron sono sovranisti (e della peggior specie)
di Rodolfo Casadei

Esteri

Ancora un sacerdote assassinato in Centrafrica
di Redazione

Sei avvocato e contrario al matrimonio gay? In Canada non puoi più esercitare
di Redazione

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammiller

BAVIERA

Posted: 05 Jul 2018 07:01 AM PDT

Dall’1 giugno in tutti gli uffici pubblici della Baviera è obbligatorio esporre il crocifisso: «Un chiaro impegno per la nostra identità bavarese e per i valori cristiani». Indovinate chi ha storto il naso. I soliti laicisti? Sbagliato. La Chiesa. L’arcivescovo di Monaco (di Baviera), cardinale Reinhard Marx, che è pure capo della conferenza episcopale tedesca, «ha detto no all’uso politico del crocifisso». Con lui si sono schierate le associazioni dei giovani cattolici (Bdjk) e dei giovani protestanti (Ebj) bavaresi, «che al governatore hanno ricordato che per loro la croce è simbolo di tolleranza e non di identità» (Il Giornale, 1.6.18).

 

 

 

Una lettura per l’estate e qualche riflessione su don Giussani

di Robi Ronza

Ho trovato quello che stavamo cercando -- la raccolta di 28 testimonianze sull’incontro con don Luigi Giussani a cura mia e di Giuseppe Zola che Jaca Book Leggi il resto dell'articolo

 

Matteo Salvini, Luigi Di Maio e il nocciolo della questione

di Robi Ronza

Il nuovo governo e la svolta in Italia, Corriere del Ticino*, 7 luglio 2018

Il chiacchiericcio pettegolo, amplificato come non mai dalle reti sociali (social ) e dalle cronache televisive a ritmo continuo, che oggi caratterizza la vita pubblica italiana, non aiuta a capire Leggi il resto dell'articolo

Dopo Pontida: il patetico raffronto, e tutto quello che occorre per vincere non solo le battaglie ma anche la guerra

di Robi Ronza, 2 luglio 2018

Provenienti da ogni parte d’Italia, decine di migliaia di persone, assiepate ieri sotto un sole cocente nello storico prato di Pontida (Bergamo), hanno salutato con gioia la consacrazione della nuova Lega blu Leggi il resto dell'articolo

 

 

 

 

 

   
 
@ «AUGURISSIMI, SAN NICOLA. Il sei dicembre prossimo tutti i calendari sono d’accordo: San Nicola di Bari. San Nicola è il Santo protettore di Galatro e si spera che resti a lungo il Patrono di Galatro per guidarlo, proteggerlo, dare alla gente pace e serenità, confortare gli ammalati, far crescere buoni ed onesti i bambini, raddrizzare qualche testa storta, frenare l'esodo che sta spopolando il paese, dare entusiasmo ai pochi rimasti, ispirare a chi di dovere idee per fatti concreti e non per bla, bla, bla ...»,
Cordiani
Carmelo, Galatro (RC),  4 Dicembre  2010
 

 


@ «Il Maestro, il Sindaco Bruno Marazzita. Ciao, Galatrese Bruno. Ricreatore di entusiasmo. Per farisei sei il “mostro”, per i pubblicani, ancora in vita, sei stato e resti il benefattore di Galatro»,
 di Carmelo Cordiani, Galatro (RC), 7 Dicembre 2007
 

 

 

 

@  Il Santo del giorno:
  -Tracce
   -santi, Beati, Testimoni

@  PAPI NELLA STORIA

@  MAGISTERO

 

 

News

 

Brooklyn  News

Rete 4 - Il terzo indizio: Terza puntata
La ragazza del Lago - Anguillara
Federica Mangiapelo
Venerdì 16 Dicembre 2016

Da Mediaset On Demand clicca qui

Archivio

 

Galatro Blog


@
«In Memoria della Signora Franca Cannatà. Zia Franca. Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi la carità,
sarei un bronzo risonante o un cembalo squillante.
», Galatro, Giovedì 28 Aprile2016

@ San Pio da Pietralcina:  «Padre Pio nella mia vita, quando lo straordinario era quotidiano. Appunti della vita del Dottor Francesco Lotti, collaboratore e figlio spirituale di San Pio da Pieltralcina» di Angelo Marazzita, Galatro, 16 Agosto 2015 Festa di San Rocco

@ am: «Italia il bancomat dei terroristi, San Nicola! La generosità di Gianna e gli stravanti aiuti di Greta e Vanessa» Galatro, Sabato 24 Gennaio 2015

am: «Parigi val bene una messa, San Nicola! In margine all'attentato al giornale “Charlie Hebdo” di Parigi il 7 Gennaio 2015» Galatro, Sabato 10 Gennaio 2015

am: «L'Europa rinascerà? San Nicola! L’Europa ha perso per strada molti dei suoi ideali. La vera emergenza odierna» Galatro, Sabato 24 Maggio 2014

am: «Suicidarsi a 13 anni, San Nicola! Sabato mattino una leggera ed esile pioggia, quasi reverenziale, ha accompagnato il funerale di una giovanissima ragazza, una tredicenne. La cronaca nera di una cittadina a ridosso di Torino questa volta è generosa di dettagli» Galatro, Lunedì 21 Aprile 2014

am: «La primavera, San Nicola! Tutto è diverso, tutto è nuovo. Il Destino non ha lasciato solo l’uomo. Il Destino si è reso incontrabile, verificabile» Galatro, Giovedì 10 Aprile 2014

@ am: «La notte degli Oscar, San Nicola! Era una giornata bellissima, primaverile e tiepida. Gli amici sbucavano all’improvviso e alla spicciolata. La compagnia si ricomponeva. Uno degli amici aveva lo sguardo sospeso in aria e a tratti sembrava che calpestasse qualcosa per terra. Di punto in bianco esordì: “Avete visto domenica scorsa gli Oscar?"» Galatro, Mercoledì 12 Marzo  2014

@ am: «La Bulla e le Nuove Periferie, San Nicola! Un timido sole di metà febbraio ci ha invogliato a spingerci a fare una lunga passeggiata sino alle Terme, quelle che Bruno “Il Sindaco” considerava l'oro del Paese. Le poche macchine che intercettavamo lasciavano inalterato tutto l'ambiente, non alteravano la tranquillità che ci invadeva e ci permetteva di parlare con trasporto senza doverci urlare addosso, come invece vediamo accadere sistematicamente in tutte le trasmissione televisive. Ma la questione della “Bulla” di Bollate non ci lasciava tranquilli. “Avete visto cosa ha fatto la bulla ai primi di febbraio, fuori dalla scuola, con la sua tuta grigia e la borsetta a tracolla? Ha insultato e picchiato una ragazza, che forse le ha soffiato il ragazzo, con una semplicità disarmante”, ci raccontava un amico» Galatro, Domenica 16 Febbraio  2014

@ am: «Cannabis … per avere giovani storditi e passivi, San Nicola! Qualche giorno addietro approfittando di un pomeriggio ancora soleggiato ma freddo, con il solito gruppo di amici, facemmo una passeggiata lungo la strada che porta alle Terme, quella strada che “'u Sindacu” fece costruire proprio per agevolare l'accesso alle terme. Si chiacchierava sui festeggiamenti a Montevideo in Uruguay per la liberalizzazione del consumo di marijuana» Galatro, Domenica 2 Febbraio  2014

@ am: «Buon Anno, San Nicola! Le feste di Natale sono appena finite e si ricomincia con le passeggiate in piazza. Un anno nuovo non è diverso dal precedente. I pochi emigranti che erano venuti al paese, per ritrovare i loro cari, sono ormai andati via e pochi sparuti gruppetti hanno ripreso le salutari consuetudini. Da alcune sere si riesce a passeggiare piacevolmente. Non c'è un freddo eccessivo. Si conversa amabilmente ma gli argomenti toccati agitano sempre gli animi» Galatro, Domenica 12 Gennaio 2014

@ am: «L'invidia, San Nicola! Parlare delle vicende sportive ha un effetto: infiammare gli animi. Nelle fredde serate invernali questo è un grande beneficio. Le passeggiate  diventano sempre più corte, come i giorni, mente l’invidia per il successo riportato dalla squadra avversaria, cresce. Nelle vicende politiche nazionali e locali, l’invidia è padrona sovrana. Per non parlare dell’invidia sul luogo di lavoro, pubblico o privato che sia, … e l’elenco potrebbe continuare… ché a tutte un fil di ferro il ciglio fora/ e cuce si come a sparvier selvaggio …» Galatro, Lunedì 16 Dicembre 2013

@  am: «La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che splendore San Nicola!"  Che c'è d'allegro in questo maledetto paese?" gridò l'Innominato di Manzoniana memoria. Questa battuta infiammò la discussione serale in piazza. Il commento dei fatti politici, degli scioperi nelle varie città italiane, non dava adito a possibili vie di fuga. Il disagio, l’ intolleranza, l’ insofferenza verso tutto ciò che non andava bene, prendeva il sopravvento» Galatro, Martedì 10 Dicembre 2013

@  am: «John Fitzgerald Kennedy un mito o il nuovo, San Nicola? Ripercorrere quanto stava sucedendo cinquant'anni fa in america, con quegli gli occhi di un bambino o di un adolescente, rende ancora oggi struggente il ricordo vivissimo di quelle sbiadite immagini in bianco e nero che arrivavano su quell'unico canale televisivo che esisteva. Arrivavano da un mondo lontanissimo che un'improvvisa tragedia rese incredibilmente e dolorosamente vicino. Il mondo era certamente molto diverso. Quelle vicende si fissarono molto più facilmente nel cuore e nella mente, sebbene i mezzi di comunicazione fossero quelli che erano» Galatro, Sabato 30 Novembre 2013

@ am: «Bomba d’acqua, San Nicola! Non erano passati che pochi giorni dalla chiacchierata su “Piove, governo ladro!” che una vera bomba d’acqua si stava abbattendo sulla Sardegna e su di noi. “Una bomba d’acqua sulla Sardegna”, “Un inferno d’acqua sulla Sardegna”, “Il ciclone Cleopatra fa una strage” , “Il ciclone Cleopatra semina morte, terrore e distruzione in Sardegna”, “Sardegna in ginocchio” ... questi i titoli dei vari giornali che leggevamo per capire cosa stesse succedendo» Galatro, Martedì 26 Novembre 2013

@ am: «Piove, governo ladro! San Nicola. Sino a pochi giorni orsono ero fermamente convinto che “Piove, governo ladro!” fosse un’imprecazione inventata nell’era della Prima repubblica, ma in questi giorni mi sono ricreduto. Visitando la mostra “Casimiro Teja, sulla vetta dell’umorismo”. Con mio grande stupore ho scoperto che correva l’anno 1861 quando Casimiro Teja usò questa espressione a corredo di una vignetta che illustrava un comizio indetto dai mazziniani ed interrotto a causa della pioggia. Per certi versi i mazziniani dell’epoca si potrebbe dire sono i grillini di oggi: ai mazziniani ieri, come ai grillini oggi, non andava mai bene nulla. L’imprecazione, però, andava bene allora come va bene oggi per la Prima, la Seconda e la Terza repubblica» Galatro, Sabato 16 Novembre 2013 ... continua a leggere

@  am: «Ognuno ha un prezzo, San Nicola! Quando muore un amico e viene celebrato il funerale ti accorgi che non tutti i funerali sono tristi. La chiesa è piena zeppa delle persone più diverse, gente del popolo, ex colleghi di lavoro, amici e nemici. Tutti hanno bisogno di ringraziarlo per aver reso migliore la propria vita. Il valore di quell’amico lo si vede lì. Poi nei  giorni scorsi leggendo i giornali, ascoltando i telegiornali, si restava sbigottiti nel sentire che alcune minorenni offrivano prestazioni sessuali in cambio di una ricarica telefonica. Per complicare il tutto si aggiungeva anche la notizia che qualche madre prendeva la percentuale sui proventi della prostituzione della propria figlia quindicenne. Era troppo. Tutto diventava insopportabile e rinasceva spontanea la domanda: "Qual' è il valore della nostra vita?"» Galatro, Sabato 9 Novembre 2013

@  am: «Il Papa spiato, San Nicola! Il Papa, gli spionaggi e i social network» Galatro, Sabato 2 Novembre 2013

@  am: «La chiave che apre la porta alla fede, San Nicola.  Immaginate una chiesa chiusa nella quale la gente, che passa davanti non può entrare e da dove il Signore che è dentro non può uscire. Ecco sovente molti cristiani hanno in mano la chiave e la portano via, non aprono la porta; o peggio, si fermano alla porta e non lasciano entrare» Galatro, Sabato 26 Ottobre 2013

Don Giuseppe Calimera: «“Beato l'uomo che confida nel Signore”... è con questa esclamazione che voglio salutare il Professore Cordiani. Ho voluto scegliere questa frase del Salmo 1 perchè così mi piace ricordare il professore, uomo timorato di Dio, uomo che confidava in Dio, uomo che aveva sempre il pensiero alle cose di Dio. Posso confermarlo sopratutto pensando a qualche mese fa quando lui stesso mi chiamò che voleva confessarsi e ricevere il sacramento dell'unzione. Non poteva essere diversamente essendo uscito da una formazione Salesiana dove ha ricevuto i principi cristiani, i valori umani, la conoscenza di Dio, che lui non ha mai smesso di trasmettere a chiunque lo incontrava. Galatro oggi perde un altro dei suoi figli che ha segnato le pagini di questo paese e ha servito questo paese formando diverse generazioni di ragazzi. Avendo studiato pedagogia non poteva che uscirne un uomo, un maestro di vita di valori fondati. La pagina della storia di Galatro da un lato è ricca di figli che hanno dato la vita per questo paese, da un altro lato è povera perché perde un suo figlio che poteva essere ancora strumento di crescita», Omelia per il Funerale di Carmelo Cordiani, Galatro, Domenica 20 Ottobre 2013

Gli amici di Carmelo Cordiani: «QUANDO NOI VEDREMO TUTTO, SAN NICOLA! Era da qualche giorno che il banco davanti a San Nicola era vuoto. Eppure Carmelo non aveva fato altro che raccomandarsi con i suoi amici di andare a trovare il suo Santo protettore, specialmente ora che doveva continuamente rifare il tagliando. Così gli piaceva ricordare i suoi continui viaggi della speranza per rimettere in sesto il suo corpo martoriato. Pieni di dolore e tristezza ci sedemmo al solito posto, ma neanche il tempo di aprire bocca che subito il Santo sbottò.», Galatro, Sabato 19 Ottobre 2013

@ Cordiani Carmelo: «QUANTA MISERICORDIA, SAN NICOLA!. Mi alzai piano piano perché volevo spendere ancora due parole davanti al Tabernacolo. Mi venne a mente di dire a Gesù che, senza la sua presenza nella nostra vita, ci sentiamo vuoti e inutili. Gli dissi anche di scuoterci, quando persistiamo in un atteggiamento orgoglioso che ci tiene distaccati e ci fa credere autosufficienti. Ma anche qui intervenne San Nicola…», Galatro, Domenica  22  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «COSA VUOLE IL SIGNORE, SAN NICOLA? Lo sai che, a volte, ci mandi fuori strada? Nel libro della Sapienza riconosci Tu stesso che il nostro corpo corruttibile appesantisce l’anima e la tenda d’argilla opprime una mente piena di preoccupazioni. Affermi, inoltre, che a stento immaginiamo le cose della terra, scopriamo con fatica quelle a portata di mano. Come possiamo, allora, conoscere il tuo volere? Come possiamo stabilire una relazione con Te se non sappiamo chi sei e cosa vuoi? Addirittura, tramite Luca ci dici che se amiamo il padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli… più di Te non possiamo essere tuoi discepoli. E di chi, allora? Rimaniamo chiusi nel nostro vaso d’argilla, come si è espresso anche il tuo servo Francesco, continuamente in ansia che quella piccola fiammella che abbiamo ereditato, o ci hai dato, si spenga e restiamo al buio?», Galatro, Domenica  15  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «PERCHE’ ULTIMI, SAN NICOLA? “Senti un po’, San Nicola, la faccenda degli ultimi non mi convince. Possibile che tra i tanti guai che ci affliggono dobbiamo metterci da parte se ci siamo sacrificati per un posto in prima fila? Se i primi diventano ultimi e questi i primi, mi sai dire che fine faranno i primi diventati ultimi?”», Galatro, Sabato 7  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «QUANT’E’ STRETTA, SAN NICOLA ? “Abbi pazienza, mio Signore. Non solo hai ristretto la porta, ma non si passa nemmeno sforzandosi per entrare. E allora, cosa ci resta?  Prima hai dichiarato di essere venuto a gettare fuoco sulla terra, poi ci inviti alla conversione, altrimenti periremo tutti allo stesso modo, concludi restringendo la porta … mi sai dire cos’altro ci aspetta? Già è difficile capire il tuo messaggio d’amore, di perdono; quando fai queste dichiarazioni, scusami, ci scoraggi. Possibile che tutta la partita tra Te e noi debba svolgersi sul filo della fede? E chi non ce l’ha? Non ci lasci un po’ di spazio anche per capirti quando il discorso diventa, per noi, assurdo?”», Galatro, Martedì  27 Agosto 2013

@ Cordiani Carmelo: «CHE SPLENDORE, SAN NICOLA! Un tunnel di luci, via Garibaldi di Galatro. Infondo, la chiesetta della Madonna del Carmine, con il portone spalancato. Vigilia della festa e, come per tradizione, la statua era stata portata al “catafalco”, una mini processione nell’altra parte del paese, la sezione Montebello. Suoni, canti, preghiere e un commento del giovane parroco. Poi il ritorno nella chiesetta, uno spazio ricco di ricordi per chi è nato a soli cinquanta metri. Nel fiume Metramo uno spettacolo insolito, un brulicare di fiammelle al passaggio della processione... Quello che conduce alla Madonna è un percorso di luce in cui, più ti immergi, più senti il profumo di cielo .... la madre di Gesù è più onorata, sia sotto il titolo di Madonna del Carmine che quello di Maria SS. Della Montagna. E’ la madre e, con le mamme, si ha più confidenza. Anche per i pellegrinaggi è così: La Salette, Fatima, Lourdes, Loreto…luoghi sacri alla Madonne, dove apri il tuo cuore pieno di rughe e di pieghe sclerotiche, un vero labirinto in cui trovi di tutto», Galatro, Venerdì 16 Agosto 2013

@ Cordiani Carmelo: «SOLO SODOMA, SAN NICOLA? “Ma perché questo uomo, questo capolavoro uscito dalla tue mani, ha combinato e continua a combinare guai?», Galatro, Mercoledì 31 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «PORRO UNUM”! RICORDI, SAN NICOLA? D’altra parte, una sola cosa è necessaria», Galatro, Giovedì 25 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"CHE FIGURACCIA, SAN NICOLA!". Il levita ed il sacerdote passarono indifferenti. E mi ritorna ancora la riflessione di papa Francesco quando ha parlato della “globalizzazione dell’indifferenza”. Sagge parole che, un padre passionista nell’omelia di domenica, ha  allargato aggiungendo che l’indifferenza è peggiore dell’odio, perché l’odio ha un avversario di fronte. L’indifferenza annienta ogni cosa, spegne la coscienza, annulla ogni legame, isola sempre di più spingendo l’uomo verso l’egoismo squallido. Ecco, allora, che si spezza il legame tra marito e moglie, tra padri, madri e figli, al punto di cancellare ogni traccia di rapporto umano», Galatro, Giovedì 18 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"PERCHE’ DUE, SAN NICOLA?". Ci hanno pensato i nemici interni a mettere tutto in crisi ... recentemente ha sottolineato Papa Francesco, una “globalizzazione dell’indifferenza” in materia di fede, come se credere significa solo accettare quello che fa comodo ... Francesco ha detto che, quando vede suore e preti con macchine di ultima moda, sente una fitta al cuore. La macchina serve, ma se ne compri una più modesta, pensando a quanti bambini muoiono di fame. E se alle macchine aggiungiamo le ville al mare, in montagna, gli appartamenti in città?», Galatro, Venerdì 12 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"CHE RETATA, SAN NICOLA!" La fede è un grosso libro in cui si legge una parola sola: Credo», Galatro, Venerdì 5 Luglio 2013

@  Cordiani Carmelo: «SAN BRUNO 2011 ... come gli altri precedenti, quando Bruno Marazzita era il personaggio più amato e più odiato dai galatresi e dopo quel sette dicembre 2002 che fermò il suo tempo. Ma cosa si può augurare ad un amico ormai nell’eternità, al quale il nostro tempo è qualcosa così piccola e meschina che può anche non interessare?  Si è sempre tentati di parlare con un amico scomparso convinti che, vedendo le nostre cose da una dimensione immensa, le riporti al giusto valore, prive di quelle scorie che le appesantiscono, le inaspriscono, le intrecciano in maniera così complicata da rendercele incomprensibili », Galatro (RC),  Giovedì  6 Ottobre 2011

Archivio

 

Galatro

 

 

Meditazioni della Domenica

 

Memorare
Pino Mulone

 

lo Straniero
Il blog di Antonio Socci

 

 

Radio LONDRA: Giuliano Ferrara, guarda i video

SamizdatOnLine - Una via per ricominciare

 

Christmas Truce 1914
OPERATION PLUM PUDDINGS

«È meraviglioso che la tregua tra gli eserciti sia stata generata da un evento accaduto una notte di duemila anni fa». Tra gli orrori della Grande Guerra, un episodio di straordinaria umanità

 

 

Opportunità

 

Piepoli Vito

 

 

 

 

 

 


#Galatro

 ID
 

   

Tempi.  Settimanale di cronaca, giudizio, libera circolazione di idee  ... per abbonarsi a TEMPI