Terme "Bruno Marazzita"
...dopo circa un secolo di varie vicissitudini umane, di passaggi di proprietà e di cambi di gestione ...lo stabilimento termobalneare di Galatro tornava ad essere di proprietà del comune grazie all'opera instancabile del Sindaco Bruno Marazzita... Anche il nuovo palazzo delle Terme è stato ideato e voluto dall’amministrazione con a capo il Sindaco Bruno Marazzita ... che resterà nella storia di Galatro come il più importante ed il più rappresentativo amministratore di tutto il secolo appena concluso ...  il Sindaco Bruno Marazzita disinteressato e coraggioso “difensore civico”.

 

 

 

 

 

VII Incontro Mondiale Famiglie, Milano, 2012: «La Famiglia: il lavoro e la festa» :
DISCORSI BENEDETTO XVI

Sito ufficiale www.family2012.com
 

 

 

 

Benedetto XVI

> Libano, 14-16.09.12

> VII Incontro Mondiale Famiglie, Milano, 1-3.06.12

> Assemblea CEI: Il dono prezioso della fede, 24.05.12

> Arezzo: Nuovo sapore all'intera società civile, 13.05.12
> Educare i giovani alla giustizia e alla pace, 12.01.12
> Laici, cioè cristiani
, 25.11.11
>
In Calabria
9.10.11

> In Germania, 22-25.09.11
Brani scelti

> XXVI Giornata Mondiale della Gioventù, Madrid (Spagna), 18-21.08.11 

> B16 - XXVI Giornata Mondiale Gioventù: L'uomo è veramente creato per ciò che è grande , 06.09.10

> B16 in Gran Bretagna 16-19.09.10

> B16 a Torino  2.05.10

> B16, REGINA CÆLI,  Piazza San Pietro,  16.05.2010

> B16 ai Cattolici D'Irlanda, 19.03.10

> Più grande del peccato , Tracce, Aprile 2010

> Quei peccati dei preti, ferita profonda bisogna tornare alla lezione di Cristo, J. Carron La Repubblica, 4.04.10

 

 

Giuliano Ferrara

RADIO LONDRA

 

 

 

Why not

> Fango. Quando la macchina va in panne
Intervista ad Antonio Saladino, il principale indagato, la «nuova Tangentopoli» italiana risoltasi in un clamoroso flop 29.10.10

> Perché De Magistris non ci crede più
Il giornalista del Corriere sedotto e abbandonato dal giustiziere di Catanzaro rievoca la sua misteriosa metamorfosi. «Iniziata in campagna elettorale» 29.10.10
> Una Bufala finita nel nulla02.03.10
>L’accusatore finisce sotto accusa 16.03.10
 

 

 

 

 

 

 

 

Pellegrinaggio Papa BXVI
in Terrasanta,
8-15 Maggio 2009

Il programma

Servizi di Tempi.It

Servizi di Avvenire

Brani dei discorsi

 

 

 

 

Zibaldone

 

 Editoriale

 

 

 
 In evidenza

 
   
 

Domenica 3 Dicembre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Vegliate: non sapete quando il padrone di casa ritornerà» New York, La Liturgia di Domenica 3 Dicembre 2017, I DOMENICA DI AVVENTO (ANNO B)

 

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 

E' davvero una grande fortuna per una famiglia essere parte di una comunità, Domenica 3 Dicembre 2017
E' davvero una grande fortuna per una famiglia essere parte di una comunità,
in cui ci sono persone di età, temperamento e storia diversi,
che però vivono un unico grande ideale. [....]
Senza questo contesto, senza amicizia, i genitori rischiano di perdersi e di perdere i loro figli,
che diventano distanti e, a volte, irriconoscibili.

Perché le famiglie non riescono a stare insieme, a durare, a riprodursi?

Perché non hanno amici, non hanno compagnia, qualcosa più grande di loro che le tenga insieme
Vivere da soli con il proprio pensiero [....] è una delle disgrazie peggiori che possano succedere.

Due solitudini non fanno una compagnia, ma una solitudine maggiore.

Ci vuole qualcun altro vicino, che sostenga e richiami il cammino verso il destino per cui siamo fatti.

<<Non è bene che l'uomo sia solo>>.[...]

Sapere a chi domandare è il segreto della vita,
facile perché possibile a tutti,
difficile perché chiede virtù oggi scarsamente praticate:
fedeltà, umiltà e pazienza.
Giancarlo Cesana

(cit. in "Ed io che sono? " pag.123 ed. La fontana di Siloe €10)

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammiller

GIUDA

Posted: 22 Nov 2017 06:31 AM PST

Uno dei misteri più oscuri della storia è questo: perché Giuda tradisce Cristo e lo vende al Sinedrio? E’ l’oggetto di indagine del mio romanzo storico “Il mio nome è Giuda” (ed. La Fontana di Siloe), dal 23 novembre 2017 in libreria.

 

 

MOZAMBICO

Posted: 20 Nov 2017 09:35 AM PST

Anna Bono, esperta di cose africane, ha scritto (dopo aver parlato dei sacrifici umani, diffusissimi in tutto il continente): «Ma proprio in Mozambico intanto si è diffusa una nuova credenza secondo la quale la testa degli uomini calvi contiene dell’oro che gli stregoni sono in grado di estrarre. Le prime tre vittime, trovate decapitate, risalgono a maggio. Altri tre uomini calvi sono stati uccisi a giugno. A fine luglio in un cimitero sono stati riesumati e trafugati cinque cadaveri di uomini calvi. Secondo le autorità mozambicane a commissionare gli omicidi sono degli stregoni stranieri, quasi tutti residenti in Malawi, Tanzania e nella regione dei Grandi Laghi» (La Nuova Bussola Quotidiana, 3.11.17).

 

 


PETS

Posted: 30 Nov 2017 11:35 AM PST

«Il giro d’affari per accessori e cibo prima infanzia arriva a 825 milioni di euro, nel 2017. Gli animali domestici censiti sono circa 15 milioni, tanti quanti i pensionati over 65, più o meno. Quello per accessori (…) e cibo per animali a 2,6 miliardi. Tre volte abbondanti la spesa per gli animali rispetto a quella per neonati. Sono dati Nielsen». (Aleteia.org, 2.11.17).

 

 

 

 

 

Domenica 26 Novembre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Siederà sul trono della sua gloria e separerà gli uni dagli altri» New York, La Liturgia di Domenica 26 Novembre 2017, XXXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A); Nostro Signore Gesù Cristo Re dell'Universo

 

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 

L'inevitabile insicurezza del pensiero filosofico e  la camicia di forza della logica,  Domenica 26 Novembre 2017
Le ideologie ritengono che una sola idea basti a spiegare ogni cosa nello svolgimento della premessa, e che nessuna esperienza possa insegnare alcunché dato che tutto è compreso in questo processo coerente di deduzione logica.

Il pericolo inerente al passaggio dall'inevitabile insicurezza del pensiero filosofico alla spiegazione totale di un'ideologia e della sua Weltanschauung non consiste tanto nel lasciarsi irretire da un'ipotesi spesso volgare, ma sempre acritica,
quanto nell'abbandonare la libertà implicita nella capacità di pensare per la camicia di forza della logica, mediante la quale l'uomo può farsi violenza quasi con la stessa brutalità usata da una forza esterna
Hannah Arendt

(cit. in "Il pensiero secondo" pag. 136 ed BUR-Rizzoli €12)

 

 

 

 

 

Domenica 19 Novembre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Sei stato fedele nel poco, prendi parte alla gioia del tuo padrone» New York, La Liturgia di Domenica 19 Novembre 2017, XXXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 

L'unica possibilità di essere liberi dalla tirannia di possessi e progetti ..., Domenica 19 Novembre 2017
Cesare Pavese, nel giorno in cui riceve il premio Strega:<<A Roma, apoteosi! E con questo?>>.

La drammaticità della vita, l'insaziabilità del desiderio emergono dalle viscere del successo, non dell'insuccesso.
Il contenuto dell'annuncio cristiano
è che la risposta a questa sete di pienezza che è nel cuore di ognuno di noi
è diventato un uomo, Gesù, morto e risorto, presente oggi nella storia.
Ma occorre che la Sua presenza mi raggiunga ora, nell'esperienza di un incontro concreto e reale;
altrimenti sarò prigioniero, come tutti, di una qualche immagine di risposta,
avvinghiato a un qualche bene che mi griderà : <<Addio!>>, come dice Rebora in una sua poesia.
L'unica possibilità di essere liberi dalla tirannia di possessi e progetti, e quindi del male,
è infatti quella di fare un'esperienza talmente potente del vivere,
di sperimentare una pienezza talmente grande, da non avere più bisogno di accaparrarsi quante più cose possibili
o di legare a sé le persone per sentirsi vivi.
Juliàn Carròn

(cit. in "Dov'è Dio?" pag. 34 ed. Piemme €15,90)

 

 

 

 

 

Domenica 12 Novembre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Ecco lo sposo! Andategli incontro! » New York, La Liturgia di Domenica 12 Novembre 2017, XXXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 

Tutto quello che facciamo è un tentativo di rispondere alla sete che ci costituisce, Domenica 12 Novembre 2017
La samaritana aveva avuto cinque mariti, e l'uomo con cui viveva non era suo marito,
ma Gesù non parte da quello:
comincia a domandarle dell'acqua da bere,
e poi le parla dell'acqua viva che lei non può non desiderare,
cioè della felicità che ha invano cercato nei rapporti che ha avuto,
che non potevano saziare la sua sete.
Tutto quello che facciamo, in fondo,,inclusi tanti dei nostri sbagli,
è un tentativo di rispondere alla sete che ci costituisce:
cerchiamo la risposta in ciò che che non ce la può dare
e per questo dobbiamo cominciare sempre da capo alla ricerca di ciò che ci soddisfa.
E alla fine uno diventa scettico,
non crede che possa esserci risposta adeguata alla sua attesa.
Juliàn Carròn

(cit. in "Dov'è Dio?" pag. 32 ed. Piemme €15,90)

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

 

NAHED

Posted: 15 Nov 2017 06:27 AM PST

Letto sulla newletter “Une minute avec Marie”. L’egiziana Nahed Mahmoud Metwalli, musulmana, si divertiva a dileggiare e tormentare i cristiani nella scuola in cui lavorava. Un giorno, di colpo le apparve la Madonna velata di blu. La stessa notte fu la volta di Cristo, che le preannunciò una missione. La donna, sconvolta, capitolò e nel 1988 si fece battezzare. Naturalmente, dovette scappare dall’Egitto. Oggi vive in Olanda. La sua esperienza è diventata un libro, tradotto dall’arabo in francese: “Ma rencontre avec le Christ”.

 

MORTECEREBRALE?

Posted: 05 Nov 2017 09:11 AM PST

«Pochi giorni fa, è rimbalzata sulla scena mediatica e, ahimè, rapidamente scomparsa, la notizia, giudicata da tutti come sensazionale, relativa ai risultati ottenuti da una neuroscienziata italiana operante in Francia, con un paziente in stato vegetativo “irreversibile”. La dottoressa in questione, Angela Sirigu, direttrice di ricerca all’Istituto di Scienze cognitive Marc Jeannerod del Centro nazionale di ricerca scientifica (Cnrs) di Lione, è riuscita, infatti, servendosi di elettrostimolazioni applicate al nervo vago per un intero mese, a fare recuperare la coscienza ad un paziente in stato vegetativo giudicato “irreversibile” da ben 15 anni. Da precisare che, al fine di rendere particolarmente significativo l’esperimento, il paziente sia stato scelto proprio per la gravità delle sue condizioni e per il fatto di non aver mai manifestato, dal giorno dell’incidente, alcuna forma di miglioramento» (Roberto Fantini, Flipnews.org, 18.10.2017).

 

REFERENDUM

Posted: 30 Oct 2017 06:33 AM PDT

Letto su tutti i giornali (tutti) che al referendum «lombardo» del 22 ottobre 2017 non serve la scheda elettorale perché “elettronico”, mi presento con la sola carta d’identità. Sì, ma in quale seggio? Nella scuola elementare adibita alla consultazione ce ne sono decine, uno per aula, su due piani. Lei dove deve andare? Non lo so. Non ha la scheda? No, perché sui giornali (tutti) c’era scritto che non serviva. Ovviamente, nessun giornale ha riportato che la scheda è essenziale non per la validità del voto ma per sapere in quale delle decine di cabine uno deve infilarsi. Eggià, tutti i redattori (tutti) si sono limitati a copiare il lancio di agenzia. Dopo aver debitamente spento il cervello.

 

DESTRA-SINISTRA

Posted: 10 Nov 2017 09:14 AM PST

Ricevo&rilancio:

– Quando un tipo di destra non è cacciatore e non gli piacciono le armi, non va a caccia e non compra armi.
– Quando un tipo di sinistra non è cacciatore e non gli piacciono le armi, chiede che sia proibita la caccia e la vendita di armi.

– Quando un tipo di destra è vegetariano, non mangia carne.
– Quando un tipo di sinistra è vegetariano, fa una campagna contro gli alimenti di carne e gli piacerebbe che si proibisse di mangiare carne.

– Quando un tipo di destra è omosessuale, cerca di fare una vita normale.
– Quando un un tipo di sinistra è omosessuale, fa apologia dell’omosessualità, va alle manifestazioni “gay pride” e accusa di “omofobia” tutti quelli che non la pensano come lui.

– Quando uno di destra perde il lavoro, pensa a come uscire dalla situazione e fa di tutto per trovare un nuovo lavoro.
– Quando uno di sinistra perde il lavoro, va a lamentarsi col sindacato, spende fino all’ultimo giorno e va a tutte le manifestazioni e scioperi contro la destra e contro gli imprenditori.

– Quando a un tipo di destra non piace un programma televisivo, cambia canale o spegne il televisore.
– Quando a un tipo di sinistra non piace un programma televisivo, se ne lamenta coi giornali, lo denuncia sui quotidiani, alle radio, alle televisioni, ai partiti politici di sinistra e promuove un’associazione perché chiudano il canale televisivo che trasmette quel programma.

– Quando un tipo di destra è ateo, non va in Chiesa.
– Quando uno di sinistra è ateo, perseguita tutti quelli che credono in Dio, denuncia la scuola o l’istituzione che esponga un crocifisso, protesta contro ogni segno di identità religiosa, chiede che si esproprino i beni della Chiesa, che si proibisca la settimana Santa e ogni processione o pellegrinaggio (contro l’Islam non fa niente perché non ne ha il coraggio).

– Quando uno di destra ha problemi economici, cerca il modo di lavorare e di guadagnare di più o cerca di trovare un finanziamento per pagare i propri debiti, e, se può, risparmia.
– Quando un tipo di sinistra ha problemi economici ne dà la colpa alla destra, agli imprenditori, alla borghesia, al capitalismo, ai neoconservatori ecc. ecc., poi si mette in un sindacato sperando che lo infili poi in un partito politico o dove si riesca.

– Quando un tipo di destra legge questo scritto, ride e lo manda per mail ai suoi amici.
– Quando un tipo di sinistra legge questo scritto, si infuria e dà del fascista e del retrogrado a chi l’ha scritto e glielo ha mandato.

… io ho riso e l’ho girato….

 

 

 

 

 

Domenica 5 Novembre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo - America: «Commemorazione dei defunti», New York-Brooklyn, 2 Novembre 2017

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 

Questo infinitamente improbabile costituisce di fatto il tessuto di tutto quanto si chiama reale, Domenica 5 Novembre 2017
E' proprio di ogni nuovo inizio di irrompere nel mondo come <un'infinita improbabilità>>;
pure, questo infinitamente improbabile costituisce di fatto il tessuto di tutto quanto si chiama reale.
[...] Se consideriamo i processi che si svolgono nell'universo e nella natura [...] ci appariranno tutti
come <<infinite improbabilità>>: ossia, nel linguaggio quotidiano, <<miracoli>>.
Proprio a causa dell'elemento <<miracoloso>>, presente in ogni realtà, gli eventi, per quanto possono essere anticipati da timori o speranze, quando si verificano ci sorprendono e ci scuotono.
La stessa forza d'urto di un evento non potrà essere spiegata fino in fondo: in linea di principio, il <<fatto>> supera ogni previsione.
L'esperienza che ci fa vedere un miracolo in ogni evento non è né arbitraria né artificiosa, anzi è naturalissima, nella vita di tutti i giorni.
Hannah Arendt

(cit. in "Il pensiero secondo" pag.73 ed. BUR €12)

 

 

 

 

 

Domenica 29 Ottobre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Amerai il Signore tuo Dio, e il tuo prossimo come te stesso» New York, La Liturgia di Domenica 29 Ottobre 2017, XXX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

 

Memorare, di Pino Mulone

Due visioni della morte, Domenica 29 Ottobre 2017
 Ci sono due e in definitiva non più di due visioni della morte.
La prima vede in essa una sopravvivenza, sia pure mutata o superiore,
di ciò che c'era prima;
questa visione proietta come sono stati o in modo diverso i dati del terrestre
in un aldilà immaginato;
chiamiamo mitica questa prospettiva.
La seconda visione non guarda oltre la vita terrena ad un'altra vita,
che ne sarebbe la continuazione e sarebbe quindi l'annullamento della sua definitività
ed assolutezza dinanzi a Dio, ma cerca nell'eternità, in Dio,
la verità della vita temporale vissuta una volta per tutte.
E soltanto questa è la visione cristiana.
Hans Urs Von Balthasar

(cit. in ""Escatologia nel nostro tempo" pag.80 ed. Querniana €17 )

 

 

 

 

 

Venerdì 20 ottobre

News

Il trasloco più difficile. I tuìt di amici, lettori, politici
di Redazione

Agenzie e giornali sul trasloco online di Tempi. Rassegna stampa
di Redazione

La solidarietà di Berlusconi a Tempi
di Silvio Berlusconi

Esteri

Catalogna. Come ti costruisco il regno che non c’è
di Rodolfo Casadei

Eritrea. Da un regime totalitario ad uno islamista
di Redazione

Interni

In Italia la libertà di educazione è a rischio estinzione
di Roberto Gontero

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

API

Posted: 20 Oct 2017 09:17 AM PDT

«Da una decina d’anni un apicultore di nome Sidoros Ţiminis, che vive nella regione di Kapandriti, dalle parti di Atene, infila nelle arnie, ad ogni primavera, delle icone di Cristo, della Santa Vergine e di diversi santi. Ogni anno si produce un fenomeno molto misterioso: le api confezionano i loro alveoli attorno alle immagini sacre, evitando scrupolosamente di ricoprirle» (Aleteia.org, 13.9.17).

MEOPATACCA

Posted: 25 Oct 2017 09:41 AM PDT

Sul «Timone» n. 166, Andrea Sciffo ci informa che la famosa maschera romanesca della commedia dell’arte, Meo Patacca, nacque nel 1685 dalla fantasia del poeta Giuseppe Berneri. Meo era uno «sgherro» che, raccolti i denari -tramite una colletta- con cui partecipare alla liberazione di Vienna dai turchi nel 1683, non era ancora partito quando apprese che i cristiani avevano già vinto. Così, anziché restituire i soldi, li spese in feste e bevute celebrative.

 

 

 

 

 

 

Domenica 22 Ottobre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Rendete a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio» New York, La Liturgia di Domenica 22 Ottobre 2017, XXIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

 

Memorare, di Pino Mulone

Il cristianesimo, in fondo, si comunica per "invidia", Domenica 22 Ottobre 2017
Tanti pensano di sapere già che cos'è il cristianesimo,
hanno già un proprio giudizio, o pregiudizio,
in base a cui decidono che esso non li riguarda più.
Ma poi, quando si trovano davanti a persone che,
nella concretezza dei problemi e delle sfide,
testimoniano il guadagno umano che viene dallo sguardo di fede,
cominciano a interessarsi nuovamente al cristianesimo.
Ripeto sempre ai miei studenti che il cristianesimo,
in fondo, si comunica per "invidia":
vedendo che la vita di un cristiano è più piena, più intensa,
più capace di abbracciare il diverso, di amare l'altro,
si accende il desiderio di vivere così.
Juliàn Carròn

(cit. in "Dov'è Dio-La fede cristiana al tempo della grande incertezza" pag.21 ed.Piemme €15,90)

 

 

 

 

 

Domenica 15 Ottobre  2017

   
 


La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Tutti quelli che troverete, chiamateli alle nozze» New York, La Liturgia di Domenica 15 Ottobre 2017, XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

 

Memorare, di Pino Mulone

 Tutte le concezioni dell'uomo che crea se stesso hanno in comune  ..., Domenica 15 Ottobre 2017
Tutte le concezioni dell'uomo che crea se stesso hanno in comune una ribellione contro gli stessi dati di fatto della condizione umana.
Non c'è niente di più ovvio del fatto che l'uomo, sia coma appartenente alla specie sia come individuo, non deve la sua esistenza a se stesso.
[...]
Che io non possa ridurre il reale al pensabile, ecco il trionfo della libertà possibile.
O, paradossalmente: solo perché non mi sono fatto da solo io posso essere libero; se mi fossi fatto da solo, avrei potuto prevedermi e, in tal modo, avrei perso la libertà
Hannah Arendt
(cit. in "Il Pensiero Secondo" pag.29. ed BUR Rizzoli €12)

 

 

 

 

 

I cyber-guerrieri che stanno dilaniando la Chiesa
Ottobre 14, 2017 Damian Thompson

Per gentile concessione del Catholic Herald, proponiamo di seguito in una nostra traduzione un articolo di Damian Thompson apparso nel numero del 6 ottobre 2017 del settimanale britannico. Oltre che nello staff dirigenziale del Catholich Herald, Thompson è anche associate editor dello Spectator
 

Ci siamo arrivati: Oxford caccia i cristiani
Assuntina Morresi, 11 OTT 2017
La divisione all’interno dell’Europa non poteva essere più netta, tutta giocata sulla nostre radici cristiane. Nei giorni in cui più di un milione di polacchi hanno recitato il rosario lungo i confini del loro paese, le associazioni studentesche cristiane sono state bandite dalla fiera delle matricole (la settimana dedicata a far conoscere ai nuovi iscritti la vita universitaria) del Balliol College, uno dei più prestigiosi college dell’Università di Oxford.

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

TAQIYYA

Posted: 15 Oct 2017 07:05 AM PDT

«Una conferma dell’usuale impiego della taqiyya (dissimulazione, ndr) si è avuta recentemente con il jihadista algerino Farid Ikken, responsabile a giugno 2017 dell’aggressione ai poliziotti francesi a colpi di martello all’esterno della cattedrale di Notre Dame. Ebbene Ikken, come riportato dal Daily Mail , aveva precedentemente ricevuto niente meno che un premio dalla Commissione europea per la sua attività di giornalista contro la discriminazione ed era stato capace di non far sorgere alcun dubbio o sospetto riguardo le sue convinzioni islamiche a nessuno dei suoi colleghi» (L. Glori, Corrispondenza Romana, 6. 9. 17).

CINESI

Posted: 10 Oct 2017 09:20 AM PDT

Stefano Magni su La Nuova Bussola Quotidiana del 6.9.17 parla dei « cinesi che si convertono al cristianesimo e fuggono in Italia in cerca di libertà di religione. Si convertono a una miriade di confessioni diverse, almeno 14, fra cui molti culti e sette cristiane mai riconosciuti o apertamente perseguitati dal regime cinese». Ma «solo 5 su cento ottengono lo status di rifugiato, gli altri sono respinti». E «nel 95% dei loro casi non viene presa in considerazione neanche la protezione sussidiaria» Per via di «dichiarazioni incomplete o contraddittorie, la scarsa conoscenza dei culti che si afferma di praticare», nonché «l’utilizzo di una traduzione “stringata e che a tratti appare approssimativa e superficiale”, in cui alcune dichiarazioni dei richiedenti vengono travisate, riportate in maniera incompleta e talvolta neanche registrate”». Accoglienza italiana: africani, ponti; cinesi, muri.

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 8 Ottobre  2017

   
 


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Darà in affitto la vigna ad altri contadini» New York, La Liturgia di Domenica 8 Ottobre 2017, XXVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

 

 

 

La Gamba Vincenzo -  «“La Calabria spiegata agli italiani”. Il male, la bellezza e l'orgoglio della nostra Grecia. MIMMO NUNNARI», New York-Brooklyn, 8 Ottobre 2017

Memorare, di Pino Mulone

 Dobbiamo andare su questa strada, Domenica 8 Ottobre 2017
Amici miei
[...] dobbiamo andare su questa strada, [...]
Vorrete più bene alla donna,
vorrete più bene agli amici,
vorrete più bene ai figli,
saprete cosa vuol dire avere pietà,
saprete cosa vuol dire perdonare,
saprete cosa vuol dire sacrificarsi per costruire,
perché gli altri stiano meglio,
saprete essere umani, sarete più umani.
"Chi mi segue avrà la vita eterna" che è Lui, il rapporto con Lui.
[...]
Cento volte l'umanità che avete addosso fiorirà,
fiorirà cento volte più che negli altri,
e non ci sarà niente che la scomporrà,
che la conturberà fino a farle paura,
non avrete paura di niente.
Luigi Giussani

(cit. in "Giornata di inizio d'anno 2017" in clonline.org )

 

 

 

 

Venerdì 06 ottobre

Spettacolo

In difesa di Sebastiano Riso dagli omofobi. Ma un po' anche da lui stesso
di Pietro Piccinini

«Il decreto cinema di Franceschini allinea l'Italia a Francia e Stati Uniti»
di Francesca Parodi

Società

Il cinematografo e i rattusi. Noterella a margine della riforma Franceschini
di Alessandro Giuli

Il nuovo decreto Cinema sancirà la morte della creatività
di Giacomo Bandini - Alessandro Giuli

Politica

Votare Sì al referendum lombardo per non pagare più dazio a Roma
di Luigi Amicone

Interni

Tutti i rischi del Codice antimafia. «Gravemente danneggiati alcuni diritti e l’economia»
di Francesca Parodi

Economia

Il protezionismo danneggia il grano e il Made in Italy
di Pietro Paganini

Esteri

Ma perché mezzo mondo vuole rifilarci l'aborto in Irlanda?
di David Quinn

Francia. Chiuse altre due moschee per «incitazione all'odio e al terrorismo»
di Leone Grotti

Francia. Membro del partito comunista definisce «martire» il terrorista islamico di Marsiglia
di Leone Grotti

Un college di Cambridge per sole donne apre agli «uomini che si sentono donne»
di Leone Grotti

Un referendum per serbi e croati di Bosnia
di Max Ferrari

Yemen. Nel 2016 le bombe saudite hanno ucciso oltre 600 bambini
di Redazione

Il Canada vuole legalizzare la marijuana per «diminuire il consumo di marijuana»
di Leone Grotti

 

 

Martedì 03 ottobre

Esteri

Catalogna. Il referendum non è andato come ve l'hanno raccontato
di Un italiano a Barcellona

L'Ungheria vota contro il "Piano Soros"
di Redazione

In Inghilterra non è più il 2017 dopo Cristo, ma il 2017 dell'era comune
di Leone Grotti

Al-Baghdadi parla e riscoppiano gli attentati in Occidente
di Redazione

In un tuìt. L’editoriale del direttore

Spagna. La monarchia e il referendum catalano
di Alessandro Giuli

News

Educazione finanziaria, Tempi punta sulla famiglia
di Redazione

Economia

Perché Ryanair ha un problema con i piloti (sì, è una questione di stipendi)
di Francesca Parodi

Spettacolo

L'idolo Bob Dylan e quella conversione al cristianesimo che sconvolse l'America
di Valerio Pece

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

BUDDISTI

Posted: 05 Oct 2017 08:29 AM PDT

In Myanmar tra i perseguitati vi sono anche i cristiani delle etnie Kachin e Chin, nel nord del paese, e Karen e Karenni, nell’est. Non si contano negli ultimi anni le chiese distrutte, i villaggi messi a ferro e fuoco, le decine di migliaia di persone costrette alla fuga. E soprattutto: chi e perché li perseguita? Filtrano notizie di conversioni forzate al buddismo, anche in tenera età, in scuole finalizzate a trasformare gli alunni di altre fedi in piccoli monaci col capo rasato e la tunica arancione. L’importazione di Bibbie e libri religiosi è illegale. Ai non buddisti è preclusa qualsiasi carriera nelle amministrazioni statali. Di fede buddista è infatti la stragrande maggioranza della popolazione del Myanmar. E sono capitanate da monaci buddisti le organizzazioni più intolleranti contro le minoranze di altre fedi, col pieno appoggio dei militari. Tutto l’opposto, cioè, della leggenda che accompagna universalmente il buddismo, quasi sempre dipinto come tutto pace, compassione, saggezza, fratellanza. La realtà è molto diversa. La libertà religiosa è pesantemente repressa non solo in Myanmar ma, sia pure in misura minore, in altri paesi a dominante buddista come lo Sri Lanka (…), il Laos, la Cambogia, il Buthan, la Mongolia» (Sandro Magister, blog Settimo Cielo, 5. 9.17).

 

LUMACA

Posted: 30 Sep 2017 07:02 AM PDT

Nell’agosto 2017 le autorità non hanno consentito l’indizione di diverse feste paesane per motivi di ordine pubblico: molti attentati terroristici in Europa hanno preso di mira proprio mercatini e manifestazioni del genere. Per tali motivi è saltata a Bottagna (La Spezia) la «Sagra della lumaca comunista». La fantasia al potere.

GOTTITEDESCHI

Posted: 27 Sep 2017 08:51 AM PDT

Domanda a Ettore Gotti Tedeschi: «Nell’elenco dei 62 (ora 68) il nome più noto è il tuo. E’ ovvio che tutti i fulmini si siano scaricati su di te (es.: non sei in comunione col papa…). Se lo sapevi, come mai hai firmato?». Risposta: «Ho firmato il documento che implora il Santo Padre di prevenire il rischio di errori ed eresie perché credo che il luogo più caldo dell’Inferno sia riservato a coloro che, in tempi di grandi crisi morali, si mantengono prudentemente neutrali».

OBLATO

Posted: 20 Dec 2016 07:18 AM PST

Joris-Karl Huysmans era così decadente che, al suo confronto, D’Annunzio e Wilde erano frati. Il suo personaggio passava il tempo a guardare una tartaruga delle Galapagos incastonata di gemme aggirarsi lentamente sul tappeto marocchino; prendeva il treno solo per bere il giusto tè a Londra. Un altro dandy, Barbey D’Aurevilly, dopo averlo letto sentenziò che all’autore restava solo la scelta tra la croce e la canna di una pistola. Fu anche satanista prima di andare a morire come monaco trappista. Lo aveva convertito la bellezza della liturgia cattolica (quella ottocentesca). Cfr: Joris-Karl Huysmans, L’oblato (D’Ettoris Editori, pp. 400, €. 21,90).

 

 

Le parole del  metropolita Hilarion Alfeyev, alla guida del Dipartimento per i Rapporti Esterni della Chiesa ortodossa russa, Patriarcato di Mosca. Il  22 settembre ha parlato presso l’ambasciata russa in Gran Bretagna nel contesto della conferenza sul tema “Il Futuro Cristiano dell’Europa”. E' un intervento la cui ragionevolezza e chiarezza mi piacerebbe sentire più spesso tra i responsabili politici, intellettuali e religiosi qui in Italia (che salvo qualche rara eccezione, vanno in direzione opposta).

 

http://www.vietatoparlare.it/larcivescovo-russo-ortodosso-hilarion-alfeyev-lunione-europea-rinnegato-stessa/

 

 

 

 

 

Domenica 1 Ottobre  2017

   
 


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Pentitosi andò. I pubblicani e le prostitute vi passano avanti nel regno di Dio» New York, La Liturgia di Domenica 1 Ottobre 2017, XXVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

 Quando vi innamorate, Domenica 1 ottobre 2017
Osservate la vostra esperienza:
quando vi innamorate, non andate - che so- al cinema con lei o con lui
per uno sforzo volontaristico. (...)
Quanto più uno ama qualcosa, tanto meno è volontarismo ogni suo gesto.
Quando manca questo amore, ogni atto rimane esterno a noi,
come qualcosa di aggiunto:
lo faccio perché non posso fare diversamente, altrimenti non mi
danno i soldi alla fine del mese, o perché ho un pedaggio da pagare,
altrimenti non mi accolgono.
Ma questo accade per mancanza di amore.
Al contrario, quando uno vede nascere un amore, quando uno è abbracciato,
tutto diventa facilissimo;
perfino chi resiste, a un certo momento,
a un certo momento, si arrende (...)
Costa di più continuare a resistere che cedere.
Ma è la lotta che ciascuno deve compiere, a cui Dio non vuole dare risposte in anticipo.
Aspetta, aspetta, aspetta, come un mendicante, alla porta del nostro io.
Juliàn Carròn

(cit. in "Esercizi della Fraternità di Comunione e Liberazione" 2017 pag. 83 )

 

 

 

 

Venerdì 29 settembre

News

Educazione finanziaria, Tempi punta sulla famiglia
di Redazione

Esteri

Iraq, Sako: «È in atto un genocidio dei cristiani provocato dall'odio dei musulmani»
di Redazione

Gli europei non amano l'immigrazione e temono l'islam, ma vogliono accogliere profughi
di Redazione

Musulmana, atea, protestante e infine cattolica. L'incredibile storia di Derya
di Leone Grotti

Sempre meno donne scendono in piazza per gridare: «Viva l'aborto»
di Leone Grotti

Migranti, termina dopo due anni il piano di solidarietà dell'Ue. Com'è andata? Malissimo
di Leone Grotti

«Siamo fierissim·e·i di aver pubblicato il primo manuale scolastico con scrittura inclusiva!»
di Leone Grotti

Come si dice dittatura Lgbt in spagnolo? In Parlamento la legge più liberticida del mondo
di Leone Grotti

Politica

Antimafia, legalità, trasparenza. Et circenses
di Luigi Amicone

Cultura

Perché la teoria dell'evoluzione non potrà mai esaurire il mistero dell'uomo
di Carlo Maria Polvani

Chiesa

La spavalderia del ciellino spiegata da Von Balthasar e don Giussani
di Egisto Mercati

 

Martedì 26 settembre

Politica

Che enormità è scoprire l’acqua calda dei concorsi truccati in università?
di Luigi Amicone

Parisi e Cesana: «Riformare il Terzo Settore con più società e meno Stato»
di Francesca Parodi

Non vincere a ogni costo, ma vincere per uno scopo. Sennò meglio sparpagliarsi
di Marcello Veneziani

Interni

I siciliani non hanno nessuna fretta di sprofondare in Africa
di Luigi Amicone

Esteri

Marawi. «Quando hanno decapitato un mio amico cristiano ho capito che stavo sbagliando»
di Leone Grotti

Germania. Merkel vince le elezioni ma per l'Italia (e l'Ue) solo pessime notizie
di Redazione

Arabia Saudita. Testi scolastici insegnano a odiare ebrei e cristiani
di Leone Grotti

Società

Riscaldamento globale, la marcia indietro degli scienziati "allarmisti"
di Enrico Salvatori

 

 

 

 

Domenica 24 Settembre  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Sei invidioso perché io sono buono?» New York, La Liturgia di Domenica 24 Settembre 2017, XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

 il fondamentalista che brandisce un Dio spietato ... Domanica 24 Settembre 2017
Vedere in un essere una creatura, prima che sia qualcosa d'altro,
è acquisire la certezza che questo essere esiste per volontà espressa del Creatore.
Questa verità può essere penosa da ammettere, ma è inevitabile:
se il Creatore non amasse quell'imbecille, quell'imbecille non esisterebbe.
Di conseguenza proclamare il Vangelo a un uomo in quanto creatura prima di
proclamarglielo in quanto uomo, ci impone di dire sì alla sua presenza,
prima di predicargli qualcosa.
Prima di <<volergli fare del bene>> (che è sempre stato il motto di tutti i poteri
- dalle madri tiranniche ai sistemi totalitari), si deve riconoscere che è già un bene che esista:
per quanto stupido ci sembri, è una volontà dell'eterna sapienza;
per quanto brutto ci appaia, è una creazione della bellezza sussistente;
e per quanto cattivo, è innanzitutto l'opera della bontà onnipotente.
IL che non può non metterci in una situazione tragicomica:
l'ateo che nega la parola di Dio è lui stesso parola di Dio (in ciò che è, non in ciò che dice);
e il fondamentalista che brandisce un Dio spietato è lui stesso sollecitudine di un Dio tanto paziente
da sopportare un simile cagnetto rognoso.
Fabrice Hadjadj

(cit. in "Risurrezione" pag.143 ed.Ares €15)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

BAHIO

Posted: 20 Sep 2017 07:12 AM PDT

Ogni 6 agosto nel comune di Canosio, nelle vallate alpine del cuneese, si svolge una manifestazione storica piuttosto politicamente scorretta. Commemora la costituzione di una scorta armata di alabardieri che scortava le processioni, specialmente quella per la festa patronale di San Laurèns (Lorenzo), perché dalla seconda metà del Cinquecento tali esternazioni di culto pubblico, cattolico, venivano attaccate dai calvinisti ugonotti, ai quali poi subentrarono i valdesi. La rievocazione viene chiamata in dialetto locale Bahìo.

 

 

http://www.vietatoparlare.it/deir-ez-zor-3-anni-assedio-parte-isis-luniversita-rimasta-sempre-aperta/

 

http://www.vietatoparlare.it/falso-problema-dei-migranti-cioe-dei-clandestini/

http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2017/9/9/L-INTERVISTA-Di-Pietro-con-Mani-pulite-ho-distrutto-la-politica-senza-costruire-nulla/781647/

Di Pietro: con Mani pulite ho distrutto la politica senza costruire nulla 
09 SETTEMBRE 2017 INT. ANTONIO DI PIETRO
In una intervista televisiva che ha fatto scalpore, ANTONIO DI PIETRO denuncia le responsabilità del suo ruolo politico in passato. Ne abbiamo discusso con lui

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-senza-maria-non-si-puo-salire-in-cielo--20761.htm

 

 http://www.vietatoparlare.it/padre-dalloglio-un-monito-inascoltato-molti-continuano-strumentalizzare-cio-la-sua-morte-dimostrato/

 

http://www.vietatoparlare.it/piano-yinon-israele-wabbismo-guerre-usa-cristiani-arabi-spinti-allesodo-massa/

 

http://www.culturacattolica.it/attualità/in-rilievo/ultime-news/2017/05/06/pornografia-libert%C3%A0-o-dipendenza

 

http://www.culturacattolica.it/attualità/in-rilievo/ultime-news/2017/05/16/ricadute-patogene-della-pornografia

 

http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/17_giugno_06/pedofilia-garante-privacy-non-esponete-figli-social-bce56dc2-4af4-11e7-ac11-205c7f1cfc9f.shtml

 

"Grigio è il colore della speranza"
http://www.ilsussidiario.net/News/Editoriale/2017/7/20/-Grigio-e-il-colore-della-speranza-/774539/

 

http://www.ilsussidiario.net/News/Esteri/2017/7/17/CAOS-SIRIA-La-Ue-non-ha-preso-parte-alla-guerra-La-Mogherini-si-sbaglia-ecco-le-prove/774129/

 

Ora pro Siria
Omran o della fake news

 

 

 

 

Domenica 17 Settembre  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Non ti dico fino a sette volte, ma fino a settanta volte sette» La Liturgia di Domenica 17 Settembre 2017, XXIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

 l'impegnarsi sembra che non giovi più....Domenica 17 Settembre 2017
Rimane un segno significativo che l'impegno cristiano, nelle sue forme più decise,
ha posto con costante ed ostinata predilezione dove non c'è più alcuna speranza umana e mondana
o l'impegnarsi sembra che non giovi più.
Per esempio nella cura dei moribondi, dei vecchi, degli incurabili, dei pazzi o dei deformi,
dove non c'è mai da aspettarsi un sorriso di ringraziamento.
Non vogliamo porre l'interrogativo se tale impegno sia sensato o produttivo,
perché è stato intrapreso proprio in sfida all'insensatezza terrena
e con la coscienza che in esso appare veramente il senso cristiano della speranza.
Il genio cristiano potrebbe e dovrebbe penetrare con la stessa sfida pacata della libertà
in tutte le altre strutture della società umana,,
che hanno in sé tutto ciò che è mancanza di speranza del moribondo,
del malato, del pazzo e mettersi a curarle ed a trattare con esse con una speranza che supera la morte,
anche se fa i conti con essa.
Si risponderà che questo è un atteggiamento e un programma per santi.
Può essere, ma la vita cristiana è stata sempre credibile
là dove è brillato almeno un bagliore della vera santità
Hans Urs von Balthasar

(cit. in "L'impegno del cristiano nel mondo" pag. 65 ed. Jaca Book 1978)

 

 

 

 

 

 

Venerdì 15 settembre

Cultura

Vedere uomini e cose con gli occhi di Dio
di Hans Urs von Balthasar

Politica

Parisi: «Tutti condannino aggressione a Lega»
di Redazione

I dieci anni senza sonno di Clemente Mastella
di Emanuele Boffi

La proposta di legge antifascista è inutile, scrive il Manifesto
di Redazione

In un tuìt. L’editoriale del direttore

Minniti Dux
di Alessandro Giuli

Interni

Coltivazioni Ogm legali. Fidenato: «Una vittoria personale, ma non solo»
di Francesca Parodi

La Cai ammette «numerose irregolarità» sulle adozioni
di Francesca Parodi

Economia

Non possiamo non difendere un asset strategico come Telecom
di Francesca Parodi

Esteri

Belgio, eutanasia negli ospedali cattolici. «Chiesa conquistata dal secolarismo»
di Leone Grotti

Belgio, gli ospedali cattolici sfidano anche il Papa e ribadiscono il sì all'eutanasia
di Redazione

Cosa sta succedendo in Birmania e perché si parla di «pulizia etnica» contro i rohingya
di Francesca Parodi

Chiesa

Liberato dopo 18 mesi padre Tom. «Ho sentito Gesù accanto a me ogni giorno»
di Leone Grotti

 

Martedì 12 settembre

Società

La libertà del Meeting (e di Cl)
di Pietro Piccinini

C’è profonda coerenza anticristiana nella cacciata di Colombo dall’America
di Alfredo Mantovano

Esteri

«Essere cristiani in Egitto è un crimine? Pregare in chiesa è un crimine?»
di Leone Grotti

Germania nel panico: perché la Russia di Putin non interferisce nelle nostre elezioni?
di Redazione

Chiesa

Non c'è niente di più giovane del rito antico. A dieci anni dalla Summorum Pontificum
di Valerio Pece

Cultura

Diaspore in cammino, lingue e identità alla deriva
di Cyril Aslanov

Spettacolo

Christopher Nolan, il regista che sa che la ripresa perfetta, alla fine, verrà
di Eva Anelli

In un tuìt. L’editoriale del direttore

Cancellato in un clic
di Alessandro Giuli

Il sugo della storia

Vivere ogni ora di lezione come se fosse la prima
di Giovanni Fighera

 

 

 

Venerdì 08 settembre

Chiesa

Cardinale Caffarra, amico mite e coraggioso
di Alberto Frigerio

Il matrimonio smontato pezzo per pezzo e il compito degli sposi cristiani
di Carlo Caffarra

Società

La tragedia di una scuola che ha separato l'istruzione dall'educazione
di Francesca Parodi

J’accuse l’Islam!
di Henri Boulad

Interni

Cnel. Siccome non sono riusciti a cancellarlo, lo hanno occupato con i loro amici
di Rachele Schirle

Esteri

L'Occidente non dimentichi i cristiani perseguitati in Corea del Nord
di Redazione

Sudan: Bambini cristiani costretti a recitare preghiere islamiche per ricevere cibo
di Redazione

Gender, aborto e matrimonio gay. Il pol. corr. in Inghilterra è «fuori controllo»
di Leone Grotti

The East is read

Cina, partito comunista ai cristiani: non portate i bambini a messa
di Leone Grotti

In un tuìt. L’editoriale del direttore

Dettagli
di Alessandro Giuli

Trump che rovina cose

L'uragano Irma punta proprio casa Trump, e noi sappiamo perché
di Redazione

 

 

Martedì 05 settembre

Esteri

Nord Corea. «Kim e Trump non attaccheranno. Una guerra sarebbe devastante per entrambi»
di Leone Grotti

Francia, scuola. Minacce agli ebrei, inni all'Isis, insulti alle donne. Il racconto di un preside
di Leone Grotti

Marawi. «Ora anche le donne e i bambini ci sparano contro»
di Leone Grotti

Pakistan. Studente cristiano ucciso in classe dai suoi compagni musulmani
di Redazione

Società

«Tagliare un anno del liceo? No, puntare sulla qualità dell'insegnamento»
di Francesca Parodi

«Bocciamo la scuola del "saper fare" e torniamo a quella del sapere»
di Francesca Parodi

A chi la censura antifascista? A noi!
di Caterina Giojelli

Cultura

"Dentro Caravaggio": la mostra e le nuove scoperte sull'artista lombardo
di Francesca Parodi

In un tuìt. L’editoriale del direttore

Lungimiranza
di Alessandro Giuli

The East is read

Cina, partito comunista ai cristiani: non portate i bambini a messa
di Leone Grotti

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

AFRICA

Posted: 15 Sep 2017 08:35 AM PDT

Così ha scritto padre Piero Gheddo, decano dei missionari italiani, su Tempi.it del 26 luglio 2017: «Dal 1947 al 1953 gli Stati Uniti lanciavano il Piano Marshall, 20 miliardi di dollari per i paesi dell’Europa occidentale distrutti dalla guerra, che vennero restituiti con l’interesse dell’1 per cento. Il Pew Research Centre di Washington ha calcolato che nei 50 anni dell’indipendenza africana (1960-2010), i doni, gli aiuti e i finanziamenti del “Piano di sviluppo” per l’Africa nera sono stati di 300 miliardi di dollari». Morale: è inutile dargli soldi se prima non gli cambi la testa. Come diceva Montanelli, i soldi è meglio darli ai missionari.

INFETTIVE

Posted: 10 Sep 2017 07:56 AM PDT

Lorenza Formicola ha pubblicato su L’Occidentale il 27 luglio 2017 un dettagliato articolo dal titolo «Migranti e malattie infettive, il legame c’è ma dirlo è tabù». Andate a leggerlo, è istruttivo.

NICOLA 2

Posted: 05 Sep 2017 09:34 AM PDT

Il 21 maggio scorso una reliquia del santo (Nicola) ha lasciato per la prima volta Bari. Fino al 28 luglio 2017 a San Pietroburgo è stata esposta alla venerazione dei fedeli russi. San Nicola è popolarissimo in Russia. Ben un terzo delle chiese è sotto il suo patrocinio e in tutte le abitazioni c’è una sua icona davanti alla quale si chiede protezione per la famiglia. San Nicola è colui che viene in soccorso in tutte le decisioni concrete della vita di tutti i giorni. La reliquia del vescovo di Mira (l’attuale Demre, in Turchia) è stata venerata nell’arco di questi due mesi e sette giorni da oltre due milioni e mezzo di fedeli. Eh, Fatima…

 

 

 

 

 

 

Domenica 10 Settembre  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Se ti ascolterà avrai guadagnato il tuo fratello» New York, La Liturgia di Domenica 10 Settembre 2017, XXIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

Il perdono per cosa è necessario? Domenica 10 Settembre 2017
Una certa esperienza della famiglia mi ha fatto comprendere che il perdono
era meno necessario per riconciliarsi con dei nemici che per vivere con le persone vicine.
Innanzitutto, la grande riconciliazione col grande nemico lusinga il nostro ego.
La superbia che se ne ricava può spingerci a farlo, più che la misericordia.
Mentre in una riconciliazione nella propria cerchia familiare, non c'è nulla di cui vantarsi,
è misericordia senza apparato, cavalleria senza cavallo.
Essere eroi esige meno eroicità che essere marito o padre.
L'eroe è portato dalla grandezza nell'affrontare il gigante furioso;
il padre conosce l'umiliazione di essere disarmato davanti ai furori di sua figlia.
E quando l'eroe riesce a fumare col gigante il calumet della pace, è in prima pagina sul giornale;
ma quale notorietà potrebbe acquisire il padre dal fatto che sua figlia
gli parli finalmente in modo gentile durante la colazione?
Fabrice Hadjadj

(cit. in "Risurrezione - Istruzioni per l'uso" pag.98 ed. ARES €15)

 

 

 

 

 

Domenica 3 Settembre  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso» New York, a Liturgia di Domenica 3 Settembre 2017, XXII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

C'è qualche cosa di più grande che si possa dare ai nostri fratelli uomini?, Domenica 3 Settembre 2017
C'è qualche cosa di più grande che si possa dare ai nostri fratelli uomini
e al mondo intero di Cristo?
Non c'è nulla che possiamo dare ai nostri fratelli e al mondo più di Cristo!
Ora, Cristo lo si dà attraverso una umanità nuova che si dimostra.
Cristo lo si comunica attraverso una umanità nuova che noi viviamo con gli altri.
E' da un atteggiamento amico e umano che io ho verso di lui,
che un compagno di lavoro può essere disposto a capire
che in me c'è qualcosa di diverso.
Luigi Giussani

(cit. in "Una Strana Compagnia" pag.296 ed Bur-Rizzoli €14 )

 

 

 

 

 

 

 

11 settembre 1683
mostra la battaglia dell’islam contro Vienna e poi Roma.
300000 uomini contro 50000, Marco d’Aviano, la difesa della cristianità…

https://www.youtube.com/watch?v=lXUdUm4rDQ0&t=729s

https://www.youtube.com/watch?v=fsHHPrm6okw

 

 

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

VAGINA

Posted: 30 Aug 2017 06:40 AM PDT

«Vaniy Fair», 8 luglio 2017: «In Inghilterra, 200 ragazze, minorenni e di età in molti casi non superiore ai 9 anni, in un anno si sono sottoposte a un intervento di chirurgia per modificare la propria vagina». Tra il 2015 e il 2016, metà di loro è sotto i quindici anni. Accampano scuse varie per superare gli ostacoli del servizio sanitario, ma il motivo è che la vogliono come quella della Barbie. Cioè, praticamente invisibile (fonte, Aleteia.org 11 luglio 2017).

FEUERBACH

Posted: 25 Aug 2017 08:05 AM PDT

«L’uomo sarà felice solo quando avrà finalmente ucciso quel Cristianesimo che gli impedisce di essere uomo. Ma non sarà attraverso una persecuzione che si ucciderà il Cristianesimo, ché semmai la persecuzione lo alimenta e lo rafforza. Sarà attraverso l’irreversibile trasformazione interna del Cristianesimo in umanesimo ateo con l’aiuto degli stessi cristiani, guidati da un concetto di carità che nulla avrà a che fare con il Vangelo» (Ludwig Feuerbach, Essenza del Cristianesimo, cit. da M. Blondet, 10 luglio 2017)

 

 

 

LIBRERIA

Posted: 20 Aug 2017 06:30 AM PDT

La Boekhandel Dominicanen, cappella gotica del monastero di Maastricht del 1294, è diventata una libreria. La libreria più bella del mondo, si dice. Fra capitelli, volte a crociera affrescate, croci. Questa chiesa domenicana è stata utilizzata come luogo di culto fino al 1796. Dopo la sconsacrazione (vista la data, l’invasione giacobina) è stata trasformata in una scuderia, poi in un magazzino per biciclette, in un archivio comunale e in una sala per feste. Data la attuale penuria di fedeli, l’idea di farla ridiventare chiesa non è stata nemmeno sfiorata. Almeno non è diventata moschea, sennò sarebbero spariti croci e affreschi.

 

 

 

 

 

Domenica 27 Agosto  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Tu sei Pietro, e a te darò le chiavi del regno dei cieli» New York, La Liturgia di Domenica 27 Agosto 2017, XXI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

Cosa vuol dire che il matrimonio diventa sacramento? Domenica 27 Agosto 2017
Cosa vuol dire che il matrimonio diventa sacramento?
Vuol dire che i due che vanno in chiesa riconoscono che
si sono messi insieme perché c'era l'attrattiva che li ha messi insieme,
ma questo è stato il pretesto o lo spunto
per cui Dio ha fatto loro capire che dovevano fare tra di loro una compagnia
fino alla fine della vita.
Perciò il compito di accompagnarsi fino alla fine della vita
è un compito davanti a Dio, per Dio,
ed è questo che rende stabile l'unione, non l'affettività iniziale.
Con questa ragione, anche l'affettività,
col tempo che passa, normalmente diventa più facile,
più profonda.
Luigi Giussani

(cit. in "Una strana compagnia" pag.183 ed. Bur-Rizzoli €14)

 

 

 

 

Domenica 20 Agosto  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Donna, grande è la tua fede!» New York, La Liturgia di Domenica 20 Agosto 2017, XX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ Massimo Jaus - America: «Comunità - Il vero "American Dream": da meccanico a superconcessionario Fiat. Addio a Raffaele La Gamba: porto Agnelli in tribunale (e vinse)», New York-Brooklyn, 20 Agosto 2017

Memorare, di Pino Mulone

il nostro scopo, Domenica 20 Agosto 2017
Noi vogliamo conoscere e vivere la fede in Cristo,
affinché il mondo Lo conosca.
Questo è il nostro scopo.
Luigi Giussani

(cit. in "Una strana compagnia" pag.179 ed.Bur Rizzoli €14)

 

 

 

 

 

 

Mercoledì 16 agosto

News

Al Meeting di Rimini abbonarsi a Tempi conviene
di Redazione

"A che ora è la fine del mondo?". Cosa c'è su Tempi in edicola
di Redazione

Società

Adesso al Fatto intercettano pure i preti non allineati
di Renato Farina

Cultura

Sulle spalle il peso dei giganti. La mostra del Meeting
di Caterina Giojelli

Economia

Uno spettro si aggira per le borse
di Alan Patarga

Esteri

Chi gioca a fare il bolivarista mentre il Venezuela brucia
di Giuliano Ferrara

Fine di mondo in tre, due, uno
di Leone Grotti

Aria di vittoria a Damasco
di Salvatore Santangelo

Perché l'America non vuole vedere i rapporti tra Arabia Saudita e terroristi?
di Redazione

La libertà dei bambini di Artsakh
di Stephanie Havens

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

BIFFI

Posted: 15 Aug 2017 07:03 AM PDT

“La sua ‘teologia’ è farneticante, la sua abituale frequentazione dei ricchi e dei colti lo induce a farsi annunciatore di una Chiesa povera e semplice. La sua affinità elettiva con chi ha il potere dei mezzi di comunicazione (televisione, Corriere della sera, etc.) gli dà una risonanza e un’amplificazione del tutto sproporzionata e ingiusta” (card. Giacomo Biffi su padre Turoldo, in Lettere a una carmelitana scalza, Itaca, 2017).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 13 Agosto  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Comandami di venire verso di te sulle acque» New York, La Liturgia di Domenica 13 Agosto 2017, XIX DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

... se il male esiste, Dio ne è la prima vittima, Domenica 13 Agosto 2017
I cristiani sanno che Dio non vuole il male.
E se il male esiste, Dio ne è la prima vittima.
(...)
Come può Dio essere toccato dal male?
Immaginate una madre con un figlio malato;
lei può soffrire per suo figlio a motivo del suo amore per lui e identificandosi con lui.
Una madre in perfetta salute può vivere l'agonia del proprio figlio
più dolorosamente che il figlio stesso,
proprio a motivo di questa identificazione dell'amore con l'essere amato.
Come si può pensare che l'Amore di Dio sia meno materno che l'amore di una madre,
mentre tutto l'amore di tutte le madri,
ivi compreso quello della Beatissima Vergine Maria stessa,
non è che una goccia in questo oceano della tenerezza materna di Dio?
E' per questo che nessun essere umano può venire colpito
senza che lo sia anche Dio, in lui, prima di lui e per lui.
Robert Sarah

(cit. in "La Forza del Silenzio" pag.173 ed. Cantagalli €22 )

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

RICOLFI

Posted: 10 Aug 2017 06:29 AM PDT

«Nella storia della cultura occidentale il politicamente corretto è stato il modo nel quale una parte politica, la parte progressista o liberal, ha preteso di stabilire come le persone dovessero parlare e, per questa via, che cosa dovessero pensare» (Luca Ricolfi, «Sinistra e popolo», Longanesi).

CRISTIANESIMO

Posted: 05 Aug 2017 11:00 AM PDT

«ARTE E FEDE è un binomio inscindibile che accompagna la Chiesa Cattolica da duemila anni. Nessuna religione ha espresso tanta cultura, tanta arte, tanta bellezza, quanto la religione cristiana. E perché? Perché il cristianesimo è l’unica religione monoteista a non essere ANICONICA (=priva di immagini)». Monsignor Domenico de Toma, Vicario zonale e parroco della parrocchia di Santa Maria del Pozzo a Trani,, cit. da Cristina Siccardi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 6 Agosto  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Il suo volto brillò come il sole» New York, La Liturgia di Domenica 6 Agosto 2017, TRASFIGURAZIONE DEL SIGNORE (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

Per ascoltare, è necessario fare silenzio, Domenica 6 Agosto 2017
Per ascoltare, è necessario fare silenzio.
Non sto parlando semplicemente di una forma di costrizione
per cui si fa silenzio fisico per non interrompere il discorso altrui,
bensì di un silenzio interiore,
cioè non soltanto diretto all'accoglienza della parola dell'altro,
ma anche di un cuore traboccante di amore umile,
ricco di capacità di attenzione,
di accoglienza fraterna,
di spogliamento volontario e forte della consapevolezza della nostra povertà.
Il silenzio di ascolto è un'attenzione,
un dono di sé all'altro e un segno di eleganza morale.
Deve essere la manifestazione della coscienza della nostra umiltà
per accettare di ricevere l'altro come un dono che Dio ci fa.
Perché l'altro è sempre una ricchezza e un dono prezioso
che Dio ci offre per crescere in umiltà, in umanità e in nobiltà.
Penso che la relazione umana più difettosa
è proprio quella in cui manca il silenzio di attenzione.
Robert Sarah

(cit. in " La forza del silenzio" pag.96 ed. Cantagalli €22)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

SCHIO

Posted: 30 Jul 2017 08:48 AM PDT

Da «Il Giornale di Vicenza» del 27 giugno 2017: «Schio. Due ragazze coronano il loro sogno d’amore con una unione civile e il prete benedice i loro anelli. La cerimonia istituzionale celebrata sabato nella sala consiliare del municipio di Schio è stata condita da un insolito intervento dall’elevato simbolismo religioso»: un prete ha benedetto le due fedi. «Le due avevano concordato con il sacerdote questo momento particolare» (notizia segnalata dal Centro Studi Federici).

KOCH

Posted: 25 Jul 2017 06:41 AM PDT

«Fa riflettere che molti di coloro che per lungo tempo hanno combattuto l’istituzione del matrimonio come modello ostile e senza futuro, ora siano diventati ferventi sostenitori del ‘matrimonio per tutti’», ha osservato Heiner Koch, arcivescovo di Berlino, all’indomani dell’approvazione delle “nozze gay” da parte del parlamento tedesco.

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 30 Luglio  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Vende tutti i suoi averi e compra quel campo» New York, La Liturgia di Domenica 30 Luglio 2017, XVII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

L'amore cristiano, Domenica 3 Luglio 2017
L'amore cristiano
non è in contraddizione con le sobrie e severe leggi della vita quotidiana,
con la costrizione a stare assieme con ciò che non è amato,
chiuso e inutile,
non contrasta con i bui tramonti di dolore, demenza, crudeltà e morte.
Non rinnega la colpa, la propria e quella degli altri ,
e non nega il fardello che si accumula ogni ora,
e tutto ciò che è trascurato, inutile e sciupato.
Esso forse comprende benissimo che il mondo deve morire;
lo comprende benissimo da solo.
Ma una volta questa morte fu l'atto d'amore della vita eterna.
Questo "una volta" è bastato per "tutte la volte".
Confidando su questa "volta", il nostro amore può acquistare la fiducia di non morire totalmente nella morte
-non omnis moriar - e persino di cooperare, in maniera abbastanza incomprensibile,
alla trasformazione delle cose.
Il pungiglione della morte è stato eliminato,
perciò esso non colpisce più mortalmente.
In noi c'è qualcosa che sopravvive,
e questo deriva dalla forza dell'unione ipostatica.
Il nostro amore non basterebbe per la trasformazione se non fosse infiammato da un interiore fuoco divino,
che non siamo noi, che divampa da quella profondità in cui
siamo di Dio e Dio è più intimo a noi di quanto noi lo siamo a noi stessi
Hans Urs Von Balthasar

(cit. in "Escatologia nel nostro tempo" pag.71 ed Querniana €17)

 

 

 

 

 

Domenica 23 Luglio  2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura» New York, La Liturgia di Domenica 23 Luglio 2017, XVI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

La morte è la fine della vita?, Domenica 23 Luglio 2017
La morte è la fine della vita -
e da sempre solleva questioni che non trovano pace
e che si trascinano dietro altre domande:
in definitiva la vita è stata soltanto un episodio che vien dal nulla e approda nuovamente al nulla?
oppure esiste una vita oltre la morte?
e se sì, in che modo la vita di un uomo,sempre frammentaria e segnata dalla colpa,
può essere sanata e compiuta?
l'uomo sosterrà un giudizio e dovrà arrivare alla verità con se stesso e con gli altri?
chi è il giudice e secondo quale misura l'uomo sarà valutato?
ci sarà un avvocato per i morti da giudicare?
come è conciliabile la speranza di una giustizia dopo la morte con la speranza nella misericordia?
E infine: che cosa avrà Dio stesso dal compimento dell'uomo?
fallirebbe con il suo universale piano di salvezza,
se anche una sola delle sue creature rifiutasse la sua offerta di riconciliazione?
Il luogo classico in cui sono trattate queste e simili domande
è l'escatologia - la dottrina delle realtà estreme, delle realtà ultime.
Jean-Heimer Tuck

(cit. in H. U. Von Balthasar "Escatologia nel nostro tempo" pag.97 ed. Querniana €17)

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

GERMANIA

Posted: 20 Jul 2017 06:28 AM PDT

«Il 27 aprile la BKA, la polizia federale criminale, ha mandato in stampa un rapporto sulla “Criminalità nel contesto della migrazione” (Kriminalität im Kontext von Zuwanderung), in cui si registra un incremento di quasi il 500% di crimini sessuali commessi da immigrati (aggressioni sessuali, stupri e abusi sessuali sui minori) nel corso degli ultimi quattro anni» (Lorenza Formicola, su «L’Occidentale» del 15 giugno 2017).

PROCESSIONE

Posted: 24 Jun 2017 06:47 AM PDT

Un curiosa abitudine, da parte di molti cattolici, è stata innescata dai cortei del Gay Pride. Al grido di Pier Capponi («voi suonate la vostre trombe, noi suoneremo le nostre campane»), a ogni Gay Pride segue processione cattolica. L’ultima, per chi voglia aggregarsi, partirà il 29 giugno p.v. alle 19,15 da Piazza Castello a Milano, dove è appena cominciata una settimana «arcobaleno».

SILENZIO

Posted: 20 Jun 2017 08:24 AM PDT

«Giovedì 30 marzo 2017 alle ore 12 l’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino inaugura la “stanza del silenzio”» (fonte: Centro Studi Federici). Si tratta, ovviamente, di un luogo privo di contrassegni religiosi. Nulla da obiettare, di questi tempi ci sono pazienti musulmani e, in misura (molto) minore, sikh. Magari, l’unico ad aver qualcosa da eccepire potrebbe essere il titolare dell’ospedale. Ma tanto è morto…

 

 

 

NICOLA

Posted: 15 Jul 2017 07:12 AM PDT

Per la prima volta in quasi mille anni una reliquia di san Nicola ha lasciato Bari per Mosca. Arrivata il 22 maggio 2017 (fino al 28 luglio) nella cattedrale del Salvatore, all’8 giugno la reliquia era stata venerata da mezzo milione di persone. In fila, attesa media: nove ore. In effetti, a Fatima la Madonna l’aveva detto…

 

1896

Posted: 10 Jul 2017 04:13 AM PDT

Bessie, ventunenne figlia del generale di stato maggiore Daniel Flager, si presentò alla polizia di Washington: «Sono venuta a costituirmi. Ho appena sparato a un negro». Ernest Green (il suo nome) come altri ragazzi del vicinato era stato attratto dagli alberi carichi di frutta dell’enorme giardino dei Flager. Aveva infilato la mano tra le sbarre della cancellata per prendere una mela caduta. Un colpo di pistola al petto. Cercò di scappare, ma un altro colpo, alla schiena, lo stese. Bessie Flager fu condannata a tre ore di carcere e 500 dollari di multa. «A Washington, il fatto stesso che la ragazza venisse sottoposta a giudizio fece scalpore: i giornali si schierarono subito dalla sua parte commiserandola per lo shock subito nell’apprendere che il ragazzo era morto» (Idanna Pucci, La signora di Sing-Sing, Lef, pp. 185-186).

UNIONICIVILI

Posted: 15 Jun 2017 10:52 AM PDT

Sembrava un’emergenza nazionale. A un anno dalla legge poche unioni civili (fonte, «Repubblica» del 7 maggio 2017). Per quanto riguarda le nozze gay, in testa Milano con 353 (su quasi due milioni di abitanti). Maglia nera la Basilicata: 2. Eh, il Sud è sempre stato arretrato…

 

 

 

 

 

 

Domenica 16  Luglio 2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Il seminatore uscì a seminare» New York, La Liturgia di Domenica 16 Luglio 2017, XV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

Le creature di Dio sono perfette così come sono, Domenica 16 Luglio 2017

Non si può dire certamente che dall'eternità si guarderà indietro
al tempo come passato.
Come se ciò che abbiamo vissuto di più caro,
quello che abbiamo sperimentato di più prezioso ci fosse tolto,
sebbene sostituito da qualcosa di meglio.
Come se la vita eterna fosse una seconda esistenza che segue la prima.
No,
quello che adesso viviamo in modo incompiuto
-quello che adesso dissipiamo e da cui dobbiamo continuamente
prendere commiato- si svelerà nella sua eterna profondità.
Oppure dobbiamo aspettare forse rose più belle,
forse anche più grandi che fioriscono più a lungo
e hanno un profumo migliore?
No,
le creature di Dio sono perfette così come sono,
non c'è il loro doppio.
Solo che adesso non lo vediamo,
ma suo tempo lo vedremo.
Adesso tutto può deporre contro,
ma un giorno tutto deporrà a favore.
Hans Urs Von Balthsar

(cit. in "Escatologia Nel Nostro Tempo" pag.95 ed. Querniana €17)

 

 

 

 

 

Domenica 9  Luglio 2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Io sono mite e umile di cuore» New York, La Liturgia di Domenica 9 Luglio 2017, XIV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

Si crede che i bambini non sappiano nulla. Domenica 9 Luglio 2017
Si crede che i bambini non sappiano nulla.
E che i genitori e le persone grandi sappiano qualcosa.
Ora io ve lo dico, è il contrario.
(E' sempre il contrario.)
Sono i genitori, sono le persone grandi
che non sanno nulla.
E sono i bambini che sanno
Tutto.
Perché essi sanno l'innocenza prima.
Che è tutto.
Beato neanche, beato non solo quello
che fosse come un bambino, che restasse
come un bambino.
Ma propriamente beato colui che è (un)
bambino che resta un bambino.
Propriamente, precisamente il bambino
stesso che è stato.
Poiché giustamente è stato dato a ogni uomo
Di essere.
Poiché è dato a ogni uomo di essere stato
Un piccolo bambino latteo
Charles Peguy

(cit. da Pier Paolo Bellini in "il Foglio" del 1/7/17 pag.4)

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

 

MAGNI

Posted: 05 Jul 2017 10:06 AM PDT

«Le percentuali dei musulmani che vorrebbero la sharia (la legge coranica) come legge fondamentale del loro paese: il 99% degli afgani e il 91% degli iracheni, due popoli teoricamente liberati dagli occidentali, l’89% dei palestinesi (che pure hanno una classe dirigente laica), l’83% dei marocchini (un regno moderato), il 72% degli indonesiani (Stato democratico e multi-confessionale), solo per citare i dati più interessanti. Fra i più moderati, cioè quei popoli musulmani che meno desidererebbero essere governati dalla sharia? Albanesi (12%), kosovari (15%), turchi (12%)» (Stefano Magni su La Nuova Bussola Quotidiana del 5.6.17).

 

Il Cattolicesimo spiegato a mio nipote che fa il liceo

Posted: 04 Jul 2017 12:02 AM PDT

“Tutto comincia quando mio nipote Nicola, che fa il liceo, viene a chiedere allo zio, scrittore di cose cristiane, qualche dritta per polemizzare col suo insegnante di religione. Le domande che pone sono semplici, per qualcuno scontate (ma sempre meno per un sempre maggior numero di persone): perché devo mangiare il Corpo di Cristo? che c’è di male se ho rapporti intimi con la mia ragazza? che cos’è questa storia del Dio Trino? e quella della Madonna vergine? Poi, però, Nicola si appassiona, perché certe spiegazioni non le aveva mai sentite. E comincia a venire a trovarmi, e le sue domande si fanno sempre più interessate e pungenti: perché bisogna pregare? perché Dio il più delle volte non esaudisce? perché sono nato? e perché devo soffrire? perché…?”

 

FATIMA

Posted: 30 Jun 2017 06:10 AM PDT

Quando scoppiò il caso-Fatima, il problema fu l’acqua per tutti quei pellegrini. La zona, infatti, era arida. Nel 1921, tra le risate dei paesani, il vescovo fece scavare un pozzo vicino al leccio su sui era apparsa la Madonna. E trovò l’acqua. Si gridò al miracolo, anche perché di pozzi ne furono scavati altri due, e ognuno portava acqua. A quell’acqua furono attribuite molte guarigioni. Poi, con la costruzione della grande basilica, tutto si ridusse a qualche rubinetto sul monumento al Sacro Cuore. Quasi nessuno oggi ricorda più l’antica acqua di Fatima (fonte, Tfp, giugno 2017).

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 2  Luglio 2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Chi non prende la croce non è degno di me. Chi accoglie voi, accoglie me» New York, La Liturgia di Domenica 2 Luglio 2017, XIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

I figli non sono nostri, Domenica 2 Luglio 2017
I figli non sono nostri,
assolutamente mai.,
non sono nati nemmeno per farci compagnia.
Hanno un destino loro, ed è buono.
Bisogna avere l'amore di lasciarli andare.
E' la paura nostra che andranno nel grande Nulla a farci tremare.
Ma non è così.
Non è per questo che sono nati: è così evidente.
Sono nati per la loro piena felicità.
Charlie, ma forse non ora,
un giorno andrà nella casa del Padre,
nelle braccia del Padre nostro che sei nei Cieli.
Ce lo porteranno i santi Angeli.
E sarà più felice che se fosse vissuto.
Andrà bene così, Charlie.
Maurizio Crippa

(cit. in "Il Foglio" 1/7/17 pag.1)

 

 

 

 

 

 

 

 

Martedì 27 giugno

Politica

Ma quali ballottaggi, il problema di Renzi si chiama egemonia
di Alessandro Giuli

Interni

Eluana Englaro, il risarcimento e la Lombardia. «Ennesimo passo verso il diritto civile alla morte»
di Caterina Giojelli

Economia

Banche venete. «Per salvarle verranno spesi fino a 17 miliardi. Governo doveva agire prima»
di Francesca Parodi

Esteri

Perseguitano gli sciiti e distruggono i reperti storici. Non è l'Isis, ma l'Arabia Saudita
di Leone Grotti

Una goccia di latte per i bambini di Aleppo
di Redazione

Spagna. Per la Corte di Giustizia Ue gli aiuti fiscali alle scuole cattoliche sono «illegali»
di Redazione

Utero in affitto. «Commercio di bambini, donne sfruttate come "forni a legna"»
di Charles de Pechpeyrou

Iraq. Nelle carceri languono duemila bambini soldato addestrati dall'Isis
di Redazione

Good Bye, Lenin!

La visita di Giovanni Paolo II in Polonia raccontata dai "rossi"
di Angelo Bonaguro

 

 

 

 

 

Domenica 25 Giugno 2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@ La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Non abbiate paura di quelli che uccidono il corpo» New York, La Liturgia di Domenica 25 Giugno 2017, XII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO A)

 

@ 

Memorare, di Pino Mulone

Quando andiamo ad incontrare un ladro, noi portiamo noi stessi a quell'incontro. Domenica 25-06-2017
Quando andiamo ad incontrare un ladro, noi portiamo noi stessi a quell'incontro.
Gesù non ha avuto problemi ad andare a casa di Zaccheo,
senza bisogno di spiegargli tutta la sua teologia o le regole morali.
E' andato perché la verità si incarnava nella sua persona.
Il problema è:
che persone incontra chi ci incontra?
Se quello che incontrano in noi è semplicemente un manuale di cose da fare,
lo conoscono già e non sono capaci di metterlo in pratica.
Ma se si trovano davanti una persona che offre loro amore,
cominceranno a desiderare di andar dietro a quella persona
e di essere come lei, che è ciò che è accaduto con Gesù
Juliàn Carròn

(cit.in "Se non pensiamo che Francesco sia la cura è perché non capiamo la malattia" in www.clonline.org)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

REGNOUNITO

Posted: 25 Jun 2017 07:22 AM PDT

Secondo il Sunday Times sono circa 80 le scuole che hanno permesso ai propri allievi di indossare sia la divisa maschile che quella femminile a proprio piacimento (La Nuova Bussola Quotidiana). I c.d. «valori dell’Occidente».

 

 

 

 

 

Giacomo Biffi: sull’immigrazione

Dovrebbe essere evidente a tutti quanto sia rilevante il tema dell’immigrazione nell’Italia di oggi; ma credo sia altrettanto innegabile l’inadeguata attenzione pastorale e lo scarso realismo con cui finora esso è stato valutato e affrontato.

 

 

 

 

 

Domenica 18 Giugno 2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@  La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «La mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda» New York, La Liturgia di Domenica 18 Giugno 2017, SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO (ANNO A)

 

@ La Gamba Vincenzo - America: «ITALIANI SI NASCE, NON SI DIVENTA?», New York-Brooklyn, 18 Giugno 2017

Memorare, di Pino Mulone

Tu potrai scoprire se la realtà è positiva se la assecondi, Domenica 18 Giugno 2017
Io ti posso assicurare di si,
ma non ti serve granché, se tu
non lo scopri dall'interno della tua esperienza.
Che la realtà è positiva tu l'hai sentito,
ma non basta ripetere la frase giusta perché sia tua.
E qui di nuovo ritorna la questione della libertà.
[...]
Tu potrai scoprire se la realtà è positiva se la assecondi.
Juliàn Carròn

(cit. in " Appunti dalla Scuola di Comunità di Julian Carron 24 Maggio
2017" in www.clonline.org)

 

 

 

 

 

Domenica 11 Giugno 2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@  La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Dio ha mandato il Figlio suo perché il mondo sia salvato per mezzo di lui» New York, La Liturgia di Domenica 11 Giugno 2017, SANTISSIMA TRINITA' (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

La Madre è sempre presente, Domenica 11 Giugno 2017
La Madre era là quando il Figlio moriva;
ma è sempre presente anche là dove c'è qualcuno che muore;
nel suo amore, non separa il Figlio dell'uomo dai suoi fratelli;
essa ha accompagnato il Figlio, accompagna dunque tutti i suoi fratelli,
accompagna per servire, per aiutare.
Ciò che ha ricevuto lo mette a disposizione.
La fecondità permanente del suo amore è percepibile là dove uno che muore
ha paura di non incontrare più l'amore,
là dove, alla fine della sua vita, riconosce che ha amato troppo poco,
ha creduto troppo poco e troppo poco ha sperato.
Allora essa interviene con il suo amore affinché germogli un nuovo amore,
una nuova speranza e una nuova fede..
E la forma di questo 'nuovo' è:<< Che avvenga secondo la tua parola>>,
perché ogni persona che muore non può più fare altro che lasciare fare,
senza porre domande e in un abbandono totale.
In questo modo si svela il senso della morte, mentre si svela il senso della
vita della Madre e del Figlio, e l'accompagnamento nella morte diventa
un accompagnamento della vita al di là della morte nella vita eterna.
Adrienne von Speyr

(cit. in "Il mistero della morte" pag.103 ed. Centro Ambrosiano €12)

 

 

 

 

 

Mercoledì 07 giugno

Il Deserto dei Tartari

La grande rimozione del concerto di Manchester

Politica

Torino, piazza San Carlo. «Errori grossolani. Appendino totalmente inadeguata»

Esteri

Filippine, Marawi. Le armi nascoste nelle moschee e i 70 cristiani salvati da un musulmano

Usa. Overdose di droga principale causa di morte degli under 50 nel 2016

L'esodo dei cristiani da Siria e Iraq. «Il Medio Oriente non è più la nostra casa»

Corti della sharia, moschee estremiste, comunità ghetto. Ecco cosa non può più tollerare la Gran Bretagna

Quasi quasi voto Assad

Chiesa

Mosca. Code chilometriche per le reliquie di san Nicola: «La fede in Russia è forte»

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

PERU’

Posted: 10 Jun 2017 03:50 AM PDT

«Io, in qualità di Presidente della Repubblica del Perù, con l’autorità che mi è stata consegnata faccio un atto di consacrazione all’amore e alla protezione di Dio onnipotente della mia persona, della mia famiglia e della Repubblica del Perù per mezzo dell’intercessione del Sacro Cuore di Gesù e del Cuore Immacolato di Maria». (Pedro Pablo Kuczynski, 21 ottobre 2016).

PERSILI2

Posted: 05 Jun 2017 09:32 AM PDT

“Anche la descrizione della posizione del sudario – che secondo traduzioni recenti era «non là con i teli, ma in disparte, piegato in un luogo» – ha convinto poco don Antonio: «Keímenon, come già keímena, è participio di keîmai, giacere. Ou metà tôn othoníon keímenon significa che il sudario non era disteso come le altre bende. Ma, al contrario (così va tradotto l’avverbio khorìs, in senso modale), appariva arrotolato (entetyligménon, dal verbo entylísso, che significa avvolgere, arrotolare) in una posizione unica, singolare. Così si può tradurre eis héna tópon, che le versioni correnti traducono banalmente come “in un luogo”. Significa che il sudario, a differenza delle fasce distese, appariva sollevato, in maniera quasi innaturale, forse perché su di esso i profumi avevano avuto un effetto inamidante». (don Antonio Persili, intervista a «30 giorni», febbraio 2001, ricordato da Giuliano Guzzo).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 4 Giugno 2017

   
 

Vincenzo La Gamba


@  La Gamba Vincenzo M. - Meditazioni: «Come il Padre ha mandato me anch’io mando voi» New York, La Liturgia di Domenica 4 Giugno 2017, DOMENICA DI PENTECOSTE - MESSA DEL GIORNO (ANNO A)

Memorare, di Pino Mulone

I tempi sono cattivi, Domenica 6 Giugno 2017
<<I tempi sono cattivi>> diceva san Paolo agli efesini, nella lettera che scriveva loro:
tra allora e ora la differenza è minima, anzi,
forse ora la situazione è aggravata,
perché, come diceva giustamente una scrittrice inglese convertitasi al cristianesimo,
<< gli uomini raramente apprendono ciò che credono già di sapere>>.
Tutti credono di sapere cos'è il cristianesimo, cos'è Cristo,
e perciò nessuno più lo impara, mentre - almeno - duemila anni fa
era una cosa nuova!
Luigi Giussani

(cit. in "Una strana Compagnia" pag.206 ed. Bur - Rizzoli €14)

 

 

 

 

 

 

Martedì 30 maggio

Società

Blue Whale. «Gli adolescenti hanno bisogno di un'educazione alla violenza»
di Caterina Giojelli

La lezione del "maestro Tanino", che non aveva paura di trattare tutti come se fossero intelligenti
di Sergio Fenizia

Chi mi ha rubato la valigia? Viaggio nella notte profonda di Milano (c'entrano gli immigrati)
di Samuele Zerbini

Sport

Il grande messaggio di Totti non riguarda il pallone
di Fred Perri

Esteri

Egitto. «I cristiani copti trucidati dall'Isis non hanno abiurato»
di Leone Grotti

Nigeria, 27 bambini usati da Boko Haram come kamikaze in tre mesi
di Redazione

Libia. Scontri a Tripoli, pace lontana. «Questa per noi è la normalità ormai»
di Leone Grotti

Filippine, cristiani rapiti da jihadisti. «Li usano come merce di scambio»
di Redazione

Centrafrica. «Prima di spararci, ci lanciavano le mani e i piedi mozzati degli uomini già morti»
di Leone Grotti

«Donne, una specie in via di estinzione nel cuore di Parigi»
di Leone Grotti

 

 

 

 

 

 

Il Blog di Rino Cammilleri
Il Blog di Rino Cammilleri

PERSILI

Posted: 30 May 2017 09:23 AM PDT

«Nell’originale greco è scritto che Pietro, entrando nel sepolcro, vide “tà othónia keímena” […] la versione della Cei traduce questa espressione con “i teli ancora là”. Altre versioni la traducono con “i teli per terra”. In realtà il verbo keîmai, da cui viene il participio keímena, non significa genericamente “essere lì” né tantomeno “stare per terra”. Esso indica una posizione precisa, significa giacere, essere disteso, in una posizione orizzontale. Ciò vuol dire che i due videro non le fasce a terra, ma le fasce distese, afflosciate, senza essere state sciolte o manomesse. Erano rimaste immobili al loro posto. Probabilmente in una nicchia scavata nella parete, tipica dell’architettura funeraria di tipo signorile, in cui era stato posto il corpo di Gesù. Semplicemente, ora quel corpo non c’era più, e le tele si erano afflosciate su se stesse» (Antonio Persili, intervistato da «30 giorni» nel febbraio 2001, e rammentato da Giuliano Guzzo).

 

 

 

LA RAGIONE, IL DIVANO E L'ALLEANZA

La crisi del mondo nato dall'Illuminismo. L'educazione, la libertà. E l'importanza di «parlare con chi è diverso da noi». Cronaca e video integrale del dialogo tra Luciano Violante e Julián Carrón sulle domande nate dall'intervista a "Jotdown"
Alessandra Stoppa

 

Strage di innocenti vicino Aleppo. Vergognoso il silenzio della Comunità Internazionale

“A volto scoperto” documentario sulla Siria mai ritrasmesso

 

 

 

 

 

   
 
@ «AUGURISSIMI, SAN NICOLA. Il sei dicembre prossimo tutti i calendari sono d’accordo: San Nicola di Bari. San Nicola è il Santo protettore di Galatro e si spera che resti a lungo il Patrono di Galatro per guidarlo, proteggerlo, dare alla gente pace e serenità, confortare gli ammalati, far crescere buoni ed onesti i bambini, raddrizzare qualche testa storta, frenare l'esodo che sta spopolando il paese, dare entusiasmo ai pochi rimasti, ispirare a chi di dovere idee per fatti concreti e non per bla, bla, bla ...»,
Cordiani
Carmelo, Galatro (RC),  4 Dicembre  2010
 

 


@ «Il Maestro, il Sindaco Bruno Marazzita. Ciao, Galatrese Bruno. Ricreatore di entusiasmo. Per farisei sei il “mostro”, per i pubblicani, ancora in vita, sei stato e resti il benefattore di Galatro»,
 di Carmelo Cordiani, Galatro (RC), 7 Dicembre 2007
 

 

 

 

@  Il Santo del giorno:
  -Tracce
   -santi, Beati, Testimoni

@  PAPI NELLA STORIA

@  MAGISTERO

 

 

News

 

Brooklyn  News

Rete 4 - Il terzo indizio: Terza puntata
La ragazza del Lago - Anguillara
Federica Mangiapelo
Venerdì 16 Dicembre 2016

Da Mediaset On Demand clicca qui

Archivio

 

Galatro Blog


@
«In Memoria della Signora Franca Cannatà. Zia Franca. Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi la carità,
sarei un bronzo risonante o un cembalo squillante.
», Galatro, Giovedì 28 Aprile2016

@ San Pio da Pietralcina:  «Padre Pio nella mia vita, quando lo straordinario era quotidiano. Appunti della vita del Dottor Francesco Lotti, collaboratore e figlio spirituale di San Pio da Pieltralcina» di Angelo Marazzita, Galatro, 16 Agosto 2015 Festa di San Rocco

@ am: «Italia il bancomat dei terroristi, San Nicola! La generosità di Gianna e gli stravanti aiuti di Greta e Vanessa» Galatro, Sabato 24 Gennaio 2015

am: «Parigi val bene una messa, San Nicola! In margine all'attentato al giornale “Charlie Hebdo” di Parigi il 7 Gennaio 2015» Galatro, Sabato 10 Gennaio 2015

am: «L'Europa rinascerà? San Nicola! L’Europa ha perso per strada molti dei suoi ideali. La vera emergenza odierna» Galatro, Sabato 24 Maggio 2014

am: «Suicidarsi a 13 anni, San Nicola! Sabato mattino una leggera ed esile pioggia, quasi reverenziale, ha accompagnato il funerale di una giovanissima ragazza, una tredicenne. La cronaca nera di una cittadina a ridosso di Torino questa volta è generosa di dettagli» Galatro, Lunedì 21 Aprile 2014

am: «La primavera, San Nicola! Tutto è diverso, tutto è nuovo. Il Destino non ha lasciato solo l’uomo. Il Destino si è reso incontrabile, verificabile» Galatro, Giovedì 10 Aprile 2014

@ am: «La notte degli Oscar, San Nicola! Era una giornata bellissima, primaverile e tiepida. Gli amici sbucavano all’improvviso e alla spicciolata. La compagnia si ricomponeva. Uno degli amici aveva lo sguardo sospeso in aria e a tratti sembrava che calpestasse qualcosa per terra. Di punto in bianco esordì: “Avete visto domenica scorsa gli Oscar?"» Galatro, Mercoledì 12 Marzo  2014

@ am: «La Bulla e le Nuove Periferie, San Nicola! Un timido sole di metà febbraio ci ha invogliato a spingerci a fare una lunga passeggiata sino alle Terme, quelle che Bruno “Il Sindaco” considerava l'oro del Paese. Le poche macchine che intercettavamo lasciavano inalterato tutto l'ambiente, non alteravano la tranquillità che ci invadeva e ci permetteva di parlare con trasporto senza doverci urlare addosso, come invece vediamo accadere sistematicamente in tutte le trasmissione televisive. Ma la questione della “Bulla” di Bollate non ci lasciava tranquilli. “Avete visto cosa ha fatto la bulla ai primi di febbraio, fuori dalla scuola, con la sua tuta grigia e la borsetta a tracolla? Ha insultato e picchiato una ragazza, che forse le ha soffiato il ragazzo, con una semplicità disarmante”, ci raccontava un amico» Galatro, Domenica 16 Febbraio  2014

@ am: «Cannabis … per avere giovani storditi e passivi, San Nicola! Qualche giorno addietro approfittando di un pomeriggio ancora soleggiato ma freddo, con il solito gruppo di amici, facemmo una passeggiata lungo la strada che porta alle Terme, quella strada che “'u Sindacu” fece costruire proprio per agevolare l'accesso alle terme. Si chiacchierava sui festeggiamenti a Montevideo in Uruguay per la liberalizzazione del consumo di marijuana» Galatro, Domenica 2 Febbraio  2014

@ am: «Buon Anno, San Nicola! Le feste di Natale sono appena finite e si ricomincia con le passeggiate in piazza. Un anno nuovo non è diverso dal precedente. I pochi emigranti che erano venuti al paese, per ritrovare i loro cari, sono ormai andati via e pochi sparuti gruppetti hanno ripreso le salutari consuetudini. Da alcune sere si riesce a passeggiare piacevolmente. Non c'è un freddo eccessivo. Si conversa amabilmente ma gli argomenti toccati agitano sempre gli animi» Galatro, Domenica 12 Gennaio 2014

@ am: «L'invidia, San Nicola! Parlare delle vicende sportive ha un effetto: infiammare gli animi. Nelle fredde serate invernali questo è un grande beneficio. Le passeggiate  diventano sempre più corte, come i giorni, mente l’invidia per il successo riportato dalla squadra avversaria, cresce. Nelle vicende politiche nazionali e locali, l’invidia è padrona sovrana. Per non parlare dell’invidia sul luogo di lavoro, pubblico o privato che sia, … e l’elenco potrebbe continuare… ché a tutte un fil di ferro il ciglio fora/ e cuce si come a sparvier selvaggio …» Galatro, Lunedì 16 Dicembre 2013

@  am: «La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, che splendore San Nicola!"  Che c'è d'allegro in questo maledetto paese?" gridò l'Innominato di Manzoniana memoria. Questa battuta infiammò la discussione serale in piazza. Il commento dei fatti politici, degli scioperi nelle varie città italiane, non dava adito a possibili vie di fuga. Il disagio, l’ intolleranza, l’ insofferenza verso tutto ciò che non andava bene, prendeva il sopravvento» Galatro, Martedì 10 Dicembre 2013

@  am: «John Fitzgerald Kennedy un mito o il nuovo, San Nicola? Ripercorrere quanto stava sucedendo cinquant'anni fa in america, con quegli gli occhi di un bambino o di un adolescente, rende ancora oggi struggente il ricordo vivissimo di quelle sbiadite immagini in bianco e nero che arrivavano su quell'unico canale televisivo che esisteva. Arrivavano da un mondo lontanissimo che un'improvvisa tragedia rese incredibilmente e dolorosamente vicino. Il mondo era certamente molto diverso. Quelle vicende si fissarono molto più facilmente nel cuore e nella mente, sebbene i mezzi di comunicazione fossero quelli che erano» Galatro, Sabato 30 Novembre 2013

@ am: «Bomba d’acqua, San Nicola! Non erano passati che pochi giorni dalla chiacchierata su “Piove, governo ladro!” che una vera bomba d’acqua si stava abbattendo sulla Sardegna e su di noi. “Una bomba d’acqua sulla Sardegna”, “Un inferno d’acqua sulla Sardegna”, “Il ciclone Cleopatra fa una strage” , “Il ciclone Cleopatra semina morte, terrore e distruzione in Sardegna”, “Sardegna in ginocchio” ... questi i titoli dei vari giornali che leggevamo per capire cosa stesse succedendo» Galatro, Martedì 26 Novembre 2013

@ am: «Piove, governo ladro! San Nicola. Sino a pochi giorni orsono ero fermamente convinto che “Piove, governo ladro!” fosse un’imprecazione inventata nell’era della Prima repubblica, ma in questi giorni mi sono ricreduto. Visitando la mostra “Casimiro Teja, sulla vetta dell’umorismo”. Con mio grande stupore ho scoperto che correva l’anno 1861 quando Casimiro Teja usò questa espressione a corredo di una vignetta che illustrava un comizio indetto dai mazziniani ed interrotto a causa della pioggia. Per certi versi i mazziniani dell’epoca si potrebbe dire sono i grillini di oggi: ai mazziniani ieri, come ai grillini oggi, non andava mai bene nulla. L’imprecazione, però, andava bene allora come va bene oggi per la Prima, la Seconda e la Terza repubblica» Galatro, Sabato 16 Novembre 2013 ... continua a leggere

@  am: «Ognuno ha un prezzo, San Nicola! Quando muore un amico e viene celebrato il funerale ti accorgi che non tutti i funerali sono tristi. La chiesa è piena zeppa delle persone più diverse, gente del popolo, ex colleghi di lavoro, amici e nemici. Tutti hanno bisogno di ringraziarlo per aver reso migliore la propria vita. Il valore di quell’amico lo si vede lì. Poi nei  giorni scorsi leggendo i giornali, ascoltando i telegiornali, si restava sbigottiti nel sentire che alcune minorenni offrivano prestazioni sessuali in cambio di una ricarica telefonica. Per complicare il tutto si aggiungeva anche la notizia che qualche madre prendeva la percentuale sui proventi della prostituzione della propria figlia quindicenne. Era troppo. Tutto diventava insopportabile e rinasceva spontanea la domanda: "Qual' è il valore della nostra vita?"» Galatro, Sabato 9 Novembre 2013

@  am: «Il Papa spiato, San Nicola! Il Papa, gli spionaggi e i social network» Galatro, Sabato 2 Novembre 2013

@  am: «La chiave che apre la porta alla fede, San Nicola.  Immaginate una chiesa chiusa nella quale la gente, che passa davanti non può entrare e da dove il Signore che è dentro non può uscire. Ecco sovente molti cristiani hanno in mano la chiave e la portano via, non aprono la porta; o peggio, si fermano alla porta e non lasciano entrare» Galatro, Sabato 26 Ottobre 2013

Don Giuseppe Calimera: «“Beato l'uomo che confida nel Signore”... è con questa esclamazione che voglio salutare il Professore Cordiani. Ho voluto scegliere questa frase del Salmo 1 perchè così mi piace ricordare il professore, uomo timorato di Dio, uomo che confidava in Dio, uomo che aveva sempre il pensiero alle cose di Dio. Posso confermarlo sopratutto pensando a qualche mese fa quando lui stesso mi chiamò che voleva confessarsi e ricevere il sacramento dell'unzione. Non poteva essere diversamente essendo uscito da una formazione Salesiana dove ha ricevuto i principi cristiani, i valori umani, la conoscenza di Dio, che lui non ha mai smesso di trasmettere a chiunque lo incontrava. Galatro oggi perde un altro dei suoi figli che ha segnato le pagini di questo paese e ha servito questo paese formando diverse generazioni di ragazzi. Avendo studiato pedagogia non poteva che uscirne un uomo, un maestro di vita di valori fondati. La pagina della storia di Galatro da un lato è ricca di figli che hanno dato la vita per questo paese, da un altro lato è povera perché perde un suo figlio che poteva essere ancora strumento di crescita», Omelia per il Funerale di Carmelo Cordiani, Galatro, Domenica 20 Ottobre 2013

Gli amici di Carmelo Cordiani: «QUANDO NOI VEDREMO TUTTO, SAN NICOLA! Era da qualche giorno che il banco davanti a San Nicola era vuoto. Eppure Carmelo non aveva fato altro che raccomandarsi con i suoi amici di andare a trovare il suo Santo protettore, specialmente ora che doveva continuamente rifare il tagliando. Così gli piaceva ricordare i suoi continui viaggi della speranza per rimettere in sesto il suo corpo martoriato. Pieni di dolore e tristezza ci sedemmo al solito posto, ma neanche il tempo di aprire bocca che subito il Santo sbottò.», Galatro, Sabato 19 Ottobre 2013

@ Cordiani Carmelo: «QUANTA MISERICORDIA, SAN NICOLA!. Mi alzai piano piano perché volevo spendere ancora due parole davanti al Tabernacolo. Mi venne a mente di dire a Gesù che, senza la sua presenza nella nostra vita, ci sentiamo vuoti e inutili. Gli dissi anche di scuoterci, quando persistiamo in un atteggiamento orgoglioso che ci tiene distaccati e ci fa credere autosufficienti. Ma anche qui intervenne San Nicola…», Galatro, Domenica  22  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «COSA VUOLE IL SIGNORE, SAN NICOLA? Lo sai che, a volte, ci mandi fuori strada? Nel libro della Sapienza riconosci Tu stesso che il nostro corpo corruttibile appesantisce l’anima e la tenda d’argilla opprime una mente piena di preoccupazioni. Affermi, inoltre, che a stento immaginiamo le cose della terra, scopriamo con fatica quelle a portata di mano. Come possiamo, allora, conoscere il tuo volere? Come possiamo stabilire una relazione con Te se non sappiamo chi sei e cosa vuoi? Addirittura, tramite Luca ci dici che se amiamo il padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli… più di Te non possiamo essere tuoi discepoli. E di chi, allora? Rimaniamo chiusi nel nostro vaso d’argilla, come si è espresso anche il tuo servo Francesco, continuamente in ansia che quella piccola fiammella che abbiamo ereditato, o ci hai dato, si spenga e restiamo al buio?», Galatro, Domenica  15  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «PERCHE’ ULTIMI, SAN NICOLA? “Senti un po’, San Nicola, la faccenda degli ultimi non mi convince. Possibile che tra i tanti guai che ci affliggono dobbiamo metterci da parte se ci siamo sacrificati per un posto in prima fila? Se i primi diventano ultimi e questi i primi, mi sai dire che fine faranno i primi diventati ultimi?”», Galatro, Sabato 7  Settembre 2013

@ Cordiani Carmelo: «QUANT’E’ STRETTA, SAN NICOLA ? “Abbi pazienza, mio Signore. Non solo hai ristretto la porta, ma non si passa nemmeno sforzandosi per entrare. E allora, cosa ci resta?  Prima hai dichiarato di essere venuto a gettare fuoco sulla terra, poi ci inviti alla conversione, altrimenti periremo tutti allo stesso modo, concludi restringendo la porta … mi sai dire cos’altro ci aspetta? Già è difficile capire il tuo messaggio d’amore, di perdono; quando fai queste dichiarazioni, scusami, ci scoraggi. Possibile che tutta la partita tra Te e noi debba svolgersi sul filo della fede? E chi non ce l’ha? Non ci lasci un po’ di spazio anche per capirti quando il discorso diventa, per noi, assurdo?”», Galatro, Martedì  27 Agosto 2013

@ Cordiani Carmelo: «CHE SPLENDORE, SAN NICOLA! Un tunnel di luci, via Garibaldi di Galatro. Infondo, la chiesetta della Madonna del Carmine, con il portone spalancato. Vigilia della festa e, come per tradizione, la statua era stata portata al “catafalco”, una mini processione nell’altra parte del paese, la sezione Montebello. Suoni, canti, preghiere e un commento del giovane parroco. Poi il ritorno nella chiesetta, uno spazio ricco di ricordi per chi è nato a soli cinquanta metri. Nel fiume Metramo uno spettacolo insolito, un brulicare di fiammelle al passaggio della processione... Quello che conduce alla Madonna è un percorso di luce in cui, più ti immergi, più senti il profumo di cielo .... la madre di Gesù è più onorata, sia sotto il titolo di Madonna del Carmine che quello di Maria SS. Della Montagna. E’ la madre e, con le mamme, si ha più confidenza. Anche per i pellegrinaggi è così: La Salette, Fatima, Lourdes, Loreto…luoghi sacri alla Madonne, dove apri il tuo cuore pieno di rughe e di pieghe sclerotiche, un vero labirinto in cui trovi di tutto», Galatro, Venerdì 16 Agosto 2013

@ Cordiani Carmelo: «SOLO SODOMA, SAN NICOLA? “Ma perché questo uomo, questo capolavoro uscito dalla tue mani, ha combinato e continua a combinare guai?», Galatro, Mercoledì 31 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «PORRO UNUM”! RICORDI, SAN NICOLA? D’altra parte, una sola cosa è necessaria», Galatro, Giovedì 25 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"CHE FIGURACCIA, SAN NICOLA!". Il levita ed il sacerdote passarono indifferenti. E mi ritorna ancora la riflessione di papa Francesco quando ha parlato della “globalizzazione dell’indifferenza”. Sagge parole che, un padre passionista nell’omelia di domenica, ha  allargato aggiungendo che l’indifferenza è peggiore dell’odio, perché l’odio ha un avversario di fronte. L’indifferenza annienta ogni cosa, spegne la coscienza, annulla ogni legame, isola sempre di più spingendo l’uomo verso l’egoismo squallido. Ecco, allora, che si spezza il legame tra marito e moglie, tra padri, madri e figli, al punto di cancellare ogni traccia di rapporto umano», Galatro, Giovedì 18 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"PERCHE’ DUE, SAN NICOLA?". Ci hanno pensato i nemici interni a mettere tutto in crisi ... recentemente ha sottolineato Papa Francesco, una “globalizzazione dell’indifferenza” in materia di fede, come se credere significa solo accettare quello che fa comodo ... Francesco ha detto che, quando vede suore e preti con macchine di ultima moda, sente una fitta al cuore. La macchina serve, ma se ne compri una più modesta, pensando a quanti bambini muoiono di fame. E se alle macchine aggiungiamo le ville al mare, in montagna, gli appartamenti in città?», Galatro, Venerdì 12 Luglio 2013

@ Cordiani Carmelo: «"CHE RETATA, SAN NICOLA!" La fede è un grosso libro in cui si legge una parola sola: Credo», Galatro, Venerdì 5 Luglio 2013

@  Cordiani Carmelo: «SAN BRUNO 2011 ... come gli altri precedenti, quando Bruno Marazzita era il personaggio più amato e più odiato dai galatresi e dopo quel sette dicembre 2002 che fermò il suo tempo. Ma cosa si può augurare ad un amico ormai nell’eternità, al quale il nostro tempo è qualcosa così piccola e meschina che può anche non interessare?  Si è sempre tentati di parlare con un amico scomparso convinti che, vedendo le nostre cose da una dimensione immensa, le riporti al giusto valore, prive di quelle scorie che le appesantiscono, le inaspriscono, le intrecciano in maniera così complicata da rendercele incomprensibili », Galatro (RC),  Giovedì  6 Ottobre 2011

Archivio

 

Galatro

 

 

Meditazioni della Domenica

 

Memorare
Pino Mulone

 

lo Straniero
Il blog di Antonio Socci

 

 

Radio LONDRA: Giuliano Ferrara, guarda i video

SamizdatOnLine - Una via per ricominciare

 

Christmas Truce 1914
OPERATION PLUM PUDDINGS

«È meraviglioso che la tregua tra gli eserciti sia stata generata da un evento accaduto una notte di duemila anni fa». Tra gli orrori della Grande Guerra, un episodio di straordinaria umanità

 

 

Opportunità

 

Piepoli Vito

 

 

 

 

 

 


#Galatro

 ID
 

   

Tempi.  Settimanale di cronaca, giudizio, libera circolazione di idee  ... per abbonarsi a TEMPI