Meditazioni

Come il Padre ha mandato me anch段o mando voi

 

di Vincenzo La Gamba

Con la solennit della Pentecoste si chiudono i cinquanta giorni della Pasqua, tutti incentrati sul mistero della Risurrezione e glorificazione di Ges.

Pentecoste sinonimo della presenza dello Spirito Santo che realt sin dal giorno di Pasqua, quando Ges d la pace ai Suoi discepoli ed alitando su di loro dice: "Ricevete lo Spirito; a chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete resteranno non rimessi".

Ges mantiene cos la promessa e ribadisce che la missione degli Apostoli sar sigillata dallo Spirito Santo, che lo abbiamo sentito invocare dai Cardinali "Veni Creator Spiritu" prima di eleggere il nuovo Papa Francesco, il pi grande rivoluzionario Pontefice dei tempi moderni che dice e predica cose antiche. Sembra un paradosso ma e' proprio cos: lo Spirito Santo ha esercitato tutto il Suo potere salvifico con l' elezione di un Papa semplice e profondo nel suo messaggio di nuova evangelizzazione ai cattolici cristiani.

La Chiesa, come tutti sanno, piena di simbolismi, attraverso i quali il credente si adegua a quelle che sono le norme della Chiesa stessa. In linea teorica essere a conoscenza di un simbolo sempre buono. Avere fiducia nei simboli un' altra.

Poi se ci mettiamo il fattore meteorologico ci rendiamo conto che i simboli si possono vivere in prima persona.

Personalmente non dimenticher mai il 25 gennaio del 1998, allorquando Giovanni Paolo II era sul palco con Fidel Castro, all' Avana, in piazza della Rivoluzione, mentre un forte vento agitava le vesti e spazzava il cielo. Il Papa concluse la sua omelia improvvisando, mentre gli altoparlanti restituirono alla folla queste parole: "Il vento di oggi significativo - disse testualmente Papa Giovanni Paolo II - perch simboleggia lo Spirito Santo, che va dove vuole. Oggi lo Spirito Santo a Cuba".

Applausi e cori inneggianti al Papa, con una folla entusiasta che ritmava: "Libertad!, Libertad!".

Lo zucchetto del Papa vol per ben SETTE volte (cos riport a quel tempo una nota dell'Agenzia Ansa), un numero che nella Chiesa sinonimo di completezza, tanti sono i Sacramenti, tanti sono i giorni della settimana. Sette sono le opere di misericordia corporale; sette sono pure le opere di misericordia spirituale nell'insegnamento del Catechismo ai cresimandi. Ma soprattutto SETTE sono i DONI DELLO SPIRITO SANTO: Sapienza, intelletto,consiglio, fortezza, scienza, piet e timore di Dio.

Se quella stata una pura coincidenza, va dunque accettata perch tutto era "live" da Cuba. Forse era Castro, che aveva bisogno di avvertire la presenza dello Spirito Santo. Forse a distanza di nove anni Fidel Castro, a causa della sua malattia, ha passato i poteri al fratello Raul, che sta incominciando ad incanalare Cuba secondo timidi progressi verso il modernismo. Solo piccole cose per adesso, ma lo Spirito Santo lavora sempre (anche in futuro per Cuba, alla quale auguriamo un futuro cattolico cristiano nel dopo Fidel).

Lo Spirito Santo si manifesta attraverso le lingue di fuoco (come nel Vangelo di oggi) o, fin dai tempi di Giovanni Battista (Mt. 3,16), nel simbolo della colomba.

A proposito, vi ricordate la colomba che non voleva uscire dalla stanza del Papa, dopo l'Angelus di tre anni fa, immortalata da quella fotografia sopra la testa di Giovanni Paolo II, che raffigura quei dipinti di Ges nel giorno del Suo Battesimo nelle rive del Giordano? Anche questa una coincidenza?

Certa una cosa. Leggere nelle Sacre Scritture di queste cose e poi "viverle" attraverso i mass-media qualcosa che, almeno, ci fa riflettere.

Da parte mia c' la convinzione che tra Giovanni Paolo II e lo Spirito Santo c'era uno stretto rapporto. C' pure la mia convinzione che lo Spirito Santo, che la terza Persona della Santissima Trinit, ha sempre assistito il Vicario di Cristo in terra e come tale Giovanni Paolo II "incarnava" in terra il Figlio del Padre, che nato prima di tutti i secoli.

Sembra una mera coincidenza, ma sto anticipando di una settimana quello che sar di domenica prossima, cio la ricorrenza della Santissima Trinit. Spiegarla sempre difficile, perch un mistero.

Hanno quelle coincidenze sopradescritte aumentato il grado di mistero nei nostri cuori o siamo pi convinti che lo Spirito Santo, quell'elemento "invisibile" che difficile spiegare a grandi e piccini, diventato "visibile" e per giunta in mondovisione?

 

La Liturgia di Domenica 8 Giugno 2014, DOMENICA DI PENTECOSTE - MESSA DEL GIORNO (ANNO A)

 

Vangelo

(Gv 20,19-23)
Come il Padre ha mandato me anch段o mando voi

 

Dal Vangelo secondo Giovanni

La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Ges, stette in mezzo e disse loro: ォPace a voi!サ. Detto questo, mostr loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.
Ges disse loro di nuovo: ォPace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voiサ. Detto questo, soffi e disse loro: ォRicevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonatiサ.
 

La Gamba Vincenzo - Meditazioni: ォCome il Padre ha mandato me anch段o mando voiサ New York, La Liturgia di Domenica 8 Giugno 2014, DOMENICA DI PENTECOSTE

e-mail: VJIM19@aol.com

Home