Terme "Bruno Marazzita"
...dopo circa un secolo di varie vicissitudini umane, di passaggi di proprietà e di cambi di gestione ...lo stabilimento termobalneare di Galatro tornava ad essere di proprietà del comune grazie all'opera instancabile del Sindaco Bruno Marazzita... Anche il nuovo palazzo delle Terme è stato ideato e voluto dall’amministrazione con a capo il Sindaco Bruno Marazzita ... che resterà nella storia di Galatro come il più importante ed il più rappresentativo amministratore di tutto il secolo appena concluso ...  il Sindaco Bruno Marazzita disinteressato e coraggioso “difensore civico”.

 

 

 

 

 

VII Incontro Mondiale Famiglie, Milano, 2012: «La Famiglia: il lavoro e la festa» :
DISCORSI BENEDETTO XVI

Sito ufficiale www.family2012.com
 

 

 

 

Benedetto XVI

> Libano, 14-16.09.12

> VII Incontro Mondiale Famiglie, Milano, 1-3.06.12

> Assemblea CEI: Il dono prezioso della fede, 24.05.12

> Arezzo: Nuovo sapore all'intera società civile, 13.05.12
> Educare i giovani alla giustizia e alla pace, 12.01.12
> Laici, cioè cristiani
, 25.11.11
>
In Calabria
9.10.11

> In Germania, 22-25.09.11
Brani scelti

> XXVI Giornata Mondiale della Gioventù, Madrid (Spagna), 18-21.08.11 

> B16 - XXVI Giornata Mondiale Gioventù: L'uomo è veramente creato per ciò che è grande , 06.09.10

> B16 in Gran Bretagna 16-19.09.10

> B16 a Torino  2.05.10

> B16, REGINA CÆLI,  Piazza San Pietro,  16.05.2010

> B16 ai Cattolici D'Irlanda, 19.03.10

> Più grande del peccato , Tracce, Aprile 2010

> Quei peccati dei preti, ferita profonda bisogna tornare alla lezione di Cristo, J. Carron La Repubblica, 4.04.10

 

 

Giuliano Ferrara

RADIO LONDRA

 

 

 

Why not

> Fango. Quando la macchina va in panne
Intervista ad Antonio Saladino, il principale indagato, la «nuova Tangentopoli» italiana risoltasi in un clamoroso flop 29.10.10

> Perché De Magistris non ci crede più
Il giornalista del Corriere sedotto e abbandonato dal giustiziere di Catanzaro rievoca la sua misteriosa metamorfosi. «Iniziata in campagna elettorale» 29.10.10
> Una Bufala finita nel nulla02.03.10
>L’accusatore finisce sotto accusa 16.03.10
 

 

 

 

 

 

 

 

Pellegrinaggio Papa BXVI
in Terrasanta,
8-15 Maggio 2009

Il programma

Servizi di Tempi.It

Servizi di Avvenire

Brani dei discorsi

 

 

 

 

Zibaldone

 

 Editoriale

 

 

 
 In evidenza

 

 

   

Domenica 25 Giugno 2016

   

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo» New York, La Liturgia di Domenica 25 Giugno 2017, XII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

Quando andiamo ad incontrare un ladro, noi portiamo noi stessi a quell'incontro. Domenica 25-06-2017
Quando andiamo ad incontrare un ladro, noi portiamo noi stessi a quell'incontro.
Gesù non ha avuto problemi ad andare a casa di Zaccheo,
senza bisogno di spiegargli tutta la sua teologia o le regole morali.
E' andato perché la verità si incarnava nella sua persona.
Il problema è:
che persone incontra chi ci incontra?
Se quello che incontrano in noi è semplicemente un manuale di cose da fare,
lo conoscono già e non sono capaci di metterlo in pratica.
Ma se si trovano davanti una persona che offre loro amore,
cominceranno a desiderare di andar dietro a quella persona
e di essere come lei, che è ciò che è accaduto con Gesù
Juliàn Carròn

(cit.in "Se non pensiamo che Francesco sia la cura è perché non capiamo la malattia" in www.clonline.org)

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

REGNOUNITO

Posted: 25 Jun 2017 07:22 AM PDT

Secondo il Sunday Times sono circa 80 le scuole che hanno permesso ai propri allievi di indossare sia la divisa maschile che quella femminile a proprio piacimento (La Nuova Bussola Quotidiana). I c.d. «valori dell’Occidente».

 

 

 

 

 

Giacomo Biffi: sull’immigrazione

Dovrebbe essere evidente a tutti quanto sia rilevante il tema dell’immigrazione nell’Italia di oggi; ma credo sia altrettanto innegabile l’inadeguata attenzione pastorale e lo scarso realismo con cui finora esso è stato valutato e affrontato.

 

 

 

 

Domenica 18 Giugno 2016

   

Vincenzo La Gamba


@  La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda» New York, La Liturgia di Domenica 18 Giugno 2017, SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO (ANNO A)

 

@ La Gamba Vincenzo - America: «ITALIANI SI NASCE, NON SI DIVENTA?», New York-Brooklyn, 18 Giugno 2017

Memorare, di Pino Mulone

Tu potrai scoprire se la realtà è positiva se la assecondi, Domenica 18 Giugno 2017
Io ti posso assicurare di si,
ma non ti serve granché, se tu
non lo scopri dall'interno della tua esperienza.
Che la realtà è positiva tu l'hai sentito,
ma non basta ripetere la frase giusta perché sia tua.
E qui di nuovo ritorna la questione della libertà.
[...]
Tu potrai scoprire se la realtà è positiva se la assecondi.
Juliàn Carròn

(cit. in " Appunti dalla Scuola di Comunità di Julian Carron 24 Maggio
2017" in www.clonline.org)

 

 

 

 

Domenica 11 Giugno 2016

   

Vincenzo La Gamba


@  La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Dio ha mandato il Figlio suo perché il mondo sia salvato per mezzo di lui» New York, La Liturgia di Domenica 11 Giugno 2017, SANTISSIMA TRINITA' (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

La Madre è sempre presente, Domenica 11 Giugno 2017
La Madre era là quando il Figlio moriva;
ma è sempre presente anche là dove c'è qualcuno che muore;
nel suo amore, non separa il Figlio dell'uomo dai suoi fratelli;
essa ha accompagnato il Figlio, accompagna dunque tutti i suoi fratelli,
accompagna per servire, per aiutare.
Ciò che ha ricevuto lo mette a disposizione.
La fecondità permanente del suo amore è percepibile là dove uno che muore
ha paura di non incontrare più l'amore,
là dove, alla fine della sua vita, riconosce che ha amato troppo poco,
ha creduto troppo poco e troppo poco ha sperato.
Allora essa interviene con il suo amore affinché germogli un nuovo amore,
una nuova speranza e una nuova fede..
E la forma di questo 'nuovo' è:<< Che avvenga secondo la tua parola>>,
perché ogni persona che muore non può più fare altro che lasciare fare,
senza porre domande e in un abbandono totale.
In questo modo si svela il senso della morte, mentre si svela il senso della
vita della Madre e del Figlio, e l'accompagnamento nella morte diventa
un accompagnamento della vita al di là della morte nella vita eterna.
Adrienne von Speyr

(cit. in "Il mistero della morte" pag.103 ed. Centro Ambrosiano €12)

 

 

 

 

Mercoledì 07 giugno

Il Deserto dei Tartari

La grande rimozione del concerto di Manchester

Politica

Torino, piazza San Carlo. «Errori grossolani. Appendino totalmente inadeguata»

Esteri

Filippine, Marawi. Le armi nascoste nelle moschee e i 70 cristiani salvati da un musulmano

Usa. Overdose di droga principale causa di morte degli under 50 nel 2016

L'esodo dei cristiani da Siria e Iraq. «Il Medio Oriente non è più la nostra casa»

Corti della sharia, moschee estremiste, comunità ghetto. Ecco cosa non può più tollerare la Gran Bretagna

Quasi quasi voto Assad

Chiesa

Mosca. Code chilometriche per le reliquie di san Nicola: «La fede in Russia è forte»

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

PERU’

Posted: 10 Jun 2017 03:50 AM PDT

«Io, in qualità di Presidente della Repubblica del Perù, con l’autorità che mi è stata consegnata faccio un atto di consacrazione all’amore e alla protezione di Dio onnipotente della mia persona, della mia famiglia e della Repubblica del Perù per mezzo dell’intercessione del Sacro Cuore di Gesù e del Cuore Immacolato di Maria». (Pedro Pablo Kuczynski, 21 ottobre 2016).

PERSILI2

Posted: 05 Jun 2017 09:32 AM PDT

“Anche la descrizione della posizione del sudario – che secondo traduzioni recenti era «non là con i teli, ma in disparte, piegato in un luogo» – ha convinto poco don Antonio: «Keímenon, come già keímena, è participio di keîmai, giacere. Ou metà tôn othoníon keímenon significa che il sudario non era disteso come le altre bende. Ma, al contrario (così va tradotto l’avverbio khorìs, in senso modale), appariva arrotolato (entetyligménon, dal verbo entylísso, che significa avvolgere, arrotolare) in una posizione unica, singolare. Così si può tradurre eis héna tópon, che le versioni correnti traducono banalmente come “in un luogo”. Significa che il sudario, a differenza delle fasce distese, appariva sollevato, in maniera quasi innaturale, forse perché su di esso i profumi avevano avuto un effetto inamidante». (don Antonio Persili, intervista a «30 giorni», febbraio 2001, ricordato da Giuliano Guzzo).

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 4 Giugno 2016

   

Vincenzo La Gamba


@  La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Come il Padre ha mandato me anch’io mando voi» New York, La Liturgia di Domenica 4 Giugno 2017, DOMENICA DI PENTECOSTE - MESSA DEL GIORNO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

I tempi sono cattivi, Domenica 6 Giugno 2017
<<I tempi sono cattivi>> diceva san Paolo agli efesini, nella lettera che scriveva loro:
tra allora e ora la differenza è minima, anzi,
forse ora la situazione è aggravata,
perché, come diceva giustamente una scrittrice inglese convertitasi al cristianesimo,
<< gli uomini raramente apprendono ciò che credono già di sapere>>.
Tutti credono di sapere cos'è il cristianesimo, cos'è Cristo,
e perciò nessuno più lo impara, mentre - almeno - duemila anni fa
era una cosa nuova!
Luigi Giussani

(cit. in "Una strana Compagnia" pag.206 ed. Bur - Rizzoli €14)

 

 

 

 

 

Martedì 30 maggio

Società

Blue Whale. «Gli adolescenti hanno bisogno di un'educazione alla violenza»
di Caterina Giojelli

La lezione del "maestro Tanino", che non aveva paura di trattare tutti come se fossero intelligenti
di Sergio Fenizia

Chi mi ha rubato la valigia? Viaggio nella notte profonda di Milano (c'entrano gli immigrati)
di Samuele Zerbini

Sport

Il grande messaggio di Totti non riguarda il pallone
di Fred Perri

Esteri

Egitto. «I cristiani copti trucidati dall'Isis non hanno abiurato»
di Leone Grotti

Nigeria, 27 bambini usati da Boko Haram come kamikaze in tre mesi
di Redazione

Libia. Scontri a Tripoli, pace lontana. «Questa per noi è la normalità ormai»
di Leone Grotti

Filippine, cristiani rapiti da jihadisti. «Li usano come merce di scambio»
di Redazione

Centrafrica. «Prima di spararci, ci lanciavano le mani e i piedi mozzati degli uomini già morti»
di Leone Grotti

«Donne, una specie in via di estinzione nel cuore di Parigi»
di Leone Grotti

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

PERSILI

Posted: 30 May 2017 09:23 AM PDT

«Nell’originale greco è scritto che Pietro, entrando nel sepolcro, vide “tà othónia keímena” […] la versione della Cei traduce questa espressione con “i teli ancora là”. Altre versioni la traducono con “i teli per terra”. In realtà il verbo keîmai, da cui viene il participio keímena, non significa genericamente “essere lì” né tantomeno “stare per terra”. Esso indica una posizione precisa, significa giacere, essere disteso, in una posizione orizzontale. Ciò vuol dire che i due videro non le fasce a terra, ma le fasce distese, afflosciate, senza essere state sciolte o manomesse. Erano rimaste immobili al loro posto. Probabilmente in una nicchia scavata nella parete, tipica dell’architettura funeraria di tipo signorile, in cui era stato posto il corpo di Gesù. Semplicemente, ora quel corpo non c’era più, e le tele si erano afflosciate su se stesse» (Antonio Persili, intervistato da «30 giorni» nel febbraio 2001, e rammentato da Giuliano Guzzo).

 

 

 

LA RAGIONE, IL DIVANO E L'ALLEANZA

La crisi del mondo nato dall'Illuminismo. L'educazione, la libertà. E l'importanza di «parlare con chi è diverso da noi». Cronaca e video integrale del dialogo tra Luciano Violante e Julián Carrón sulle domande nate dall'intervista a "Jotdown"
Alessandra Stoppa

 

Strage di innocenti vicino Aleppo. Vergognoso il silenzio della Comunità Internazionale

“A volto scoperto” documentario sulla Siria mai ritrasmesso

 

 

 

Domenica 28 Maggio 2016

   

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra» New York, La Liturgia di Domenica 28 Maggio 2017, ASCENSIONE DEL SIGNORE (ANNO A)

 

 

 

 

 

È Misericordia il senso ultimo del Mistero” (don Giussani)
 di 

 


https://giovannimarcotullio.com/2017/05/25/linciaggio-negri-milizie-bergogliane/

 

Manchester: le parole di Negri, le invettive dei "misericordiosi"
di Riccardo Cascioli26-05-2017


 

 

"Poveri figli della società che non riconosce il Male"
di Luigi Negri*23-05-2017

 

Mosche contro il vetro
22 maggio 2017

 

INTERNET E' UN FALLIMENTO/ Quel mea culpa del fondatore di Twitter che censura il "bug" umano
Evan Williams, fondatore di Twitter, si arrende: abbiamo sbagliato tutto, dichiara il fallimento dei creatori di social network. Basterà la sua utile autocritica? PAOLO VITES
Ci dicevano: "la democrazia finalmente sarà a portata di tutti".

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

CEVELLERA2

Posted: 25 May 2017 09:06 AM PDT

Padre Bernardo Cervellera su Asia News: «Da tempo l’ex generale al Sisi preme per una società egiziana in cui cristiani e musulmani abbiano stessi diritti e stessi doveri; in cui le procedure per costruire chiese e moschee siano le stesse; in cui vi siano stesse possibilità di carriera nella società e nell’esercito per i fedeli delle due religioni. Un successo di al Sisi in questo campo sarebbe una rivoluzione nel mondo arabo, data l’importanza dell’Egitto, dal punto di vista numerico e culturale».

DUBIA

Posted: 22 May 2017 10:08 AM PDT

La Chiesa ha il “dovere” di chiarire la dottrina, ma con un atteggiamento “sempre aperto, sempre libero”. Lo ha detto papa Francesco nella Messa mattutina di venerdì 19 maggio 2017 (fonte: Zenit.org, stessa data). Magari ai famosi quattro cardinali l’«atteggiamento» interessa meno…

KATTOLICO

Posted: 30 Mar 2017 09:47 AM PDT

Che ci faceva l’italiana suor Blandina con Billy The Kid? E che ci faceva il fratello di Nino Bixio nella guerra di secessione? E che cosa aveva sognato esattamente la moglie di Pilato? Queste e altre domande, con relative risposte, le troverete nella mia ultima fatica: «Il Vangelo fa parte del paesaggio?» (Fede & Cultura, pp. 225, €. 19). Non perdetevelo, mi raccomando.

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 21 Maggio 2016

   

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Pregherò il Padre e vi darà un altro Paràclito» New York, La Liturgia di Domenica 21 Maggio 2017, VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO A)

 

La Gamba Vincenzo - America: «Le stelle cadenti», New York-Brooklyn, 4 Maggio 2017

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 

Non è la realtà che è brutta, il problema è che vedi quel che vuoi vedere. Domenica 21 Maggio 2017
Quante volte chiamiamo realtà ciò che vogliamo vedere?
Quante volte abbiamo fatto lo sforzo di puntare lo sguardo sulla verità delle cose,
davvero curiosi di arrivare al cuore delle cose?
Se facessimo queste lavoro, che si chiama conversione,
la nostra vita vedrebbe cose che altrimenti non può vedere,
che il pregiudizio impedisce di vedere.
Non è la realtà che è brutta, il problema è che vedi quel che vuoi vedere.
La realtà è quella, è sempre lì.
Puoi aprire la finestra, vedere che piove e maledire;
oppure esclamare con san Francesco; <<Laudato si', mi' Signore, per sor' acqua>>.
La realtà è quella, piove. ma perché Francesco vede di più?
Perché la medesima realtà genera in lui una pace, una gratitudine e una lode,
mentre in noi suscita rancore, risentimento, malumore?
E' un modo di guardare.
Bisogna avere il coraggio di lasciare che qualcosa, qualcuno, ci muti lo sguardo,
ci aiuti a guardare.
Franco Nembrini

(cit. in "In Cammino con DANTE" pag.269 ed. Garzanti €169)

 

 

 

 

 

Venerdì 19 maggio

News

"La verità, vi prego, sui vaccini". Cosa c'è su Tempi in edicola
di Redazione

Esteri

Perché Greenpeace rischia di chiudere. Confonde «libertà di parola con disinformazione»
di Francesca Parodi

Nipote di sua madre, figlio di sua sorella. I nuovi pericoli dell'incesto in provetta
di Leone Grotti

Centinaia di morti in Centrafrica. «Musulmani rifugiati nella Cattedrale»
di Leone Grotti

Prete accoltellato sull'altare. Il Messico resta un paese letale per i sacerdoti
di Redazione

Interni

Milano, Madonna imbavagliata esposta dagli anarchici da una palazzina occupata
di Leone Grotti

Intercettazioni e caso Consip. «Siamo alla fuga di non notizie»
di Redazione

Società

Premi ai dirigenti che combattono l'omofobia. Succede a Torino
di Caterina Giojelli

Economia

Così il mercato immobiliare ha ripreso a crescere
di Francesco Megna

 

 

Martedì 16 maggio

Interni

Sentenza Cassazione sul kirpan. «Servirebbe una legge speciale per i sikh»
di Francesca Parodi

L’assoluzione di Saladino e la condanna dell’Italia a una tragica fine greca
di Luigi Amicone

Cultura

Padre Emmanuel, il cappuccino costruttore di comunità e di esperienza
di Giuseppe Reguzzoni

Esteri

Venezuela. «Chi è in disaccordo con il governo deve affrontare minacce, detenzioni e deportazioni»
di Redazione

Venezuela. Civili giudicati da tribunali militari
di Redazione

Gao Zhisheng e la coscienza della Cina
di Leone Grotti

Economia

Lo straniero è già passato
di Alan Patarga

News

"Chi è il papa nero?". Cosa c'è su Tempi in edicola
di Redazione

 

 

 

Martedì 09 maggio

Interni

Unioni civili flop. «Ai gay non interessa il matrimonio gay»
di Francesca Parodi

Torino. «I tagli alle scuole paritarie sono una mossa ideologica dei grillini»
di Francesca Parodi

Esteri

Nigeria. Liberate 82 ragazze di Chibok: «Perché hanno aspettato tre anni per trattare?»
di Redazione

Venezuela. I bambini a scuola svengono per la fame
di Luca M. Possati

Padre Tom, rapito dall'Isis in Yemen: «Liberatemi, la mia salute peggiora»
di Leone Grotti

Siria. Scricchiola già la tregua: almeno 24 morti ad Hama
di Redazione

Egitto. Un altro cristiano assassinato nel Sinai
di Redazione

Indonesia. Condannato per blasfemia finisce in prigione il governatore cristiano di Jakarta
di Leone Grotti

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

 

CERVELLERA

Posted: 20 May 2017 09:03 AM PDT

Padre Bernardo Cervellera su Asia News: «Nel 2015 l’Arabia Saudita ha registrato un incremento del 275% delle importazioni di armi rispetto al 2006-2010; il Qatar un incremento del 279%. Entrambi questi due Paesi – insieme ad altri – sono noti per il loro sostegno alla “ribellione” ad Assad e quindi ad al Qaeda e Daesh».

 

PRECEDENTE

Posted: 15 May 2017 08:15 AM PDT

E c’è un precedente (dicembre 2016). Titolo (stesso quotidiano): «A Lecce i diretti interessati la chiamano “svolta ecumenica”, visto che per la prima volta nel Salento (e probabilmente in Italia) la Chiesa con la sua opera per il microcredito (…) finanzierà con 10mila euro un negozio di telefonia di un pakistano». Musulmano.

APPARTAMENTI

Posted: 10 May 2017 08:02 AM PDT

Titolo del Giornale.it del 15.4.17: «Consegnato il primo dei 55 appartamenti sistemati dalla diocesi di Milano con i fondi dell’8xmille. Il primo dato a un imam egiziano. E scoppia la polemica». Sono cose che succedono, ma per carità niente polemiche. Né scioperi dell’8xmille.

“GIULIA”

Posted: 30 Apr 2017 11:17 AM PDT

Ricordate la povera donna veneta di 41 anni che voleva abortire ma è stata rifiutata da ben 23 ospedali? Impossibile mancare la notizia, ne avevano parlato, scandalizzati, i maggiori quotidiani. Scrive Costanza Miriano nel suo blog: «I magistrati che hanno indagato sulla denuncia della Cgil, il procuratore aggiunto Valeria Sanzani e il comandante dei Nas, Marco Passarelli, hanno concluso che le tante telefonate la donna le ha fatte in preda a uno “stato di ansia”, e che nessun ospedale l’ha respinta (…). Ha fatto la visita una settimana dopo e ha abortito tre settimane dopo, nel pieno rispetto dei termini della 194». Gli scandalizzati di cui sopra? Zitti e mosca. E la guerra alle fake news? Seeeh!

NIVEA

Posted: 10 Apr 2017 07:56 AM PDT

La Nivea ha ritirato una pubblicità di un suo deodorante. Lo spot diceva «Il bianco è purezza». Accusata sui social di razzismo. E che doveva scrivere, «il bianco è monnezza?». E gli alberghi, dovrebbero ritirare gli accappatoi e i lenzuoli? I medici, i loro camici?

 

 

 

Negli Stati Uniti domina la russo-fobia. L'ultima sceneggiata andata in onda, è stata la 'non-notizia' sulle confidenze di Trump al ministro degli esteri russo Trump (durante la visita ufficiale di Lavrov alla Casa Bianca)
Rivelato dalla TV USA NBC il contenuto 'top secret' che Trump ha 'passato' ai russi
g
iovedì, maggio 18, 2017
di Patrizio Ricci 

In tale occasione,  Trump avrebbe divulgato nonsochecosa a Lavrov. Su questo nonsochecosa stasera i 'Tiggì' hanno lasciato intendere che il russia-gate continua, che Trump è stato eletto grazie ai russi, che lavora per i russi etc... Tradotto, questo modo di comportarsi significa che da un pezzo le nostre televisioni pubbliche si fanno concorrenza tra loro solo limitatamente al parlare dell'inutile e per giunta in modo non esatto.

 

 

Gli Usa lanciano nuove accuse contro Assad
Le nuove accuse del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ad Assad sono arrivate lunedì,  in concomitanza con l’ apertura del nuovo ciclo di negoziati di Ginevra. Per l’occasione, gli USA  hanno usato l’immagine evocativa della Shoa: il ‘regime siriano’, ucciderebbe con le torture i prigionieri e poi li farebbe sparire incenerendoli nei forni crematori. Ma in realtà, come vedremo, l'accusa non è corroborata da prove tangibili.
di Patrizio Ricci,
martedì, maggio 16, 2017
Si tratta infatti di un’ accusa che fa acqua da tutte le parti: ricorderete che pochi mesi fa, il governo siriano è stato accusato (tramite il dossier 'Caesar') di torturare ed uccidere i prigionieri: i cadaveri dopo essere stati catalogati e fotografati sarebbero fatti sparire tramite la cremazione. Ma il dossier era già stato confutato più volte. L'evidenza più grande di queste controdeduzioni è che una simile accusa porta con sé una contraddizione evidente:

 

 

 

 

Domenica 14 Maggio 2016

   

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Io sono la via, la verità e la vita» New York, La Liturgia di Domenica 14 Maggio 2017, V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A)

 

Memorare, di Pino Mulone

 

...anche se io non lo vedo c'è un bene grande, Domenica 14 Maggio 2017
[..] occorre qualcuno <<che discernesse/ de la vera cittade almen la torre >>:
qualcuno il cui compito è vedere la meta.
Uno che ti assicura sulla meta, che risponde alla grande domanda che è il cuore dell'educazione;
"Assicurami che valeva la pena venire al mondo,
assicurami che anche se io non lo vedo c'è un bene grande,
c'è un bene per cui vale la pena fare questo sacrificio".
Perché ci vuole uno che discerne, che nella << selva oscura>> della vita,
nelle nebbie dell'esistenza, veda la meta.
Non vedrà la città, non vedrà tutto;
ma << almen la torre>>, ciò che segnala quello a cui tutti siamo destinati.
Franco Nembrini

(cit. in "In Cammino con DANTE" pag. 167 ed. Garzanti €16)

 
 

 

 

Domenica 7 Maggio 2016

   

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Io sono la porta delle pecore» New York, La Liturgia di Domenica 7 Maggio 2017, IV DOMENICA DI PASQUA (ANNO A)

 

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 

Ma un amore condizionato a un "se" si chiama ricatto, Domenica 07 Maggio 2017
Quante volte è come se dicessimo al figlio:
" Sono la tua mamma, certo che ti voglio bene;
ma quanto più bene ti vorrei se tu fossi così e cosà,
facessi questo e quest'altro, ti comportassi come dico io
e non come vuoi tu...." e così via.
Ma un amore condizionato a un "se" si chiama ricatto.
L'amore vero, quello di cui tutti abbiamo bisogno,
è l'amore di Dio come lo descrive a un certo punto san Paolo:
<< mentre eravamo ancora peccatori, Cristo morì per noi>> (Romani 5,8).
Un amore che ti sceglie senza condizioni, che non ti chiede prima di cambiare.
Mia mamma e mio papà mi hanno voluto bene così:
io sapevo che avrebbero dato la vita per me in quel momento,
senza chiedermi prima di essere migliore, di cambiare, di prendere otto a scuola,
di laurearmi...Senza condizioni: questo è l'amore.
Franco Nembrini

(cit. in " In Cammino con DANTE" pag.66 ed. Garzanti €16)

  
 

 

 

 

Venerdì 05 maggio

News

Esuli in patria. Cosa c'è su Tempi in edicola
di Redazione

Economia

Alitalia, Marzano: vi spiego come rimettere in piedi la compagnia
di Mariarosaria Marchesano

Il Deserto dei Tartari

Marine Le Pen e Macron per me pari sono
di Rodolfo Casadei

Esteri

Francia. Finkielkraut attacca Macron: «Strumentalizza lo sterminio degli ebrei»
di Leone Grotti

L'Isis sgozza donne e bambini in un campo profughi
di Redazione

Belgio, gli ospedali cattolici dicono sì all'eutanasia. Bufera nella Chiesa
di Leone Grotti

Dammi i tuoi ovuli e ti regalo la fecondazione. Il business miliardario (illegale) della fertilità
di Redazione

Iraq. "Ritorno alle radici". I cristiani nella Piana di Ninive
di Redazione

Nigeria. Vescovo: «Governo più in sintonia con gli assassini fulani che con le vittime cristiane»
di Redazione

Società

Ma quale biotestamento. «L'unica legge che conta è quella della relazione»
di Caterina Giojelli

Eutanasia. Uno studio smonta i luoghi comuni sulla "dolce" morte
di Leone Grotti

Trasformare un embrione «inutilizzato» in un gioiello
di Francesca Parodi

Chiesa

È "venerabile" il cardinale Van Thuan, che convertiva i comunisti in carcere
di Redazione

Gli Stati Uniti premiano suor Carolin, "donna coraggiosa" che lotta per dare un futuro alla Siria
di Redazione

 

Martedì 02 maggio

Esteri

Francia. La famiglia è "arcobaleno" secondo Macron
di Leone Grotti

«La Chiesa condanni Le Pen». Quella strana voglia di ingerenza dei giornali francesi
di Leone Grotti

«I cristiani iniziano a tornare ad Aleppo. Ma manca l'elettricità»
di Redazione

L'Onu ha eletto un nuovo paese a difesa dei diritti delle donne: l'Arabia Saudita
di Redazione

Società

«Non ho mai conosciuto un malato autodeterminato a sospendere le cure»
di Caterina Giojelli

Interni

Guazzaloca, il macellaio che strappò Bologna alla sinistra «grazie alla sua grandezza umana»
di Francesca Parodi

Economia

La mancata strategia di Alitalia
di Francesca Parodi

Alitalia e il pasticcio del referendum. «Comprarla oggi è un suicidio»
di Francesca Parodi

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

FATIMA

Posted: 05 May 2017 10:39 AM PDT

Ricevo e diffondo:

Convegno “Cento anni dopo: Fatima, la grande speranza”. mercoledì 24 maggio, alle ore 17,00 all’Ambrosianeum, Via delle Ore, 3, Milano (dietro la Curia Arcivescovile). Relatori: S.E. Mons. Athanasius Schneider O.R.C., Vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Maria Santissima in Astana, Kazakhstan; Avv. Gianfranco Amato, presidente Giuristi per la Vita. Presenta: Julio Loredo, giornalista. Modera: avv. Benedetto Tusa, presidente Circolo La Rocca.

 

“GIULIA”

Posted: 30 Apr 2017 11:17 AM PDT

Ricordate la povera donna veneta di 41 anni che voleva abortire ma è stata rifiutata da ben 23 ospedali? Impossibile mancare la notizia, ne avevano parlato, scandalizzati, i maggiori quotidiani. Scrive Costanza Miriano nel suo blog: «I magistrati che hanno indagato sulla denuncia della Cgil, il procuratore aggiunto Valeria Sanzani e il comandante dei Nas, Marco Passarelli, hanno concluso che le tante telefonate la donna le ha fatte in preda a uno “stato di ansia”, e che nessun ospedale l’ha respinta (…). Ha fatto la visita una settimana dopo e ha abortito tre settimane dopo, nel pieno rispetto dei termini della 194». Gli scandalizzati di cui sopra? Zitti e mosca. E la guerra alle fake news? Seeeh!

 

 

 
 

 

 

Mercoledì  7 Dicembre 2016

   
@ «AUGURISSIMI, SAN NICOLA. Il sei dicembre prossimo tutti i calendari sono d’accordo: San Nicola di Bari. San Nicola è il Santo protettore di Galatro e si spera che resti a lungo il Patrono di Galatro per guidarlo, proteggerlo, dare alla gente pace e serenità, confortare gli ammalati, far crescere buoni ed onesti i bambini, raddrizzare qualche testa storta, frenare l'esodo che sta spopolando il paese, dare entusiasmo ai pochi rimasti, ispirare a chi di dovere idee per fatti concreti e non per bla, bla, bla ...»,
Cordiani
Carmelo, Galatro (RC),  4 Dicembre  2010
 

 


@ «Il Maestro, il Sindaco Bruno Marazzita. Ciao, Galatrese Bruno. Ricreatore di entusiasmo. Per farisei sei il “mostro”, per i pubblicani, ancora in vita, sei stato e resti il benefattore di Galatro»,
 di Carmelo Cordiani, Galatro (RC), 7 Dicembre 2007
 

 

 

 

@  Il Santo del giorno:
  -Tracce
   -santi, Beati, Testimoni

@  PAPI NELLA STORIA

@  MAGISTERO

 

 

News

 

Brooklyn  News

Rete 4 - Il terzo indizio: Terza puntata
La ragazza del Lago - Anguillara
Federica Mangiapelo
Venerdì 16 Dicembre 2016

Da Mediaset On Demand clicca qui

Archivio

 

Galatro Blog


@
«In Memoria della Signora Franca Cannatà. Zia Franca. Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi la carità,
sarei un bronzo risonante o un cembalo squillante.
», Galatro, Giovedì 28 Aprile2016

@ San Pio da Pietralcina:  «Padre Pio nella mia vita, quando lo straordinario era quotidiano. Appunti della vita del Dottor Francesco Lotti, collaboratore e figlio spirituale di San Pio da Pieltralcina» di Angelo Marazzita, Galatro, 16 Agosto 2015 Festa di San Rocco

@ am: «Italia il bancomat dei terroristi, San Nicola! La generosità di Gianna e gli stravanti aiuti di Greta e Vanessa» Galatro, Sabato 24 Gennaio 2015

am: «Parigi val bene una messa, San Nicola! In margine all'attentato al giornale “Charlie Hebdo” di Parigi il 7 Gennaio 2015» Galatro, Sabato 10 Gennaio 2015

am: «L'Europa rinascerà? San Nicola! L’Europa ha perso per strada molti dei suoi ideali. La vera emergenza odierna» Galatro, Sabato 24 Maggio 2014

am: «Suicidarsi a 13 anni, San Nicola! Sabato mattino una leggera ed esile pioggia, quasi reverenziale, ha accompagnato il funerale di una giovanissima ragazza, una tredicenne. La cronaca nera di una cittadina a ridosso di Torino questa volta è generosa di dettagli» Galatro, Lunedì 21 Aprile 2014

am: «La primavera, San Nicola! Tutto è diverso, tutto è nuovo. Il Destino non ha lasciato solo l’uomo. Il Destino si è reso incontrabile, verificabile» Galatro, Giovedì 10 Aprile 2014

@ am: «La notte degli Oscar, San Nicola! Era una giornata bellissima, primaverile e tiepida. Gli amici sbucavano all’improvviso e alla spicciolata. La compagnia si ricomponeva. Uno degli amici aveva lo sguardo sospeso in aria e a tratti sembrava che calpestasse qualcosa per terra. Di punto in bianco esordì: “Avete visto domenica scorsa gli Oscar?"» Galatro, Mercoledì 12 Marzo  2014

@ am: «La Bulla e le Nuove Periferie, San Nicola! Un timido sole di metà febbraio ci ha invogliato a spingerci a fare una lunga passeggiata sino alle Terme, quelle che Bruno “Il Sindaco” considerava l'oro del Paese. Le poche macchine che intercettavamo lasciavano inalterato tutto l'ambiente, non alteravano la tranquillità che ci invadeva e ci permetteva di parlare con trasporto senza doverci urlare addosso, come invece vediamo accadere sistematicamente in tutte le trasmissione televisive. Ma la questione della “Bulla” di Bollate non ci lasciava tranquilli. “Avete visto cosa ha fatto la bulla ai primi di febbraio, fuori dalla scuola, con la sua tuta grigia e la borsetta a tracolla? Ha insultato e picchiato una ragazza, che forse le ha soffiato il ragazzo, con una semplicità disarmante”, ci raccontava un amico» Galatro, Domenica 16 Febbraio  2014

@ am: «Cannabis … per avere giovani storditi e passivi, San Nicola! Qualche giorno addietro approfittando di un pomeriggio ancora soleggiato ma freddo, con il solito gruppo di amici, facemmo una passeggiata lungo la strada che porta alle Terme, quella strada che “'u Sindacu” fece costruire proprio per agevolare l'accesso alle terme. Si chiacchierava sui festeggiamenti a Montevideo in Uruguay per la liberalizzazione del consumo di marijuana» Galatro, Domenica 2 Febbraio  2014

@ am: «Buon Anno, San Nicola! Le feste di Natale sono appena finite e si ricomincia con le passeggiate in piazza. Un anno nuovo non è diverso dal precedente. I pochi emigranti che erano venuti al paese, per ritrovare i loro cari, sono ormai andati via e pochi sparuti gruppetti hanno ripreso le salutari consuetudini. Da alcune sere si riesce a passeggiare piacevolmente. Non c'è un freddo eccessivo. Si conversa amabilmente ma gli argomenti toccati agitano sempre gli animi» Galatro, Domenica 12 Gennaio 2014

@ am: «L'invidia, San Nicola! Parlare delle vicende sportive ha un effetto: infiammare gli animi. Nelle fredde serate invernali questo è un grande beneficio. Le passeggiate  diventano sempre più corte, come i giorni, mente l’invidia per il successo riportato dalla squadra avversaria, cresce. Nelle vicende politiche nazionali e locali, l’invidia è padrona sovrana. Per non parlare dell’invidia sul luogo di lavoro, pubblico o privato che sia, … e l’elenco potrebbe continuare… ché a tutte un fil di ferro il ciglio fora/ e cuce si come a sparvier selvaggio …» Galatro, Lunedì 16 Dicembre 2013

@  am: «La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che splendore San Nicola!"  Che c'è d'allegro in questo maledetto paese?" gridò l'Innominato di Manzoniana memoria. Questa battuta infiammò la discussione serale in piazza. Il commento dei fatti politici, degli scioperi nelle varie città italiane, non dava adito a possibili vie di fuga. Il disagio, l’ intolleranza, l’ insofferenza verso tutto ciò che non andava bene, prendeva il sopravvento» Galatro, Martedì 10 Dicembre 2013

@  am: «John Fitzgerald Kennedy un mito o il nuovo, San Nicola? Ripercorrere quanto stava sucedendo cinquant'anni fa in america, con quegli gli occhi di un bambino o di un adolescente, rende ancora oggi struggente il ricordo vivissimo di quelle sbiadite immagini in bianco e nero che arrivavano su quell'unico canale televisivo che esisteva. Arrivavano da un mondo lontanissimo che un'improvvisa tragedia rese incredibilmente e dolorosamente vicino. Il mondo era certamente molto diverso. Quelle vicende si fissarono molto più facilmente nel cuore e nella mente, sebbene i mezzi di comunicazione fossero quelli che erano» Galatro, Sabato 30 Novembre 2013

@ am: «Bomba d’acqua, San Nicola! Non erano passati che pochi giorni dalla chiacchierata su “Piove, governo ladro!” che una vera bomba d’acqua si stava abbattendo sulla Sardegna e su di noi. “Una bomba d’acqua sulla Sardegna”, “Un inferno d’acqua sulla Sardegna”, “Il ciclone Cleopatra fa una strage” , “Il ciclone Cleopatra semina morte, terrore e distruzione in Sardegna”, “Sardegna in ginocchio” ... questi i titoli dei vari giornali che leggevamo per capire cosa stesse succedendo» Galatro, Martedì 26 Novembre 2013

@ am: «Piove, governo ladro! San Nicola. Sino a pochi giorni orsono ero fermamente convinto che “Piove, governo ladro!” fosse un’imprecazione inventata nell’era della Prima repubblica, ma in questi giorni mi sono ricreduto. Visitando la mostra “Casimiro Teja, sulla vetta dell’umorismo”. Con mio grande stupore ho scoperto che correva l’anno 1861 quando Casimiro Teja usò questa espressione a corredo di una vignetta che illustrava un comizio indetto dai mazziniani ed interrotto a causa della pioggia. Per certi versi i mazziniani dell’epoca si potrebbe dire sono i grillini di oggi: ai mazziniani ieri, come ai grillini oggi, non andava mai bene nulla. L’imprecazione, però, andava bene allora come va bene oggi per la Prima, la Seconda e la Terza repubblica» Galatro, Sabato 16 Novembre 2013 ... continua a leggere

@  am: «Ognuno ha un prezzo, San Nicola! Quando muore un amico e viene celebrato il funerale ti accorgi che non tutti i funerali sono tristi. La chiesa è piena zeppa delle persone più diverse, gente del popolo, ex colleghi di lavoro, amici e nemici. Tutti hanno bisogno di ringraziarlo per aver reso migliore la propria vita. Il valore di quell’amico lo si vede lì. Poi nei  giorni scorsi leggendo i giornali, ascoltando i telegiornali, si restava sbigottiti nel sentire che alcune minorenni offrivano prestazioni sessuali in cambio di una ricarica telefonica. Per complicare il tutto si aggiungeva anche la notizia che qualche madre prendeva la percentuale sui proventi della prostituzione della propria figlia quindicenne. Era troppo. Tutto diventava insopportabile e rinasceva spontanea la domanda: "Qual' è il valore della nostra vita?"» Galatro, Sabato 9 Novembre 2013

@  am: «Il Papa spiato, San Nicola! Il Papa, gli spionaggi e i social network» Galatro, Sabato 2 Novembre 2013

@  am: «La chiave che apre la porta alla fede, San Nicola.  Immaginate una chiesa chiusa nella quale la gente, che passa davanti non può entrare e da dove il Signore che è dentro non può uscire. Ecco sovente molti cristiani hanno in mano la chiave e la portano via, non aprono la porta; o peggio, si fermano alla porta e non lasciano entrare» Galatro, Sabato 26 Ottobre 2013

Don Giuseppe Calimera: «“Beato l'uomo che confida nel Signore”... è con questa esclamazione che voglio salutare il Professore Cordiani. Ho voluto scegliere questa frase del Salmo 1 perchè così mi piace ricordare il professore, uomo timorato di Dio, uomo che confidava in Dio, uomo che aveva sempre il pensiero alle cose di Dio. Posso confermarlo sopratutto pensando a qualche mese fa quando lui stesso mi chiamò che voleva confessarsi e ricevere il sacramento dell'unzione. Non poteva essere diversamente essendo uscito da una formazione Salesiana dove ha ricevuto i principi cristiani, i valori umani, la conoscenza di Dio, che lui non ha mai smesso di trasmettere a chiunque lo incontrava. Galatro oggi perde un altro dei suoi figli che ha segnato le pagini di questo paese e ha servito questo paese formando diverse generazioni di ragazzi. Avendo studiato pedagogia non poteva che uscirne un uomo, un maestro di vita di valori fondati. La pagina della storia di Galatro da un lato è ricca di figli che hanno dato la vita per questo paese, da un altro lato è povera perché perde un suo figlio che poteva essere ancora strumento di crescita», Omelia per il Funerale di Carmelo Cordiani, Galatro, Domenica 20 Ottobre 2013

Gli amici di Carmelo Cordiani: «QUANDO NOI VEDREMO TUTTO, SAN NICOLA! Era da qualche giorno che il banco davanti a San Nicola era vuoto. Eppure Carmelo non aveva fato altro che raccomandarsi con i suoi amici di andare a trovare il suo Santo protettore, specialmente ora che doveva continuamente rifare il tagliando. Così gli piaceva ricordare i suoi continui viaggi della speranza per rimettere in sesto il suo corpo martoriato. Pieni di dolore e tristezza ci sedemmo al solito posto, ma neanche il tempo di aprire bocca che subito il Santo sbottò.», Galatro, Sabato 19 Ottobre 2013

@ Cordiani Carmelo: «QUANTA MISERICORDIA, SAN NICOLA!. Mi alzai piano piano perché volevo spendere ancora due parole davanti al Tabernacolo. Mi venne a mente di dire a Gesù che, senza la sua presenza nella nostra vita, ci sentiamo vuoti e inutili. Gli dissi anche di scuoterci, quando persistiamo in un atteggiamento orgoglioso che ci tiene distaccati e ci fa credere autosufficienti. Ma anche qui intervenne San Nicola…», Galatro, Domenica  22  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «COSA VUOLE IL SIGNORE, SAN NICOLA? Lo sai che, a volte, ci mandi fuori strada? Nel libro della Sapienza riconosci Tu stesso che il nostro corpo corruttibile appesantisce l’anima e la tenda d’argilla opprime una mente piena di preoccupazioni. Affermi, inoltre, che a stento immaginiamo le cose della terra, scopriamo con fatica quelle a portata di mano. Come possiamo, allora, conoscere il tuo volere? Come possiamo stabilire una relazione con Te se non sappiamo chi sei e cosa vuoi? Addirittura, tramite Luca ci dici che se amiamo il padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli… più di Te non possiamo essere tuoi discepoli. E di chi, allora? Rimaniamo chiusi nel nostro vaso d’argilla, come si è espresso anche il tuo servo Francesco, continuamente in ansia che quella piccola fiammella che abbiamo ereditato, o ci hai dato, si spenga e restiamo al buio?», Galatro, Domenica  15  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «PERCHE’ ULTIMI, SAN NICOLA? “Senti un po’, San Nicola, la faccenda degli ultimi non mi convince. Possibile che tra i tanti guai che ci affliggono dobbiamo metterci da parte se ci siamo sacrificati per un posto in prima fila? Se i primi diventano ultimi e questi i primi, mi sai dire che fine faranno i primi diventati ultimi?”», Galatro, Sabato 7  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «QUANT’E’ STRETTA, SAN NICOLA ? “Abbi pazienza, mio Signore. Non solo hai ristretto la porta, ma non si passa nemmeno sforzandosi per entrare. E allora, cosa ci resta?  Prima hai dichiarato di essere venuto a gettare fuoco sulla terra, poi ci inviti alla conversione, altrimenti periremo tutti allo stesso modo, concludi restringendo la porta … mi sai dire cos’altro ci aspetta? Già è difficile capire il tuo messaggio d’amore, di perdono; quando fai queste dichiarazioni, scusami, ci scoraggi. Possibile che tutta la partita tra Te e noi debba svolgersi sul filo della fede? E chi non ce l’ha? Non ci lasci un po’ di spazio anche per capirti quando il discorso diventa, per noi, assurdo?”», Galatro, Martedì  27 Agosto 2013

@ Cordiani Carmelo: «CHE SPLENDORE, SAN NICOLA! Un tunnel di luci, via Garibaldi di Galatro. Infondo, la chiesetta della Madonna del Carmine, con il portone spalancato. Vigilia della festa e, come per tradizione, la statua era stata portata al “catafalco”, una mini processione nell’altra parte del paese, la sezione Montebello. Suoni, canti, preghiere e un commento del giovane parroco. Poi il ritorno nella chiesetta, uno spazio ricco di ricordi per chi è nato a soli cinquanta metri. Nel fiume Metramo uno spettacolo insolito, un brulicare di fiammelle al passaggio della processione... Quello che conduce alla Madonna è un percorso di luce in cui, più ti immergi, più senti il profumo di cielo .... la madre di Gesù è più onorata, sia sotto il titolo di Madonna del Carmine che quello di Maria SS. Della Montagna. E’ la madre e, con le mamme, si ha più confidenza. Anche per i pellegrinaggi è così: La Salette, Fatima, Lourdes, Loreto…luoghi sacri alla Madonne, dove apri il tuo cuore pieno di rughe e di pieghe sclerotiche, un vero labirinto in cui trovi di tutto», Galatro, Venerdì 16 Agosto 2013

@ Cordiani Carmelo: «SOLO SODOMA, SAN NICOLA? “Ma perché questo uomo, questo capolavoro uscito dalla tue mani, ha combinato e continua a combinare guai?», Galatro, Mercoledì 31 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «PORRO UNUM”! RICORDI, SAN NICOLA? D’altra parte, una sola cosa è necessaria», Galatro, Giovedì 25 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"CHE FIGURACCIA, SAN NICOLA!". Il levita ed il sacerdote passarono indifferenti. E mi ritorna ancora la riflessione di papa Francesco quando ha parlato della “globalizzazione dell’indifferenza”. Sagge parole che, un padre passionista nell’omelia di domenica, ha  allargato aggiungendo che l’indifferenza è peggiore dell’odio, perché l’odio ha un avversario di fronte. L’indifferenza annienta ogni cosa, spegne la coscienza, annulla ogni legame, isola sempre di più spingendo l’uomo verso l’egoismo squallido. Ecco, allora, che si spezza il legame tra marito e moglie, tra padri, madri e figli, al punto di cancellare ogni traccia di rapporto umano», Galatro, Giovedì 18 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"PERCHE’ DUE, SAN NICOLA?". Ci hanno pensato i nemici interni a mettere tutto in crisi ... recentemente ha sottolineato Papa Francesco, una “globalizzazione dell’indifferenza” in materia di fede, come se credere significa solo accettare quello che fa comodo ... Francesco ha detto che, quando vede suore e preti con macchine di ultima moda, sente una fitta al cuore. La macchina serve, ma se ne compri una più modesta, pensando a quanti bambini muoiono di fame. E se alle macchine aggiungiamo le ville al mare, in montagna, gli appartamenti in città?», Galatro, Venerdì 12 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"CHE RETATA, SAN NICOLA!" La fede è un grosso libro in cui si legge una parola sola: Credo», Galatro, Venerdì 5 Luglio 2013

@  Cordiani Carmelo: «SAN BRUNO 2011 ... come gli altri precedenti, quando Bruno Marazzita era il personaggio più amato e più odiato dai galatresi e dopo quel sette dicembre 2002 che fermò il suo tempo. Ma cosa si può augurare ad un amico ormai nell’eternità, al quale il nostro tempo è qualcosa così piccola e meschina che può anche non interessare?  Si è sempre tentati di parlare con un amico scomparso convinti che, vedendo le nostre cose da una dimensione immensa, le riporti al giusto valore, prive di quelle scorie che le appesantiscono, le inaspriscono, le intrecciano in maniera così complicata da rendercele incomprensibili », Galatro (RC),  Giovedì  6 Ottobre 2011

Archivio

 

Galatro

 

 

Meditazioni della Domenica

 

Memorare
Pino Mulone

 

lo Straniero
Il blog di Antonio Socci

 

 

Radio LONDRA: Giuliano Ferrara, guarda i video

SamizdatOnLine - Una via per ricominciare

 

Christmas Truce 1914
OPERATION PLUM PUDDINGS

«È meraviglioso che la tregua tra gli eserciti sia stata generata da un evento accaduto una notte di duemila anni fa». Tra gli orrori della Grande Guerra, un episodio di straordinaria umanità

 

 

Opportunità

 

Piepoli Vito

 

 

 

 

 

 


#Galatro

 ID
 

   

Tempi.  Settimanale di cronaca, giudizio, libera circolazione di idee  ... per abbonarsi a TEMPI